Ragazzina in fuga

Facciamo finta che io possa farlo, ok?

Allora fuggo via! Me ne vado in giro a incontrare persone, o a scrivere a un tavolino, magari sorseggiando una cioccolata calda (o una tisana, va!).


Ragazzina in fuga by Trashic featuring red skirts

Tenuta da collegiale, ma sofisticata.

Tutto ruota attorno alla gonna scozzese. Un semplice dolcevita antracite e a scelta o da sovrapporre un cardigan smilzo dal taglio maschile e un gilet di pelliccia, capo di stagione per eccellenza.

Io ci metterei i mocassini senza pensarci troppo, ma se si volesse convertire il look per un’occasione un po’ più importante, un incontro particolare, un aperitivo, trovo queste pump perfette, ma a quel punto non metterei assolutamente il cardigan, solo dolcevita e pelliccia.

Borsa grigio perla, impeccabile, chic.

Accessori: un paio di orecchini di oro giallo e occhiali da vista (per una fuga hanno sempre il loro fascino 😉 ).

Capitolo calze: qui un paio di parigine grigie ci starebbe benissimo, ma bisogna sentirsele. Io non me le sento :D. Un paio di 40 den fumo di londra è perfetto.

Per le mie amiche brianzole: sotto questo outfit un paio di stivali un po’ più caldo va benissimo 😉

Adesso si apre un quesito: cosa mettere sopra? Ancora non ho capito cosa si possa indossare sopra un gilet simile e quindi se questo capo molto trendy valga davvero la pena averlo. Mi piace molto, ma quando l’ho provato mi sembrava ingolfasse sotto il cappotto. Molto carino da solo, ma ormai in inverno siamo fuori tempo massimo per sfoggiarlo senza altro sopra.

Voi come lo indossereste?

Ce l’avete?

Lo vorreste?

Commenti

  1. Fantastica mise!!
    Su di me non vedrei il gilet di pelliccia…
    anche se concordo sul fatto che sia un must di questi periodi…

  2. Ma il gilet metterlo sopra al cappotto? (quelli di piumino si mettono sopra alla giacca o al giubbotto di jeans…)

    • io l’ho provato sul trench una volta. non mi dispiceva l’effetto, ma ero con mia sorella che invece me l’ha cassato e mi ha fatto passare la fantasia, quindi l’ho archiviato…

  3. Io ce l’avevo il gilet di pelliccia! Meravigliosamente fuxia, assolutamente sintetico e autenticamente vintage, acquistato in un negozio di usato meraviglioso che purtroppo non esiste più! Io lo portavo, come suggerisce Traspalena, sopra al giubbetto di jeans (era talmente caldo che compensava perfettamente la leggerezza della giacca) abbinandolo a maglione cicciottissimo a trecce con il collo alto e jeans a zampa sdrucito … beh, un’interpretazione diversa da questa shiccheria di Caia, ma del resto era un capo del 1973 e io mi atteggiavo a Janis Joplin de’ noantri! 🙂 Eh, che nostalgia!

  4. mocassini neri e lucidi presenti da sempre nella mia scarpiera, anzi l’anno scorso ne ho trovato un paio con un bel tacco 8, che dire: splendidi!….ma vogliamo parlare del gilet di pelliccia…parliamone….è bellissimo!

    • si, bello è bello, ma non vorrei che va a finire come per le mie numerose scarpe 12, che mica gli puoi dire che son brutte, però non le metto mai.
      ‘sto gilet mi sembra una di quelle cose che in autunno fa strano vedersi addosso perché la pelliccia rimanda subito ai grandi freddi, quindi sembra fuori luogo, e d’inverno… boh…

  5. A parte il gilet di pelliccia che è spettacolare ma non lo sento mio , questo era il mio look tipo quando ero una praticante di belle speranze , praticamente una vita fà 😉

  6. Ce l’ho il gilet di pelliccia: l’ho preso da Tezenis in autunno ed è molto carino. Ma, a parte il fatto che il dottor Ross quando l’ha visto me l’ha bocciato in pieno, resta da risolvere il problema del sopra: col giubbotto di jeans è troppo leggero e comunque non va sulla maggior parte dei miei abbinamenti. Sotto il cappotto mi sembra di essere lo yeti en travesti… su su, trovatemi una soluzione!

    • ciao, io lo abbinerei ad una giacca, camicia o cappotino in tessuto tecnico (tipo Aspesi per intenderci), perchè i capi molto versatili, leggeri, poco ingombranti e tengono caldo quanto basta.

    • secondo me l’unica soluzione è metterlo sopra come diceva trasparelena.
      solo che non deve essere molto gonfio altrimenti ingolfa.
      e poi quando uno si toglie il cappotto se lo rinfila sul maglione

      bah, ci devo rilfettere (questi sì, che so’ problemi!!!)

  7. Bellissimo questo set! Molto nel mio stile! Tranne che per il gilet di pelliccia che proprio non fa per me!
    Quindi io sopra ci abbinerei un bel cappottino ciliegia con sciarpone di lana stile college e baschetto color grigio antracite.. che ne dite?
    E, ovviamente, scrivendo dalla Brianza dove attualmente, alle 11.17 di mattina, ci sono -5°, un bel paio di stivali antracite, possibilmente con la doppia calza (che è quel tocco trash che non guasta mai!)!
    Pisi

    • ovviamente pensavo a te quando ho scritto il post 😉
      il tuo abbigliamento con cappottino ciliegia è perfetto!
      anzi non mi ci far pensare se non oltre a quello cammello entro in fissa pure per il cappotto rosso ciliegia che è sempre stato un mio debole…
      :*

  8. argh, io detesto la pelliccia…
    però mi piace tutto il resto: la gonna, la dolcevita, i mocassini e le parigine.
    Certo con questo freddo di indossare la gonna non se ne parla proprio… brrr!

  9. Mentre in estate la porto sempre, in inverno è più raro, sono freddolosa assai.
    Però per cene o momenti speciali è irrinunciabile.

Parla alla tua mente

*