Mettersi a dieta prima di Natale

dieta-natale

E’ un classico, quasi come il cartone animato Disney della vigilia: mettersi a dieta prima di Natale potrebbe essere quasi una tradizione, al pari della fettazza di torta al cioccolato che si mangia per festeggiare appena uscite dal dietologo.

Non conto più le volte in cui ho promesso a me stessa: prima di Natale voglio perdere seicentoventitrevirgolaquattrocentotrentasei chili. Tanto ce la faccio.
TANTO CE LA FACCIO? Disse il tossicodipendente che non voleva entrare a San Patrignano.

Così finisco per arrivare a Natale più grassa di prima. Perchè i buoni propositi, l’ho già detto, sono il MALE, e sono formulati tutti sulla strada del fallimento.

Un passo indietro, allora.
Facciamo la promessa, formuliamo un pensiero realistico. Entro Natale voglio perdere 5 chili, ovvero un chilo a settimana. Ecco. Questa è davvero una bella promessa, a prova di qualsiasi fallimento. Se va male, avrete perso 5 chili. Se va bene, ne avrete persi di più, e nella sfida contro lo zampone, avrete la meglio.

Come ci organizziamo?

Mettersi a dieta prima di Natale

1. Una vita triste non fa per noi. Nella vita bisogna godere, altrimenti tanto vale ammazzarsi di cotechino e vivere due anni in meno, piuttosto che mangiare purea di rucola da mattina a sera. Allora concediamoci uno sgarro alla settimana: in un giorno a scelta, è permesso un peccato di gola. Uno solo. Uno a settimana (Intendo dire una fetta di torta, e NON una intera Saint Honorè). Ci troveremo tutte all’Inferno, e parleremo di quei giorni felici in cui bevevamo senza pentimento la cioccolata calda della Ciobar e leccavamo pure la tazza.

2. Caffè d’orzo, tè, caffè, tisane. Insomma: tanta acqua, ma calda. Litri e litri di caffè d’orzo senza zucchero, con la tazzona bella calda e fumante tra le dita, coccolandosi un po’ con il profumo denso che sale verso il naso. Da mattina a sera, riempiamoci lo stomaco con qualcosa di caldo e profumato che non sia latte (che, anche quando è scremato, ha sempre tante calorie).
Adoro il caffè d’orzo, in questo periodo, con due gocce di Tic. Senza limiti. Oppure la tisana alla camomilla, miele e vaniglia della Twinings, come coccola prima di andare a letto: bollente e senza zucchero. O ancora l’infuso al limone e zenzero, sempre della Twinings, che mi dà quella sferzata pungente che mi serve dopo pranzo.

3. Parola d’ordine: verdure. Una grandissima ciotolona di insalata verde mista (carote tritate, finocchi tagliati sottili, falde di peperone crudo, sedano a tocchetti, semi di sesamo, pomodori, cetrioli, ravanelli…) per iniziare sempre il pranzo. Condita con un trucchetto: sale, 1 cucchiaio di olio, 1 cucchiaio di aceto bianco di mele, 2 cucchiai di acqua e una puntina microscopica di maionese light. Provare per credere.
Per la cena: sempre un minestrone di verdure miste, passate o intere, prima di iniziare a mangiare le altre portate, escludendo patate e legumi. Benissimo dunque le creme di zucca o di funghi, i minestroni misti con aggiunta di basilico fresco, la crema di spinaci, la crema di zucca e carote, e anche la zuppa di cipolle!

4. Cotture veloci e sane. Spolverate il microonde, il forno e la vaporiera. Mettete un bollino rosso sulle padelle e sui fornelli, e non usateli più per cucinare: risparmierete calorie, soldi sulla bolletta del gas e anche tempo, visto che non dovrete pulire i fornelli per un mese. Usate il microonde per cucinare, senza alcun tipo di grasso, il pesce surgelato. Usate la vaporiera per cuocere tutti i tipi di verdura e anche le fettine di carne. E usate il forno per gratinare le verdure, cuocere le polpette, fare le frittate e cuocere la frutta (e non solo quella) al cartoccio.

5. Natale con i tuoi… Se la prospettiva è arrivare alle feste di Natale per essere costrette a passare le feste con i parenti più odiosi che avete, non c’è motivo di dimagrire. Organizzate qualcosa per voi, qualcosa di felice, qualcosa che sia solo vostro, e che non comprenda vostra cognata, vostra suocera e la prozia di 200 anni che vi strizza ancora le tette, come faceva da quando avevate 10 anni, per dirvi: Ma quanto son cresciute, ti sei proprio sviluppata, figlia mia!

Insomma: che ci sia almeno un motivo valido per mettersi a dieta prima di Natale. Per esempio una giornata libera per girare per negozi senza nessuno intorno, un weekend romantico col marito/fidanzato, un viaggio in un’altra città… le amiche.

Il vero obiettivo è essere felici con se stessi, e anche con gli altri. Ma, soprattutto, essere felici.
Cinque chili non daranno la felicità, se non vi regalate un momento speciale per festeggiare il vostro traguardo.

Commenti

  1. Sante parole!!Io ho abolito il latte perchè mi faceva star male e mi concedo 1 o max 2 caffè al giorno, bevo tante tisane e adoro l’espressino di caffè d’orzo!!La sera preparo sempre un minestrone light; carne e pesce nelle cotture da te consigliate o latticini vari, insalatone, pane e frutta di stagione!Credo che sia un buon proposito sia per la cura del nostro corpo in vista delle grandi abbuffate sia per ricordarci che siamo fortunati ad avere sempre il pasto assicurato!!

  2. Per me quest’anno sarà un po’ difficile mettermi a dieta prima di Natale, visto che sono alle 33esima settimana di gravidanza. Avete suggerimenti per evitare che una povera donna incinta soccomba a cenoni e pranzi con i parenti?

    • Secondo me valgono le stesse regole, con una misura in più per i dolci e il pane: quando ero incinta mangiavo decisamente troppi carboidrati… disastro!
      Per non doverti sorbire tutti i parenti, puoi sempre dire che non ti senti tanto bene e hai bisogno di riposare… meglio di così!?

      • Quoto! I carboidrati e i dolci in grasvidanza accoppano.
        Perchè sono quelli che non ti schiodi più did osso. Quindi dosarli con attenzione.
        Soprattutto i dolci.

        • ‘azz.. questa storia dei carboidrati in gravidanza dovevo leggerla prima.. che sono a 33 settimane adeso (di già??!) e per Natale sarò quasi in dirittura d’arrivo..
          Però ormai non ci penso, a Natale mi lascierò conquistare dalla gola. Perchè comi mi dice sempre il mio papino: “non si ingrassa da Natale a Capodanno ma da Capodanno a Natale!”

  3. ciao, io adoro il microonde e sono specializzata nella cottura del pesce con tutte le aggiunte gia ancora surgelate (già perchè prima compro le verdure fresche poi lavo, sminuzzo e insacchetto e surgelo così sono pronte per l’utilizzo).

    In ogni caso io punto a sgonfiarmi perchè ormai la sensasione perenne di pancia gonfia mi accompagna da quasi un mese ed ora ho deciso di rinunciare, almeno per qualche tempo, a latte latticini e vediamo come procede.

    il caffè d’orzo per una celiaca come me sarebbe la morte!!!

    ciao

  4. Ciao , seguo in tutto il periodo dell’anno parecchi di questi consigli,sopratutto i primi 3, convivo con il mio sovrappeso, senza esaurirmi e senza fare diete drastiche , tanto sono sempre tornata al punto di prima.Nel frattempo ho imparato a prendermi cura di me, nell’aspetto esteriore e interiore e cammino cammino cammino,(Nordic Walking) questo fa in modo che il corpo sia sempre tonico e che le analisi del sangue siano sempre perfette.
    Ciao ragazze !!!!

  5. Che bella energia, nelle tue parole…

  6. Che saggezza! ok mi impegno cercherò di seguire i tuoi consigli!! Ti terrò aggiornata, ogni martedì di indicherò i miei progressi/regressi così con il pensiero di rendere conto a tutte magari riuscirò nell’impresa!! allora pronti VIA!! sono ufficialmente a dieta…ma no a dieta non mi piace, mi mette tristezza…allora… mi impegno ufficialmente a mangiare sano!! (si decisamente meglio)

  7. Non avevo mai riflettutto sulle calorie del latte.. forse perchè io lo adoro :p ne bevo tutte le mattine 250 ml e a volte il sabato, essendo sempre di corsa, faccio una colazione… ehm… piuttosto abbondante: a volte bevo anche mezzo litro di latte con i cereali… poi però salto il pranzo e per tirare all’ora di cena mangio un po’ di frutta..
    Però magari potrei provare a sostituire il latte con il tè o il caffè d’orzo?
    Ma tu come lo prepari?
    Perchè a me quello solubile non mi fa impazzire: non si scioglie bene…
    Hai una marca da consigliarmi?
    Pisi

    • Io uso quello che trovo, anche quello della Coop 😀
      Per non far venire i grumetti, faccio così: scaldo l’acqua in un pentolino e la verso nella tazza in cui ho già messo 2 cucchiaini rasi di orzo. Anche senza girare, i grumi non vengono, se metti l’acqua sull’orzo e non viceversa.

  8. Le verdure vanno benissimo anche saltate in apdella, basta usare pochissimo olio extravergine, coprirle e farle “sudare” per perdere acqua. E’ il principio della macrobiotica e funziona alla grande.
    Io faccio così anche la frittata in cui metto metà parmigiano e metà farina e poi butto su un mare di verdure saltate come sopra, chiudo col coperchio e faccio cuocere in un incrocio fra il forno e la vaporiera.
    E’ anche più buona!
    Comunque in 10 giorni ho tolto 1,5 kg.
    Altri 3,5 al traguardo.

    • Ma come hai fatto? Io mi ammazzo anche sul tapis roulant ma niente!
      Ma secondo voi potrebbe esserci alla base una intolleranza alimentare? Un alimento che magari mi gonfia? solo che temo di uscire dalla visita con una lista infinita di alimenti che non potrei mangiare complicandomi notevolmente la vita…
      Voi che dite?

      • Io eviterei caldamente di fare i test sulle intolleranze: costano molto e non hanno alcuna valenza scientifica. Gli unici esami attendibili sulle allergie sono quelli che vengono fatti dagli allergologi, e quelli alimentari, per loro stessa ammissione, non hanno una percentuale di sicurezza tale da ritenerli scientifici. Secondo me la cosa migliore è provare ad eliminare per una settimana l’alimento sospetto, e vedere come stai: se ti senti effettivamente meglio, potresti sostituirlo o reintrodurlo in piccole dosi un po’ alla volta.

  9. Mf mi hai contagiata con il Tic , ora sono tic tisana dipendente 😉 , ne ho trovata una agli agrumi che è fantastica e vogliamo parlare di quella alla mela e cannella ? Io comunque il caffe d’orzo lo faccio con la miscela d’orzo e la moka apposita ed è tutta un altra cosa 😀

    • Vero che è stra-buono? Io odiavo i dolcificanti con l’aspartame: lasciano in bocca un gusto dolciastro ORRENDO. Questo è veramente fantastico, non si sente per niente…

      • si si è buonissimo , tranne che nel caffè che un pochino si sente, io mi faccio un litro di tisana e poi la bevo nelle varie gtadazioni , calda tiepida e fredda 🙂

  10. bellissssssimissssimisssimo post!
    casca a fagiUolo!
    sono a dieta da…10gg!
    non vi dico quanti chili devo perdere…vi dico solo che sono “reduce” da 2 gravidanze nel giro di 18 mesi (e penso di avervi detto tutto!!!)
    e l’ultima è stata a settembre 2010!
    quindi attenta attenta nel mangiare….soprattutto le schifezze (che però son tanto buone), la cioccolata, pane&pasta e latticini.
    beh…sarà stata la terapia d’urto, ma la prima settimana ho perso quasi 2 kg!
    e sabato ho anche avuto la mia giornata di gratificazione!!!

  11. iniziato proprio oggi!! mi leggi nel pensiero forse?? comunque niente festeggiamenti con parenti antipatici, già aboliti da un pezzo!! ma il desiderio di infilare i jeans che non si allacciano, quello sì!! un abbraccio barbara, più ti conosco e più penso che abbiamo taaaante cose in comune!!

  12. Io le diete le inizio tutti i giorni, tutte le settimane e tutti i mesi.
    Il mio problema e’ la famiglia. Perche’ al lavoro bene o male riesco a contenermi, ma a casa pasticcio di continuo.
    Forse qualche giorno fa un passo importante l’ho fatto. Ho comprato una bilancia. Ed ho iniziato a pesarmi tutte le mattine.
    Sul pesarsi o meno ci vorrebbe un post a se. C’era un tempo in cui mi pesavo anche 10 volte al giorno. Allora li, capisci che hai un problema. Capisci che il peso e’ il tuo chiodo fisso.
    Nonostante un matrimonio felice e due figlie adorabili, il peso e’ ancora il mio nemico numero 1. Quello che mi impedisce di essere veramente felice con me stessa.
    Ma accettarmi per quello che sono, mai non ci riusciro’ mai.
    Comunque anche io ho deciso di perdere peso per Natale. E ci provo da solo due giorni. Bevo cosi tanti liquidi che quando cammino riesco a sentire lo splash nello stomaco 🙂 Buon inizio a tutte !

    • Secondo me pesarsi tutti i giorni è sbagliato. Te lo dico severamente 😀
      La bilancia non deve servire, come non serve al neonato fare la doppia pesata. La bilancia sei tu. La bilancia solo i jeans che vanno larghi, le cinture che si stringono, le maglie che cadono meglio…
      Mangia meglio non per dimagrire, ma per trovare la te stessa che riesci ad accettare. La bilancia non ti serve. Ti servi tu, ti serve il tuo amore, ti serve la tua fiducia.

    • Come me!!!! anche io mi metto a dieta tutti i giorni..ma come si fa a essere costanti????
      no basta devo assolutamente comperarmi tisane verdure e portare tutto in ufficio. Il mio problema è che faccio 8-13 al lavoro e poi scappo a fare altro (spesa, pulire la casa), non riesco a mangiare in ufficio e la sera fine della dieta….non riesco assolutamente a organizzarmi!!!!!!!!!
      aiutatemi!!!!!

      • Secondo me, come hai detto, è solo questione di organizzazione. Non riesci a preparare un minestrone o una zuppa la sera prima?
        Altrimenti buttati sui surgelati: i minestroni pronti sono un’ottima soluzione, e anche la zuppa di pesce della Buitoni: sai che ha pochissime calorie?

        • Ciao carissima, ogni tanto mi butto sui surgelati ma….mi piace da morire fare le torte, la pizza in casa,fare il pesce, cucinare la carne, fare delle torte salate..insomma sono una massaia mancata.. 😉

          detto questo la mia giornata parte alle 6,30 quando mi sveglio, doccia, caffè al volo, preparo i vestiti x la pupa e alle 7,15 esco di casa (vestita speriamo in maniera decente). Della pupa si arrangia papà.
          Ore 8,00 entro in ufficio.
          Ore 13,00 esco dall’ufficio, prendo il bus e torno a casa.
          Arrivo a casa verso le 13,40.
          Quando arrivo mangio quel che c’è al volo e inizio a rassettare, preparare x la cena, fare i letti e fare qualche pulizia (quelle di fondo oramai sono inesistenti…), lavatrice e scarico la lavastoviglie che è andata la notte.
          Ore 15,15 cerco di rendermi decente ed esco a prendere la pupa a scuola.
          Dopodichè ci sono ludoteca o biblioteca, oppure giochi a casa.
          ore 18,00 bagno alla pupa mentre preparo la cena.
          Ore 19,00 cena (abbiamo anticipato visto che la mattina si alza alle 7,10 poveretta ed era molto stanca).
          Dopo cena io rassetto la cucina e papi sta con la pupa.
          Ore 20,30 papi va a letto a leggere le fiabe alla pupa e io stendo i panni, tiro dentro quelli asciutti, stiro, carico la lavastoviglie….dopodichè stramazzo al suolo……
          ah dimenticavo in tutto questo baillame ci sta la spesa dopo il lavoro quando riesco, il gatto di casa da pulire e dargli da mangiare, …….consigli su come organizzarmi x l’alimentazione?
          tenete conto che devo anche preparare il pranzo che mio marito si porta al lavoro……..

          • Io punterei molto sulle insalate miste e sui minestroni: questi si cuociono da soli, senza che ci pensi. E poi ridurrei drasticamente il tempo passato a pulire casa ahhaaa 😀

            • Ciao carissima, il problema è anche cha la pupa non mangia insalate e minestroni e poi mio marito già è magro e col lavoro che fa che è sempre in piedi muore di fame….quindi devo x forza di cose fare qualcosa anche x loro due….
              la casa guarda sembra che pianga da tanto è sporca oramai

            • e poi anche se i minestroni si cuociono da soli devo essere in casa….le volte che sto fuori con la pupa e arrivo a casa alle 19,00 come faccio?
              lo so..sono senza speranza…..

              • io ho alcuni piatti tipo timballi di riso e paste al formo light che preparo e poi ripasso in forno una decina di minuti.
                puoi cucinare a giorni alterni così!
                mentre per i secondi l’arrosto o l’arista che si fanno in pentola a pressione e non è necessario fare con quintali d’olio (io li faccio con un po’ di brodo di dado homemade) sono veloci e buoni anche il giorno dopo.
                poi uova una volta a settimana non mancano mai, velocissimi.
                mentre insalate di pasta (o di riso) quando lessi più pasta la sera prima, vanno bene anche per il giorno dopo per il pranzo di tuo marito.
                le zuppe invece d’inverno sono una genialata. io prendo quelle della coop che non ha nno bisogno di ammollo. mezz’ora in pentola a pressione e le mangia anche momo. cereali e legumi.
                poi aggiungo se mi viene in mente altro

              • Io questa settimana, con Dafne malata e ZERO tempo di cucinare, per la cena mi sono organizzata così: insalata fresca mista (per pulirla ci vanno 10 minuti, si trovano) e un secondo surgelato da fare al forno: hamburger e polpettine vegetali, filetti di pesce vario al naturale, cotolette di tacchino e spinaci. A pranzo, orrore, questa settimana le barrette Pesoforma! Quando sono indietro col lavoro le uso, dimagrisco, e godo come una scimmia a mangiare qualcosa al gusto di cioccolato.

  13. che strazio…io nn ci riusciro’ mai, son presa alla fame…
    al nido do da mangiare ai miei lattanti alle 11.00
    di solito il primo per gli altri non è mai pronto c’è contorno e pietanza…
    se riesco in quel momento mangio quello
    altrimenti se c’è piatto unico devo aspettare e mentre muoio dalla fame mangio PANE…
    maledetto demoniaco pane…
    e poi mangio male, scomoda e di fretta e penso che questo influisca tanto sulla dieta….
    quindi poi capita che a metà pomeriggio mi venga una fame vorace!
    alla sera cerco di mangiare quello che nn mangio a pranzo…
    questo week end eravamo solo io e Ale e abbiamo mangiato le stesse cose…iposodiche

    pero’ ho fatto un’amara scoperta….
    nn siamo piu’ amiche amiche perchè a me il caffè d’orzo fa SSSSSSSSSSKIFO! :p

  14. E’ difficile prima di natale perchè ci sono troppi dolci che iniziano a girare però voglio provarci!!! 😉

  15. ci sto! ci provo e mi ci metto pure d’impegno. la dimostrazione? l’ho detto a mio marito che adesso mi terrà a bacchetta! ci risentiamo per vedere come va, ok?

  16. ieri primo giorno…ho mangiato una finocchiella cruda prima della pasta (a pranzo)così ho dimezzato la quantità di pasta, a merenda thè, a cena mi sono fatta la crema di zucca e poi un pochino di carne, ma tutto senza pane e senza dolci!!
    oggi di tutta risposta mi hanno regalato 2 confezioni di cioccolatini al dulce de leche direttamente dall’ Argentina….ohi ohi ohi…come farò a reggere fino a sabato, si a sabato perchè come hai detto tu un giorna a settimana di gratificazione zuccerosa è d’obbligo!! GIUSTO?

Trackbacks

  1. […] quante di noi hanno questo obiettivo in mente? Siamo in tempo, perfettamente in tempo per una dieta pre-natalizia… per perdere quei due o tre chili che poi rimetteremo su con il pranzo di Natale e il Cenone […]

Parla alla tua mente

*