Guest post: La margherita e il lappio e l’abbigliamento per le feste

Buongiorno!

Oggi abbiamo un’ospite speciale, una vera guru dello stile, niente a che vedere con il trash, lei è chic e basta.

Ecco a voi Paola, La margherita e il lappio, che ha disertato per un attimo le sue stylish classes per fare un salto da noi.

Le abbiamo chiesto qualche cosiglio su come vestire durante il periodo delle feste natalizie, che generalmente è pieno di impegni e occasioni per sfoggiare qualcosa di diverso, e lei ci ha addirittura preparato una serie di post con idee per le varie occasioni. Lascio a lei la parola.

Cena di Natale con amici.

Lo so, l’atmosfera natalizia rimanda al rosso. Ma io amo trovare delle alternative.
Pensando al look adatto ad una cena di Natale con gli amici, mi sono divertita a giocare con colori vicini al rosso — ma più freddi e riservati, come il bordeaux e il rosa — e a selezionare capi da riutilizzare in molte altre occasioni.
Il vestito a pieghe bordeaux è etereo, grazie al tessuto leggero, ma passionalmente femminile, grazie al colore.
Da indossare anche con una cintura beige, color cuoio o blu in suede. E da re-inventare per una passeggiata in città con delle calze pesanti color fumo e un paio di stivali scuri sopra al ginocchio.
Il romantico cardigan rosa-cipria traforato — bello anche lavorato in maniera più grossolana — è perfettamente in contrasto con il tessuto in chiffon dell’abito. Da lasciare assolutamente sbottonato o da chiudere in maniera “distratta” con una spilla (meglio se antica, da balia).
Le maniche a pipistrello lasciano i polsi scoperti e danno la possibilità di giocare con tanti braccialetti (bangles) indiani, marocchini… aggiungendo un tocco orientale.
Il romanticismo di questo cardigan si può smorzare in qualsiasi occasione (non troppo elegante) con jeans, camicetta bianca e scarpe da tennis.
Il blazer doppio-petto rosa-antico, con bottoni dorati ha un taglio maschile ma il colore raffinato e femminile lo rende perfetto per un look deciso ma sofisticato.
Il tacco è d’ obbligo.
E una clutch (o pochette, per dirla alla francese) lineare e un po’ severa (ma non nel colore) ci sta perfettamente, soprattutto se le scarpe sono in vernice.
Alternative: anche un bel blazer blu sta molto bene con l’abito bordeaux.
Oppure, al posto del blazer (che in questo caso fa le veci del cappotto), potete indossare un giaccone o un vero e proprio cappotto sui toni del beige, del marrone o del blu.
Evitate il nero, che stona con il colore dell’ abito.

Commenti

  1. Conosco e seguo questo chiccosissimo blog, suggerimenti di una classe innata , lei è chic e basta , ora quando mi devo comprare o cucire qualcosa, prendo spunto da lei , bellissima l’idea del rosa/bordeaux.
    Grazie

  2. ok, ho evitato il rosso ma mi sa che non posso evitare di arrossire per queste belle parole di presentazione … !!!
    grazie … paola

  3. Paola è una vera guru e di stile ne ha da vendere.
    Davvero carino questo look natalizio, non convenzionalmente rosso, ma raffinato e chiccosissimo…

  4. Nulla da dire. Da quando seguo i tuoi consigli amo ancora di più i colori. Ho solo un appunto: ma chi fa il Natale con gli amici????? 😉

    • io! non il giorno di Natale, eh? qualche giorno prima, per scambiarsi i regali … a proposito, tu non vai mica in spedizione tra un pochino? ecco, potresti presentarti con uno splendido abito in chiffon bordeaux! :-)))

  5. Bellissimo abbinamento…. e adesso vado a far ripetizione di stile sul tuo blog 😉
    Buona giornata!
    Chiara

  6. sei sempre mitica paolaaaaaaa!!!!
    da quando sono nate le stilish classes, il mio guardaroba non mi sembra più tanto sfigato…sabato prima di andare al compleanno di un’amica mi sono messa ad abbinare i miei capi più improbabili (tipo una maglia verde smeraldo con palle giganti bianche, un cappotto giallo senape, il vestito di addio al celibato di mia madre, perfetto per halloween)…e sono uscite fuori combinazioni carine! sto cominciando a sentirmi un po’ una guro delle tamarre!!!
    grazieee!

    • ma infatti tu sei troppo la guru delle tamarre. davvero. sei una tamarra chic. e’ per questo che io ti adoro (ti ricordi quando eravamo a belgioioso e io guardavo tutte le spillette con i fiori e tu quelle con i funghi …??? fantastica …)

Trackbacks

  1. […] lappio, un altro caso del destino: Paola che io non conoscevo, e che invece proprio oggi ha scritto un guestpost su Trashic, e senza che questo fosse minimamente organizzato.Insomma: è così. C’è la Barilla, che è […]

  2. […] giornata chic, Paola è di nuovo con noi per deliziarci coi suoi ricercati e raffinatissimi abbinamenti. Consigli per le feste e non […]

  3. […] che rende sofisticato anche un vecchio cappotto che non vorremmo più vedere nell’armadio (Paola […]

Parla alla tua mente

*