Appuntamenti mensili con la bellezza

Qui le cose si fanno un po’ più serie. Per gli appuntamenti mensili dovremmo riuscire a trovare qualche minuto in più, mettiamoci l’anima in pace. Ma c’è qualcosa di più importante del nostro benessere?

Depilazione. Per una donna mediterranea come me questo punto è assolutamente imprescindibile e d’estate diventa anche una tappa più ravvicinata, su questo non si transige, ma ne abbiamo già parlato

Capelli. Uno sguardo alla capigliatura è d’obbligo una volta al mese. Che sia una spuntatina fatta in casa alla frangia, o una visita al parrucchiere, una tinta o un henné casalinghi, una maschera o un cambio di pettinatura, una volta al mese ci dobbiamo imporre di guardarci veramente allo specchio e prendere in mano la situazione se necessario. Io, potendo, sarei per una visita al parrucchiere :P, ma quando non posso per ragioni economiche, hocomunque  la necessità di tingere i capelli bianchi. Ebbene sì, non commentate grazie 😉

Piedi. Quando sono esposti i piedi dovrebbero essere curatissimi, ma anche d’inverno non li si può abbandonare alla loro sorte. È importante dare loro il giusto tempo, anche perché ne gioverà tutto il corpo. Un bel piede è sensuale e dona leggerezza! Comunque le mosse indispensabili sono: un pediluvio (oppure iniziare il tutto dopo il bagno o la doccia che hanno funto da emolliente), rimozione dei residui di smalto, cura delle cuticole e taglio/limatura delle unghie, smalto (io sono per il rosso lacca a prescindere, poi ognuno ha i proprio gusti e i piedi sono suoi 😀 ) e infine, dopo l’asciugatura, crema idratante a iosa e massaggio.

Pulizia del viso. Anche qui, avvalersi di una professionista non sarebbe male, ma facciamo tutte i conti della serva e quindi ci accontentiamo dell’homemade. Ma questo non significa barare, intesi? 😉 Quindi primo step: detersione con latte detergente e un bel massaggio. Secondo: scrub e non c’è bisogno di ripetersi, no? Terzo: munirsi di bacinella e acqua bollente, chinarcisi sopra con un asciugamano che copra e restarci almeno una decina di minuti perché i pori si dilatino ben bene. A questo punto arriva la parte odiosa: la spremitura. Senza crearci solchi e cicatrici, si può agevolare la fuoriuscita delle impurità della pelle compiendo prima una pressione in prossimità del poro da pulire, poi tirare la pelle come ad allargarlo e infine spremere. Ci si può aiutare con uno specchio ingranditore. Finita questa parte, si salta al quinto step: tonico. Picchiettare il viso con una lozione delicata e tonificante aiutandosi con un dischetto di cotone. In seguito passare alla maschera riequilibrante. Dopo la posa, si asporta la maschera e si spalma una bella dose di crema idratante con un lungo e gratificante massaggio. Occhio a non fare queste manovre il giorno prima di un evento importante. In genere la pelle, in seguito a questa stimolazione, tira fuori il peggio di sé nelle successive 48 ore, ma poi splenderemo come stelle del firmamento!

Mani. Una volta al mese possiamo dedicare qualcosina in più alle nostre pratiche settimanali e quindi inizieremo la manicure con un bello scrub. Dopo la rimozione dello smalto, passeremo ad applicare una cremina emolliente per le cuticole. Limiamo le unghie e nel frattempo le cuticole saranno pronte per essere rimosse. A questo punto avremo dato lunghezza e forma alle unghie, quindi non ci resta che stendere la base trasparente e scegliere il colore di cui le vorremo avere. Infine, una volta asciugato lo smalto, una bella massaggiata idratante va sempre bene 😉

Commenti

  1. Cara Caia, sulla scia di questo post mi son fatta due conti in tasca.
    Ho calcolato che, con una frequenza di 4 max 6 appuntamenti all’ anno, dall’ estetista spendo quasi € 500,00 tra manicure (solo x le occasione 1 o 2 volte all’anno), pedicure (almeno 4 volte e quasi tutte in estae), ceretta viso (tutti i mesi), meches (ogni 2 max 3 mesi), taglio (la stessa frequenza delle meches) e piega (almeno 2 o 3 volte al mese).
    Alla fine è una bella somma…anche se molte volte per mantenere il risultato dell’estetista me le faccio in casa (tipo la ceretta gambe perchè uso il silk-epil ma almeno una volta all’anno la faccio dall’estetista!) e qui i prezzi sono molto bassi rispetto a Roma (o altre città), infatti il costo di una piega in casa oscilla dai 3 € ai 5 € e dal parrucchiere costa massimo 10 €.
    Ho pensato di tener proprio un quaderno pro-memoria e a fine quantificare i costi.
    Grazie per lo spunto di riflessione.

  2. Ecco, la spremitura :-S
    La mia vecchia estetista me la “spacciava” come necessaria (35 o 40 euro, non ricordo) e io per due giorni non potevo farmi vedere da nessuno…
    La nuova estetista invece mi dice che non serve a nulla (lei non la fa) e piuttosto mi fa scrub/maschera/infrarossi.
    Mi sono sempre domandata quale delle due abbia ragione….
    Qualcuno mi può aiutare a dirimere la questione? 😀
    Chiara

    • allora se stiamo parlando di cicatrici o faccia butterata non è normale, eh?
      però la spremitura vista come agevolazione manuale della fuoriuscita delle impurità è una pratica che pulisce in profondità. ma non deve farti male!
      il fatto di non poter uscire per due giorni capita anche a me, ma perché dopo tutta questa cura iniziano a fuoriuscire spontaneamente tutte le impurità sotto forma di brufoletti e sebo in eccesso che prima giacevano sottopelle creando quella vista un po’ grigia dell’epidermide.
      comunque la pratica di tirare la pelle come ad aprire i pori aiuta, invece di strizzare!

      • Mumble… la mia (ex)estetista usava i guanti in lattice monouso ed era parecchio delicata (anche se a volte mi ha fatto veder le stelle) ma mi restavano comunque segnacci rossi e pelle a rilievo in prossimità dei punti trattati.
        Quindi mi state dicendo che non c’è alcuna alternativa vera all’azione “manuale” per una pulizia profonda della pelle che faccia “fuoriuscire le impurità” (come dice Caia :-D)?

        • sinceramente non credo. o, meglio, forse se si trattasse quotidianamente la pelle con maschere purificanti, aiutandosi spesso con fumi e vapori per la dilatazione e facendo con molta costanza gli scrub, in realtà, forse non sarebbe necessario…
          ma tu quante volte riesci a farti scrub, maschera e fumetti???

          a settimana?

          😀

  3. La mia estetista fa la spremitura tenendo le dita tra due dischetti di cotone, in modo tale che le unghie e le dita non tocchino mai la pelle proprio per evitare che i germi infiammino i porti creando poi brufoletti e irritazione.

  4. Io li spremo a mio marito, va bene lo stesso? (questa è davvero trash…:-))

  5. Io invece adoro fare la pulizia viso dalla mia estetista! Me la concedo un paio di volte l’anno sebbene abia i prezzi piuttosto ridotti. Vado a casa sua, lei mette su delle musiche rilassanti ed è delicatissima! Dice che la mia pelle è di per sè piuttosto “pulita” (sarà che bevo tantissimo e mi trucco poco!) e il massaggio finale a viso e collo mi rilassa di più di quando ho provato quello alla schiena!
    E poi esco che ho una pelle luminosissima!
    Ottime le dritte per farsela a casa!
    E per quanto riguarda i piedi, io li avevo tutti secchi e screpolati, poi ho provato il metodo zia Polly e ora sono bellissimi!!! Ringraziala da parte mia!
    Pisi

  6. Io adoro schiacciarmi i punti neri: mi rilassa da matti. Infatti poi una settimana sì e una no ho il naso distrutto.
    Comunque io uso i cerottini per il naso, dopo la doccia, una volta a settimana. Proprio ieri io e Dafne ci guardavamo su youtube i video di Michelle Phan per fare il cerottino faidate: http://www.youtube.com/watch?v=-bjOB4zS0uE
    Lei usa 1 cucchiaio di latte e della gelatina per dolci (tipo colla di pesce) scaldati al microonde. Io quasi quasi ci provo, ma solo quando so di non dover uscire per una settimana 😀

  7. Cara Caia, è un po che mi affaccio, quasi giornalmente, su questo blog, oltre che su ” A lezioni di mammità” , ma solo oggi riesco a lasciare una traccia delle mie “incursioni”. Sono a casa con l’influenza con le mie due bambine, rispettivamente di tre anni e dieci mesi e mentre loro dormono provo a scrivere.
    Dei trattamenti di bellezza di cui parli quelli in cui riesco con il “fai da te” sono la ceretta (con le strisce depilatorie, risultato garantito e oltretutto sono assai economiche), il pedicure che eseguo un po’ con le tue indicazioni d’inverno e dall’estetista d’estate, utilizzo poi sempre pietra pomice subito dopo la doccia o il bagno, risultato eccezionale, piedi morbidi e senza calli o duroni; anche per me lo smalto per i piedi può essere solo rosso lacca cinese.
    Le mani, ahimè sono pigra, quindi solo lima per le unghie per renderle cortissime, a prova di tastiera e bambine.
    Per il resto un po’ come capita a volte faccio da me , a volte vado dall’estetista o dal parrucchiere.
    Per chi abita a Roma potrei segnalare un parrucchiere dai prezzi assai contenuti per la capitale e con del personale simpatico e competente, si trova in via Nocera Umbra. Fammi sapere se posso pubblicizzarlo o se magari violo qualche regola…
    A presto

    Stef

    • ciao stef, grazie dei passaggi e di aver trovato il tempo per soffermarti un po’! e incrociamo le dita che guarisca presto!
      riguardo il parrucchiere, puoi tranquillamente condividere. in questo spazio ci scambiamo informazioni vere, come tra amiche, raccontando quello che facciamo, per cui perché no? del resto è facile sgamare le “incursioni” solo autopromozionali o smaccatamente pubblicitarie e non ci piacciono, semplicemente perché non sincere!
      torna presto! 🙂

  8. mi sembra di essere tornata alle superiori… se alla prima interrogazione mi prendevo sette, la seconda era sicuramente da cinque! 😉
    e se me la ero cavata alla prova settimanale, per quella mensile, non glie la fo…
    sul capitolo depilazione sono abbastanza preparata, prof. I piedi sono diligentemente curati con la pomice e la cremina e smaltati d’estate (d’inverno, lascio spesso l’unghia libera di respirare…)
    ma già ai capelli non ci siamo. dal parrucchiere ogni due mesi con l’illusione che i colpi di sole rendano meno evidente lo stacco della ricrescita. e non commeno la pulizia del viso. non pervenuta. se faccio da me combino danni (ho una pelle davvero problematica) e non ho cuore di intaccare ulteriormente il budget con una ulteriore seduta estetica…
    Adesso mi studio qualcosa di molto dolce da fare in casa e poi vi faccio sapere… magari scopro un megatrattamento a costo zero e tempo zero (illusa, eh ;))

  9. ahhhhh!!! sono bocciatissima! c’è un premio di consolazione a chi non rispetta neanche una scadenza? ribadisco neanche una nè al settimanale nè al mensile! magari me la cavo con quello annuale?!?

Parla alla tua mente

*