Per tutti i giorni, capi basici #2

Con questo post proseguo un discorso parallelo sull’abbigliamento basico e sui must per un guardaroba perfetto, iniziato, per caso, la settimana scorsa.


basic plus verve di Trashic contenente leather brogues

Anche in questo caso la condicio sine qua non è la qualità, la vestibilità e la resa sul nostro corpo. Mi spiego: non parlo di marche e prezzi spropositati, ma di capi e accessori che si prestino a valorizzare la vostra forma fisica. Vi stiano comodi e abbiano un aspetto curato, non sciatto, non sciupato e meno che meno “improprio” (cioè che sembra l’abbiamo rubato all’armadio di qualcun altro).

In questo outfit ho scelto dei capi per me imprescindibili, ognuno dei quali può essere reinterpretato in base alle mode del momento, in base all’estro o all’umore del giorno, pur restando un “classico”, un “evergreen”, un capo-cuscino, un capo di salvataggio, insomma.

In genere non è difficile creare dei perfetti abbinamenti quotidiani, sicuri, ma raffinati, mettendoli insieme e dando alla fine un tocco di personalità.

In questo caso ho messo insieme:

  • il blazer navy perfetto sui pantaloni più o meno sportivi, sui jeans, sui vestitini, su gonne frou frou, o su pencil skirt, come capospalla nella mezza stagione e sotto il cappotto in inverno. Sovrapposto a strati di camicie e microcardigan. Sulla camicia jeans. Visto ultimamente chiuso da una cinta da uomo, addirittura sui pantaloni di tuta (ma questo, lo sapete, non lo approverò MAI)
  • la camicia da uomo celeste, magari bottondown, è ovviamente perfetta sotto giacche e cardigan, sotto i maglioni, ma anche annodata in vita sui pantaloni o short in primavera, lasciata aperta su un vestitino di cotone, strizzata in vita da un cinturone, addirittura come copricostume a vestaglietta. Vi assicuro che una volta nel vostro armadio ci andrete anche a dormire 😉
  • i pantaloni chinos (per chi non lo sapesse si tratta dei semplici pantaloni di tela di cotone da uomo, utilizzati per le uniformi militari negli Stati Uniti e nel Regno Unito, importati dalla Cina, da cui, appunto, chinos), che vestano in maniera perfetta e si utilizzano da primavera ad autunno, e anche in inverno se vivete, come me, in un posto dalla temperatura mite. Sono un passepartout da mettere con polo, t-shirt, camicia, giacca, cardigan, con ballerine o zeppe in estate, da lasciare sul tacco della stringata o arrotolare sulla superga, da chiudere con una bella cinta da uomo o arricchire con una cinta iperfemminile di un colore stravagante.
  • le oxford marroni, basta farvi una ripassatina dei daily outfit per vedere quante volte si possono indossare, io non potrei farne a meno. Ad avere belle gambe son carine anche con le gonne a pieghe, stile collegiale, ma in genere con pantaloni, larghi, stretti, a carota, alla francese, sono meravigliose. Io le trovo versatilissime marroni, ma ovviamente se avete un guardaroba tendenzialmente nero, potete sceglierle così.

Come accessori ho scelto collana e cinta iper-femminili, per smorzare l’effetto dell’accostamento navy/celeste/beige che fa molto uomo. La borsa è una mia nuova passione, ve l’avevo già proposta. Unisex, raffinata, capiente. Completa il tutto l’occhiale tartarugato. Volendo scegliere al posto della collana un altro accessorio che ravvivi e conferisca personalità ed estro al mix basico, opterei per un foulard da annodare alla borsa, da mettere tra i capelli.

Commenti

  1. Ho tutto…yeahhhhhhhhhh!
    Le Oxford marroni a tacco alto e nere a tacco basso.
    I apntaloni li ho in un jersey un po’ grosso per l’autunno-inverno. in cotne leggero per l’estate ma non mi appassiona il modello così ne ho ordinato un paio della closed che diventano anche a pinocchietto grazie a due bottoncini stategici.
    Ecco…la giacca…io ce l’ho di mille colori (nera, marrone in velluto, panna, bianca, ROSA) ma blu no.
    Saraà che ultimamente preferisco i cardigan grandi e aperti, sarà che con il mio lavoro vesto più casual che formale…però no, quella mi sa che non la prendo.
    La borsa grande sul naturale, di forma rettangolare me la sono regalata per l’ultimo compleanno. Non ha le maniglie ma la tracolla accorciabile (con un gancio che in un secondo la fa diventare a spalla) e la adoro.
    Mi sa che la ritiro fuori prima della primavera!

    • io di quelli che si arrotolano col bottoncino ce li avevo in gravidanza. e’ stato il pantalone piu’ usato, da primavera a estate e anche nel puerperio. invece adesso ne ho un paio di zara che però mi si sono “smollati” dal sedere… ufff però beige ce li ho anche in cotone tipo gabardine invernali.
      voglio trovarne un bel paio per la primavera!
      di giacche anch’io ne ho diverse. le più usate oltre a quella blu: velluto a costine tortora invernale e rossa di cotone primaverile.
      sulle borse a me non bastano mai e visto che il mio compleanno è ad aprile credo che utilizzerò questi mesi per decidere quale sarà la prossima (a prezzi decenti però tanto la birkin me la regala la mia socia 😉 )

  2. Che bell’abbinamento!
    E ottima la minirassegna di capi imprescindibili 🙂
    Purtroppo di questa seconda puntata ho solo i pantaloni (marroni e non beige): quella che mi fa molta gola è la camicia…. ma a me le camicie non stanno bene pe’ gnnente!

  3. ‘sto giro sono davvero fuori… ho giusto i pantaloni chinos per la primavera/estate che però faticherò ad indossare quest’anno e la camicia celeste perchè io sono in camicia di media sei giorni su sette…. io adoro le camicie!!!!
    sul blazer temo di essere un caso clinico, causa sovraesposizione materna. ho passato tutta l’adolescenza (pre/post inclusi) obbligata alla giacca_blu_che_ti_dona_tanto
    e ora non mi ci avvicino nemmeno con il binocolo 🙂
    sulle oxford ero scettica, confesso. ma a vedere i tuoi infinti abbinamenti, mi sto un tantino ammorbidendo… vedremo se con i saldi ci salta fuori qualcosa.

    collana: presente. io sono la gioia di qualunque venditore di collane e affini sotto i 20 euro. il mio etagere trabocca di collane di ogni forma colore. in compenso, sono l’incubo dei venditori di cinture. credo di possederne giusto un paio nascoste in chissà quale meandro del mio armadio.

    per la borsa, che te lo dico fà? bellissimissima!!!
    occhialetti: n.p. devo riabituarmi all’idea, ma per ora, resisto…
    buon weekend, ragazzuole, mi sto preparando per una spedizione tra mamme… mariti (anzi, carte dei mariti) tremate!
    scherzo, eh. sarò tonta ma in quindici anni non ho mai usatola sua carta per lo shopping

Parla alla tua mente

*