Di nuovo in viaggio

Io e Momo siamo in partenza, andiamo a stare un po’ dai nonni.

E ovviamente io ho bisogno di un look a prova di guerriglia: un volo aereo, per quanto breve, da sola con Momo non è uno scherzo 😀


by caiacoconi featuring a pocket tank

Tanto per cominciare abbigliamento comodo, manco a dirlo. Punto secondo: abbigliamento a cipolla. Gli aereoporti e i passaggi che ti richiede prendere un aereo sono sempre a varie temperature ed è fondamentale potersi spogliare e rivestire facilmente. Punto terzo: top aperti davanti, qualcosa mi dice che Momo si vorrà fare la sua ciucciatina!

Quindi io ho optato per: leggings neri, canotta grigia, doppia camicia (più per vezzo che per necessità 😉 ) — quella jeans lasciata tutta aperta — cardigan nero ampio e lungo. Il mio inseparabile trench — che se qui fa caldo, figuriamoci in Africa ( 😀 ) — la borsa nera più capiente che ho ripiena di tutto ciò che possa distrarre Momo per cinquanta minuti, guantini di pelle che per portare da sola borse e valigie almeno non mi trancio le mani (ma comunque non sono adorabili???), stivale senza lacci né cerniere, perché ovviamente me li dovrò togliere per il passaggio di controllo mentre con una mano svuoto la borsa e smonto il Mac e con l’altra acchiappo Momo per il cappuccio mentre cerca di infilarsi dentro il metal detector (quello per le borse con il tappeto scorrevole, la volta scorsa ci ha provato!), infine una cappa di lana che la sciarpa me la perderei di sicuro.

Ecco qua! E che Dio me la mandi buona!!!

Commenti

  1. Da grande viaggiatrice che sono direi che il tuo look è elegante e funzionale … a prova di volo con Pupetto…buon viaggio

  2. Wow! Pensato sin nel minimo dettaglio!
    In Africa??? oh, che invidia: tu oggi vedrai il sole!!! Qui è un nebbione unico, fa freddo e io…ho voglia di primavera!
    Pisi

  3. buon viaggio, anche io quando affronto l’aereo da sola con Giorgia parto sempre a cipolla con mega borsa a tracolla (con biglietti-documenti e giochi-libri-biscotti-succo per lei ben raggiungibili), aggiungo una pashima che uso come sciarpa e coperta all’evenienza (temperature glaciali in aereo) nessuna borchia-cerniera o cintura (sennò mi devo trasformare in un polpo per tenere lei per mano mentre sflilo scarpe o stivali e rimango senza cintura). Lei è bravissima, mi sta appiccicata come una cozza e passa tutta impettita sotto al metaldetecor dando la manina al poliziotto di turno…. 🙂

  4. E Momo come lo vesti? 🙂

  5. Praticissimo l’insieme, io litigherei solo un pò con la cappa. La trovo adorabile ma poco funzionale all’allattamento/viaggio con pupo.
    Che nostalgia dell’Africa…dove di preciso, se posso, Caia?

  6. ragazze, era una battuta. sono in puglia, non veramente in africa! 😀
    ma il sole era veramente bello quando siamo atterrati e il clima mite. momo in questo moemnto è fuori con i nonni che l’avevano portato al mare.

    @lisa momo era vestito ultracomodo: lupetto blu, camicina a quadri col blu e il beige e cardigan verde acceso con zip, pantalone di felpa verde militare e scarpine a strappo blu. il suo giaccone sfoderabile (non si sa mai dovesse fare VERAMENTE caldo… che io posso attingere al guardaroba di mia sorella, ma lui no) cappellino e sciarpa a righe bianche e blu da perfetto marinaretto. ha conquistato tutte le hostess ^.^

  7. io sono stata in aereo l’anno scorso da sola con i child…in bocca al lupo 😀

  8. oddio le nordiche non sanno che la puglia non è europa ma africa?

  9. Ciao splendida!!!:-D Molto bello l’abbinamento che hai slteco! Penso che abbiamo fatto tutti un ragionamento molto simile al tuo per la scelta dell’interpretazione finale, ma anch’io sono davvero mooooolto felice della ricetta che ne e8 venuta fuori e sicuramente la ripresenterf2 a Natale 😀 Ti mando un bacioneAgo

Parla alla tua mente

*