Vestire la donna a triangolo invertito

Eccoci finalmente alla mitica apparizione della Personal TraShopper, nientepopodimeno che Caia in versione Becky Bloomwood, rivista e corretta, e carente di carta di credito, ma piena di idee e voglia di bellezza!

personal-shopper-online

Apriamo con Valentina, che ci ha scritto fra le prime:

Sono alta 1,58 e peso circa 55 Kg, ma spero di arrivare almeno a 52 per Natale.Il mio abbigliamento è molto casual, in quanto esco di casa la mattina alle 7,15 per andare in ufficio, poi alle 13,00 esco dall’ufficio e vado o a casa, o a fare commissioni o (le rare volte che riesco) in piscina.

Poi alle 16,00 vado a prendere mia figlia a scuola e vado con lei in ludoteca/biblioteca… oppure torniamo a casa.

Però vorrei cambiare un po’ abbigliamento… mi piacerebbe essere… più femminile (basta solo jeans e maglioni, ma qualche gonna, qualche scarpa col tacco…) però sempre comoda.

Il mio punto forte sono le gambe, sono abbastanza magre e sode nonostante l’età (44 anni).

Sono castana (ma tra un po’ mi rifarò bionda) con i capelli lisci e di una lunghezza media.

Vale

Nelle successive mail scambiate, Valentina ci ha praticamente aperto il suo armadio e io, che la trovo una delle attività più divertenti al mondo, mi ci sono proprio fiondata dentro!

Quello che ho notato dai suoi elenchi è stato:

  • predominanza di nero e viola
  • capi basici, ma tanti accessori divertenti (collane, stole e sciarpe, cinte)

Tutto sommato non ho trovato il suo guardaroba poco femminile, come lei lamentava di vestire, quindi la soluzione per valorrizzare quello che ha e rinnovare un po’ il suo riflesso nello specchio sta in qualche piccolo trucco e in un paio di aggiunte al suo guardaroba.

Innanzitutto per rendere femminile un abbinamento basico come pantalone e dolcevita, il gioco sta tutto negli accessori.

Le scarpe: ne abbiamo fatto uno speciale, proprio perché la scarpa per tutti i giorni possa non essere soltanto comoda, ma anche femminile, divertente, glamour. Quindi, Valentina, lascia stare per un po’ nella scarpiera le sneakers e sfoggia le allacciate con tacco, gli scarponcini alti e gli stivali di pelle che hai. Per tutti i giorni non ti obbligare al tacco a spillo, ovviamente, ma non rinunciare al tocco che qualche centimetro in più regala a un pantalone basico, semplice.

Le borse: una bella borsa, con personalità, rende ricercato anche un jeans con t-shirt (NO sneakers, please 😀 )

Gli orecchini: sbizzarrisciti. Senza andare su lunghezze che appesantiscano, scegli orecchini che illuminino il viso e attraggano l’attenzione sul viso (e quindi la distolgano da addome, braccia e seno), optando per forme allungate e non a palla. Le collane, visto che mi hai detto di averne molte, sfoggiale con moderazione. Prediligi collane sottili, girocollo, non troppo ingombranti, perché appesantirebbero un sopra più rotondo.

Le cinte: uno dei miei accessori preferiti. Mettine una per chiudere la solita camicia a vestaglia anziché chiuderne i bottoni (con una canotta sotto) e poi buttaci sopra un cardigan, che se no prendi freddo 😉 Oppure sovrapponine una all’incrocio dei tuoi scaldacuore, o, ancora, chiudici i tuoi maglioni “aperti davanti”, come li hai chiamati tu (intendi cardigan senza bottoni, vero?). Se ne hai una larga da poter mettere sui fianchi, sarebbe perfetta su uno dei tuoi maxipull con leggings per aggiungere quel tícchete — come dice mia nonna — in più.

Le sciarpe: perché solo sul cappotto? Lasciale addosso, sui maglioncini semplici e basici per creare contrasti di colore, arrotolate attorno al collo. Avvolgine una attorno alle spalle come fosse una piccola cappa. Tienila sciolta, con i due estremi lunghi davanti per creare una linea verticale e assottigliare l’addome.

Se vuoi investire (tu o Babbo Natale 😉 ) in qualche piccolo acquisto, ti consiglierei un accessorio forte e femminile come una bella spilla con la quale fermare una pashmina, o arricchire un maglione o il bavero di un cappotto. Considera che quelle sono le cose che è bello trovare sulle bancarelle, a pochi euro, hanno un fascino vintage che rende sofisticato anche un vecchio cappotto che non vorremmo più vedere nell’armadio (Paola docet).

Una borsa “importante”. Non necessariamente da centinaia di euro, ma bella, grande, capiente, possibilmente di pelle. Anche per questo ti consiglio il vintage, oppure gli outlet. A meno di cento euro si possono trovare ottimi compromessi. E ti consiglio di sceglierla grigia. Credo che nera ce l’abbia e per tutti i giorni resta più “leggera” e, se vogliamo, più ricercata.

Ma entriamo nel vivo.

Come vestire la donna a triangolo invertito

forme-del-corpo

Ecco qualche esempio di abbigliamento che valorizza al meglio la figura di Valentina e di chi come lei può vantare belle gambe, snelle e sode, e vuole camuffare un torace più rotondo. Ovviamente nella scelta dei capi ho cercato di pescare dal guardaroba di Valentina e restare vicina al suo stile.

triangolo-invertito-abbinamento-maxipull

Personal TraShopper per Valentina by Trashic featuring military boots

triangolo-invertito-abbinamento-leggings

Personal TraShopper per Valentina by Trashic featuring silk scarves

Il trucco è, ovviamente, mettere in risalto le gambe, con aderenze, colori più chiari o sgargianti, tessuti più pesanti (leggings, pantaloni stretch, pantaloni aderenti, calzamaglia di lana sotto shorts e gonnelline), osando delle lunghezze mini, mentre preferire linee morbide, ma tessuti sottili, che ingolfino poco per il sopra. Sì a maglie in lana rasata o cotone in p/e, non aderenti, cardigan che lasciati sbottonati diano respiro alla figura e a maglie incrociate che danno un effetto ottico che assottiglia il punto vita. Evitare quindi le lavorazioni di lana troppo cicciose, maniche a pipistrello, se il “problema” è un seno abbondante, e colli a ciambella. Taglio impero per vestiti e maglie, a gogò. Nel caso di Valentina si tratta di una “sproporzione” davvero minima, quindi si può anche lasciare andare abbastanza senza rischiare troppo 😉

Infine una mia proposta: gli shorts.

triangolo-invertito-abbinamento-shorts

Personal TraShopper per Valentina by Trashic featuring long sleeved cardigans

Se vuoi aggiungere qualcosa di diverso al tuo guardaroba ti consiglierei degli shorts, eventualmente da abbinare anche a un gilet, come qui. Rigorosamente con calze molto coprenti o, meglio, calzamaglie di lana.

Commenti

  1. Wow! Se è vero che Paola è una guru, è anche incontestabile che tu abbia un grande talento!
    Mi piacciono le tue proposte! Brava Caia.

  2. Lo sai che rpima o poi verrò anche io a bussare alla porta della trashopper?!!?
    Abbinamenti MERAVIGLIOSI.

  3. NOOOOOOO
    mi hai messa in prima pagina!!!!
    oddio spriamo che non leggano i miei parenti-amici!!!!
    oggi sono al calduccio sotto le coperte, con questo freddo ho deciso di coccolarmi un po’ e sono in ferie per una giornata……
    grazie mille Caia…..oddio in prima pagina!!!!!!!

  4. figata! :)))))
    le belle gambe sono un invidiabile punto di forza! se fossi in Vale punterei tantissimo sugli shorts, sono così carini…

    • anch’io…
      peccato che io fisicamente sono l’OPPOSTO!!!

      • Diciamo che io gli short li eviterei come eviterei anche gli stivaletti, ho le gambe magre ma….un po’ corte! farò comunque tesoro dei consigli soprattutto x leggins e accessori.

        • comunque tu sei proporzionata, vale, non hai le gambe corte, nel senso che sei alta 1,80 e hai 50 cm di gamba.
          tu hai delle gambe proporzionate alla tua altezza.
          quindi se trovi la lunghezza giusta, secondo me ti donerebbero molto 😉

  5. Sono incantata!!! Questo servizio di personal trashopper è troppo efficiente!!!Inizierò a far tesoro anch’io dei tuoi consigli per Valentina: abbiamo praticamente lo stesso fisico, solo che io sono un po’ più alta e anche ovviamente un po’ più pesante, ma anch’io come lei ho un decoltè importante e gambe piuttosto magre e rotolini di ciccia sparsi lungo l’addome! 😀
    Ma confido in un servizio personalizzata della nostra personal trashopper preferita!

  6. Caspiterina … mi sa che mi metto in lista anch’io . Sei la N° 1 delle Personal shopper…. Baciotti

  7. Appena esco dal tunnel dei casini rispondo anch’io alla mia trashopper preferita , non togliermi dalla coda mi raccomando 😉

  8. ….ho visto ieri gli short…sn davvero carini..ma domandina: alla mia età ti paiono indicati?
    baci e grazie del meraviglioso servizio.

    • vale, ma non hai mica 100 anni eh?
      e comunque gli shorts non devono essere a fior di chiappa. avendo belle gambe puoi scegliere una lunghezza a meta’ coscia e poi ripeto calze coprenti o calzamaglie.
      NO quelle cose orride e tamarre delle calze velate sotto gli shorts. (che o hai 15 anni e fai scappare una risata o rischi veramente di essere inadeguata!!!
      dai buttati!!!

Parla alla tua mente

*