Abitudini alimentari nel weekend

alimentazione-weekend

Qualche tempo fa sul post dei 5 errori da evitare nel weekend se sei a dieta, un commento interessante di My ha attirato la mia attenzione: come si fa ad adottare un regime low-carb (pochi carboidrati) quando hai dei bimbi in casa? Chiaramente i bimbi non mangeranno la tagliata di tonno all’aceto balsamico e i gamberoni alla griglia, ma chiederanno lasagne, pasta, polenta… o no?

Le obiezioni sono le seguenti:
– durante il we mi voglio riposare, non ho voglia di spadellare, dunque pasta pane e pizza diventano il cibo più veloce e più pratico da portare in casa;
– durante il we non ho voglia di litigare con i bambini sul cibo da mangiare, dunque preparo qualcosa che a loro possa piacere, come la pizza, i tortellini, i ravioli;
– durante il we mi voglio divertire, e se usciamo con gli amici, l’alternativa è pizzeria, cinese, birreria o kebab.

Tutte obiezioni giustissime, che richiedono solo un altro modo di vedere le cose. O di organizzarle.

Se il nostro obiettivo è cambiare, non possiamo accettare di fare fatica tutta la settimana, per poi rovinare tutto nel weekend. Ogni lunedì ricomincerebbe la stessa vita, la stessa frustrazione, la stessa paura (fondata) di non farcela a cambiare. E allora cambiamo!

E’ tutto meno complicato di quanto sembri.

Cosa cucinare per i bambini

Preparare una portata diversa per ciascuno è impensabile: è fonte di stress, richiede troppo tempo e vanifica i propositi di relax del fine settimana. Molto meglio la STRATEGIA DEL SURGELATO: in settimana compra lasagne e tortellini pronti in una buona gastronomia (io li compro alla coop). Dividili in porzioni singole e congelali. Nel weekend, se tu mangi la carne ai ferri con l’insalata, ai bimbi dovrai semplicemente servire una porzione di lasagne già pronte, da ripassare solo al microonde. Nessuno sforzo. E non sporchi nemmeno le pentole.

Se preferiscono la pizza, acquista quella al taglio (o congelane un pezzo la prima volta che la prepari in casa) e tienine sempre un paio di tranci in congelatore. Basta metterla 10 minuti in forno per avere una pizza buonissima e fragrante.

Proponi gli affettati: se i bimbi non gradiscono carne e verdure, proponi prosciutto cotto, mortadella, tacchino… Un bel toast prosciutto-formaggio da mangiare davanti ai cartoni animati è politicamente scorretto come madre e mentalmente rilassante come donna: proponilo senza sensi di colpa, non moriranno.

Cosa ordinare al ristorante

Se vai in pizzeria, puoi ordinare una buona birra, un’insalata e una grigliata di carne o di pesce (di solito le pizzerie hanno un menù ampio). Se non resisti alla tentazione della pizza, ordina una pizza con le verdure, ma senza mozzarella. E risparmia sulla crosta: mangia solo la parte interna e lascia il bordo. Il dolce può essere sostituito da un sorbetto, un gelato o una macedonia.

Se vai al cinese, punta sugli spaghetti di soia e sulle pietanze alla piastra: verdure, funghi, gamberi e vitello. Evita il riso e gli spaghetti di riso. Termina la cena con lichees o frutta sciroppata, gelato alla rosa o frutta caramellata, ma evita il gelato fritto o i dolci cremosi. Se possibile, scegli il giapponese, e prediligi piatti a base di pesce crudo, sushi e germogli, evitando la tempura.

Se compri il kebab, ordina un piatto con kebab, insalata, pomodori e salsa yogurt, evitando le patate fritte e il pane arabo. Evita anche i falafel, e piuttosto ordina piatti a base di lenticchie.

Se vai in birreria, ordina la birra che vuoi, ma scegli di mangiare una zuppa calda, una grigliata di carne o pesce o delle insalatone miste. Evita le patate fritte, gli hamburger e i crostoni. Scegli il gelato anzichè le crepes alla Nutella.

In fin dei conti… basta solo scegliere diversamente. Costa fatica? No, secondo me no.
Per quanto mi riguarda, costa molta più fatica vanificare gli sforzi di un’intera settimana, sperando che il we diventi la zona franca delle mie intemperanze alimentari.

Commenti

  1. Pensa un pò che livello di convinzione ho raggiunto io: per domenica preparo la cassoela con la polenta per tutta la famiglia (e alla chetichella) pollo al curry per me!!!! Ma non sono troppo bravissima? 🙂

  2. Condivido pienamente!Ti spiego la nostra strategia (magari anche sbagliata!) ma se abbiamo in programma una cena fuori, a pranzo ci teniamo leggeri mangiando un insalatona con formaggi light, carne alla piastra o pesce e pochissimi carboidrati.
    Poi durante il pomeriggio ci beviamo tisane e caffè d’orzo così la sera (senza trasfare ovviamente!) ci concediamo la nostra cena con calma e senza sensi di colpa.
    Sono gli alcolici l’arma a doppio taglio e per via delle troppe calorie”vuote” che contengono bisogna moderare, quindi si alla birra ma 0,2 l!
    Per esempio stasera ho organizzato una cena a casa nostra con mia sorella e le sue amiche.
    Oggi a pranzo mangeremo solo insalata e formaggio quick, mentre stasera il menù è il seguente: come antipasto/aperitivo grissini ripieni, freselle con pomodorini e mozzarella, affettati vari, poi seguirà timaballo di riso con crema di zucca, spinaci e provola affumicata, fagottini di lonza di maiale ripieni di bacon e prugne secche cotti nel marsala (ricetta di cotto e mangiato), peperoni grigliati al forno (ricetta light) e patate al forno (su richiesta delle mie ospite), strudel veloce di mele renette e tiramisù (io mangerò una piccola porzione di strudel)!
    Buon week end a tutte!!

  3. Sono interessanti questi articoli sul cibo, Barbara, molto. Per ora mi limito a leggere in attesa di trovare l’illuminazione che mi spinga a cambiare il mio regime alimentare pasticcione, pensandone uno pratico, veloce, sano, gustoso, possibilmente unico per tutta la famiglia variando solo le quantità. Roba da poco, ma del resto di spunti ce ne sono molti! grazie

  4. uuuuuuu come sono ispirante ultimamente.

    la mia obiezione era sul fatto che FOSSE SEMPLICE e che non si dovessero stravolgere le proprie abitudini, che mi pareva l’assunto di base del post di partenza. Perchè io non lo trovo affatto semplice.

    le cose che dici che si possono ordinare in alternativa sono abbastanza evidenti….
    però se ho amici a cena e per non sbattermi troppo faccio la pizza (mi capita 2 v a settimana) pizza è
    se ho amici a cena e per sbattermi ancora meno prendiamo pizza da asporto, sempre pizza è

    qualsiasi alternativa sarebbe uno sbattone.

    sulla questione surgelati per i bambini forse non è chiaro che io avrei 3 PERSONE da nutrire in questo modo, non 1 bambino. 2 bambini e 1 marito che pesa 15 kg meno di me :-D.
    Quindi congelare 1 pezzo di pizza o mezza porzione di lasagne non è una soluzione. (senza contare, l’avevo già pensato l’altra volta, che nutrire i miei figli in questo modo per 2 giorni su 7 sarebbe “cambiare le mie abitudini” sia alimentari che economiche che quant’altro).

    Ma ribadisco che il mio commento al post iniziale non era per dire CHE NON SI PUO’, anzi SI DEVE, perchè il w.end è cruciale nella dieta, ma non ditemi che sia semplice o che “non occorre stravolgere le proprie abitudini” perchè fare dieta nel w.end secondo me vuol dire farsi un C. NERO (ops, io ce l’ho già!) e stravolgere completamente le abitudini proprie (sbattersi di più in cucina o non mangiare) o della famiglia (evitare di invitare gente a cena).

    son proprio noiosa 😀

    • Certo che occorre stravolgere le proprie abitudini: se avessimo delle buone abitudini non staremmo qui a parlare di culo grosso 😀
      Quello che dico, è che si può fare senza eccesivo sbattimento. Per esempio, siccome tuo marito, il caro ‘io-ho-15-chili-di-meno‘ ha anche due braccine e due gambine, per esempio potrebbe LUI che non è a dieta cucinare per sè e per i bimbi, mentre tu pensi a te stessa. Le azioni malvagie fanno consumare più calorie? Speriamo!! muhuhuaaaaaa

      • d’accordissimo! 😀

        sai qual è la cosa malefica? che io dopo aver riflettuto su tutto ciò ho comunque provato ad attuare una mia piccola strategia banalissima, ossia mi siedo a tavola con gli amici e invece di mangiare una telia di pizza ne mangio una fettina 😀

        peccato che questa sia una strategia per NON INGRASSARE 2 kg a w.end, ma quando sei davvero a dieta per perdere peso 1 pezzo di pizza la sera, 1 piattino di pasta (per non cucinare doppio) a pranzo etc basti a vanificare gli sforzi settimanali 🙁

  5. Ecco, visto che domani ho i nipoti a pranzo e ho promesso loro la pizza fatta in casa, ne preparo un po’ di più e la surgelo per la saruccia durante la settimana si 🙂 e quella di domani la faccio anche per me…coi broccoletti fameeeeeee 😀

  6. Ho una curiosita’
    Leggo sempre volentieri i tuoi consigli sulla buona alimentazione sia qui che su mammafelice ma vedo che non compare mai il pesce,mi incuriosiva sapere se e’ una questione di gusto o se fa parte del tuo percorso verso un alimentazione vegetariana.
    Anche Noi mangiamo poca carne ma qualche volta mangiamo pesce cucinato in modo molto semplice,siamo vicini al mare e se lo compriamo dai pescherecci che arrivano la mattina si puo’ risparmiare molto.

  7. Immaginavo che fosse così

Parla alla tua mente

*