Diario delle feste

Buon anno e ben trovate!

Per partire con un mood lento e occhieggiante alle passate feste, volevo ripercorrere con voi i miei outfit di questi giorni. Giusto un pretesto per raccontarci come sono andate queste occasioni d’incontro, aggregazione e convivialità.

Christmas night by Trashic featuring denim pumps

Per il Natale sono stata dai miei e quando avevo fatto le valigie avevo acchiappato poche cose tra cui il mio adorato tubino nero che mi salva spesso dalla famosa sindrome del NonSoCosaMettermi, quindi per la Vigilia ho indossato quello, con perle ai lobi e una paio di pump grigie. Unghie rosse d’ordinanza. Tutto qui, eravamo a casa, cena con parenti organizzata dalla mia mamma, e quindi non volevo strafare, ma non volevo neanche rinunciare a un tocco di leganza.

Christmas Lunch by Trashic featuring cashmere tops

A Natale eravamo sempre in famiglia, a casa e come una bambina ho voluto indossare subito uno dei miei doni di BabboNatale: i miei tronchetti rossi tacco 12. Abbinati con pantalone grigio e maglioncino color tabacco. Pallette d’oro ai lobi.

New Year’s Eve by Trashic featuring high heels shoes

A San Silvestro cena a casa di amici, molto soft vista la presenza di svariati unenni, ma comunque con fiumi di bollicine, stelle filanti e trombette (e palloncini). Io ho indossato il mio auto-regalo di Natale: il mio peccato del 2010, il vestito Lanvin per H&M. L’ho abbinato a un paio di décolleté maculate fucsia (tremate, gente 😀 ) a una marea di perle finte al collo e a una piccola clutch dorata. Smalto antracite. Avevo anche un paio di guanti sotto il gomito neri, e una sfilza di braccialetti, ma li ho tolti appena arrivata per cambiare Momo e me li sono dimenticati per quasi tutta la nottata. Sono stata il pupazzo di animazione dei bambini e il sogno proibito di mia nipote. Per il resto ero felice come una pasqua dentro tutto quel volume sfacciato. Ho salutato questo 2010 faticoso con tanta leggerezza, con le mie scarpe più discutibili e risate da bambina. E ho fatto un proposito, uno solo: ridere. (Re)imparare a ridere delle cose, di tutte le cose.


Welcome 2011 by Trashic featuring metal sunglasses

La mattina dopo ero abbastanza distrutta dall’ulteriore mancanza di sonno, quindi occhiali, occhiali, occhiali.

Però mi son rimessa i miei tronchetti molto capodanneschi, rossi e porta fortuna. Con vestitino e coprispalle grigi. Piccoli brillanti alle orecchie e una cinta sottile dorata, per un pranzo in famiglia.

Segreto svelato: a San Silvestro e Capodanno ho viaggiato con ballerine di scorta, e le ho messe per far le scale di casa al ritorno. Matta sì, ma fino a un certo punto!!!

E voi, care amiche ritrovate, che avete fatto durante queste giornate speciali? Mi raccontate uno dei vostri outfit preferiti?

Buon Lunedì, ma soprattutto buon inizio d’anno!

Commenti

  1. io ho…lo smalto nero:D e non di chanel:D ma quello ce l’ho:De l’ho sfoggiato con u nbellissimo pigiama rosso:D ho iniziato da fascion quest’anno:D?

  2. Bentornata e complimenti: come sempre…ottimi abbinamenti, originali, folli e semplici al tempo stesso.

    Una domanda: di chi è il vestito grigio dell’ultimo outfit?
    Grazie e, di nuovo, un ottimo 2011!

    PS Per me notte del 24 pigiamata (ma pigiama rigorosamente natalizio) perchè figlia e compagno erano piegati sul divano dal “virus-vomitone”, mentre notte dell’ultimo total black e gemme a profusione.

    • quello che ho scelto nel set di poly non me lo ricordo, ma basta che clicchi sul link sotto il set, e lo vedi sulla parte destra della pagina polyvore che ti apre.
      il mio invece era di (ethic) che è uno dei miei marchi preferiti, non troppo costoso, ma carino e stravagante quanto basta 😉
      mi dispiace per i virus… so cosa significa 🙁

    • Io mi sono messa addosso una maglia che avevo fatto io 16 anni fa, completamente fuori moda. E ne sono stata orgogliosa…. temo che il tempo della moda sia passato per me, oppure basta parlare di vintage e ci rientro in qualche modo? 🙂

      • io adoro il vintage, quindi rientri alla grande 😉
        e comunque sono andata a vedere la tua tovaglia delle feste e la trovo meravigliosa. uno di quei capi da reinventare ogni volta che di dieci anni in dieci anni decidi di indossare.
        per un capodanno l’avrei messa su una sottoveste di raso (o seta) grigio perla o rosa cipria. calza color carne (che dire senza fa troppo fashion victim) e sandalo o pump scultura. ecco, per me questo è vintage, vissuto, ma reinterpretato.
        la moda non è mica quella delle passerelle che cambia di settimana in settimana. noi di trashic preferiamo lavorare sullo stile, che sulla moda 😉
        bacio

  3. Il mio preferito non ho potuto metterlo perchè la festa dell’ultimo dell’anno è saltata causa marito malato.
    Però sarebbe stato: leggins in moahir grigi con vita morbida drappeggiata, miniabito a collo alto in maglia blu, decollete con tacco Fornarina nere e collana a cravatta argentata.

  4. Ben tornate!
    Wow!!! Che eleganza! Hai tutta la mia totale ammirazione per la scelta delle scarpe! Io a quest’ora avrei già almeno una caviglia slogata o un dislocamento della rotula!
    I miei festeggiamenti sono stati molto simili ai tuoi, solo che noi abbiamo festeggiato alternativamente con familgia e amici ma sempre da noi in taverna!
    Risultato? felicissima ma un po’ stanchina e anche un po’ contenta di rientrare al lavoro così almeno ni riposo un po’… 😉
    Il mio outfit preferito? Quello per festeggiare l’ultima notte dell’anno:mini abito a palloncino grigio in cachemere con collo ad anello ricoperto sul davanti di pallettes grigie(solo il collo, eh?), collana lunga lunga sulle tonalità del grigio, leggings e stivali neri!
    Buon anno!
    Pisi

Trackbacks

  1. […] io ne ho diversi, anche se ultimamente avevo comprato da H&M un tubino che ho anche utilizzato a Natale e di cui ho fatto una monografia sul mio […]

  2. […] instagram @caiacoconi di questo ultimo periodo, come un piccolo e inesauriente diario delle feste, come due anni fa. Divisa pre […]

Parla alla tua mente

*