Gli acquisti in serie. Parliamone.

Non so voi, ma io sono una di quelle che quando vede qualcosa che le sta bene, che ha un prezzo appetibile e che versa sul filo dell’equilibrio tra basico e “particolare”, si lancia nell’acquisto in serie. Parliamone.Qual è il risultato di questo ennesimo gesto compulsivo?

Avere un guardaroba piatto con il quale pur indossando colori diversi, sembra di essere vestite sempre allo stesso modo.

Invece nella famosa analisi di inizio stagione che ho fatto quest’anno, mi sono accorta che in genere dei due (se va bene), tre o quattro dolcevita in diverse nuance, delle due gonne a balze estive, dei tre cardigan a V con cinta, c’è sempre uno dei capi usato e magari liso e gli altri matematicamente intatti. A volte proprio MAI messi.

Da quest’anno quindi mi ero ripromessa di non fare più quest’errore, eppure…

No, io ci ho provato, ma evidentemente questi gesti non si chiamano compulsivi a caso e quindi mi sono ritrovata con due maxipull leggeri uno grigio chiaro e uno rosa cipria.

In questo caso ho potuto chiaramente comprendere che in genere il capo che si usa di più è il primo che abbiamo adocchiato, il primo amore, quello che abbiamo subito provato e che immediatamente abbiamo immaginato abbinato a quello che abbiamo nell’armadio. L’altro in genere è l’acquisto “razionale” 😀 che in effetti a scriverlo mi viene da ridere a me per prima.

un maxipull by Trashic featuring christian louboutin booties

Ma il fatto è che io il maglione grigio me lo son visto subito addosso, su canotta di seta nera o canottierina a costine grigio tuta, sulla T-shirt bianca rubata al MaritoZen, abbinata ai leggings, agli skinny, alla gonna ampia verde militare messo dentro e lasciato un po’ sbuffare. Abbinato alla gonna nera e fermato da una cinta. E questo solo dentro il negozio.

Poi l’ho messo almeno altrettante volte, cambiandogli profilo.


Maxipull grigio, ancora abbinamenti by Trashic featuring metal jewelry

Invece quello rosa cipria l’ho messo una volta. UNA. In casa per provare ad abbinarlo. Poi il tempo è scaduto e l’ho riposto appallottolato nell’armadio.

Ora, a parte stirarlo che ci faccio?

Ecco. Forse dovrei trovare una strategia per schivare gli acquisti in serie, perché sono veramente inutili.

Ma sono l’unica ad avere questa patologia?

Commenti

  1. A me succede con i lupetti leggeri , 4 di neri (ma son giustificata li metto sotto la divisa in negozio) ma una vagonata di tutti gli altri colori … la cura , troviamola assieme … ciauz
    oggi vado a farmi un assaggio coccoloso

  2. Pure io lupetti.
    Però li metto tutti.
    I problema è che ogni tanto compro dolcevita più grossi che metto…quasi mai!!!
    Ne ho due e basta per fortuna (bianco e cammello) ma non li porto quasi mai.
    Quelli sottili li distruggo e cercod i mipormi di non farli diventare troppo distrutti a furia di indossarli.
    Oppure le t-shit a manica lunga…un disastro!!!

    • va be’, però se li usi, è un altro discorso.
      io per esempio prima compravo anche i pantaloni in questa maniera. il problema è che nel mio caso, la prima scelta era sempre quella che mi serviva o avevo voglia di indossare… grrrr

  3. io ho 5 golfini di benetton, tutti uguali, girocollo, di lana sottile.
    Uno viola scuro, uno viola chiaro, uno beige, uno azzurro e uno a righe sul marrone.
    E me li metto tutti devo dire.
    (però io ne ho comprato solo uno, gli altri sono regali del Marito che a comprarmi i vestiti è proprio bravo)

  4. Io devo sempre acquistare i capi a due a due, in tinte diverse ovviamente (quando mi piace tanto tanto anche a tre a tre!). Mi piace una felpa? Ok, la prendo di due colori. Idem per gonna o pantaloni. E’ più forte di me, anche se sto cercando di “guarire”…di recente ho preso due jeans uguali da oviesse, uno nero e uno blu, e due gilet da bonprix, uno viola e uno bordeaux…
    Mi sono ripromessa che la prossima volta mi imporrò di NON farlo. Ci riuscirò? Ai posteri…

  5. Anch’io sono per gli acquisti in serie, e anch’io a volte sbaglio…la mia vera dipendenza è il nero.
    Esempi:
    1)ho acquistato due maxi pull da portare con gli skinny, uno nero e l’altro grigio, caldissimi e morbidissimi. Quello nero l’ho usato un sacco quello grigio una volta.
    2)ho comprato due traggings, uno nero e uno blu, quello nero lo uso tantissimo, quello blu molto meno…
    3) Ho preso due skinny in velluto a costine, uno nero e l’altro navy, quello nero lo porto spessissimo quello blu praticamente mai!
    Forse dovrei fare come il mio compagno, che sabato ha comprato due paia di jeans identici, al mio sguardo basito ha risposto: “finalmente ho trovato il modello che cercavo nel colore che cercavo, tanto i jeans più o meno sono tutti uguali!”
    Pisi

  6. io lo faccio sempre se una cosa mi piace compro tutt ele nuances disponibili ma in genere le metto perchè sono pigra e non vado spesso a fare spese quindi o questo o…
    😉

  7. Io in serie acquisto i dolcevita quando trovo quelli che mi piacciono , ne ho tre di Camaieu uno verde uno azzurro uno nero , quello azzurro lo uso talmente poco che l’ho dimenticato a casa dei miei e non mi viene mai in mente di recuperarlo … peccato che quel modello non lo facciano più 🙁

  8. presente! Anche io soffro delle steffa patologia, in particolare per i maglioni: ne ho una serie di Benetton, alcuni anche di colori non splendidi (verde scemo), che ormai infestano il mio armadio, e che mi impediscono di fare shopping…grunt.

  9. arghhh!!!! L’ho fatto di nuovo! Ma non è colpa mia…Da Kiabi ci sono i giorni folli, 2 capi acquistati, due regalati. 2+2 quindi.Come potevo sottrarmi? Ho preso due pull uguali di diverso colore con cappuccio e zip a righe, e due felpone uguali, una nera e una blu, con cappuccio per mio figlio 12enne, pagando solo i primi due 🙂
    Ecco le prove:
    http://i198.photobucket.com/albums/aa98/neve61/aaaa-3.jpg
    Consiglio di dare un’occhiata al sito perchè ci sono delle vere occasioni.
    Non guarirò mai!

Parla alla tua mente

*