Weekend detox con il semi-digiuno

digiuno-liquido

Favorevoli o contrarie al digiuno? Io sono favorevole, purchè sia davvero portato avanti come ‘digiuno terapeutico‘, ovvero un digiuno controllato, di brevissima durata e condotto in maniera rigorosamente sana. Quindi NO ai digiuni totali e prolungati, dal mio punto di vista.

Dico invece di sì al semi-digiuno, ovvero introduzione di alimenti liquidi, per 2 giorni di seguito, ripetuto una volta al mese con il solo scopo depurativo e non dimagrante. Che poi, certo, con un digiuno di 2-3 giorni si perdono un paio di chili. Ma lo scopo del digiuno, secondo il mio personale parere, non deve essere il dimagrimento (=anoressia!), ma semplicemente la ricerca di benessere, il bisogno di depurarsi, la necessità di una disintossicazione lenta, serena e rilassante.

E qui iniziano i problemi logistici. Quando iniziare il digiuno?
In un mondo ideale, avendo 3 giorni di ferie, ci si potrebbe stendere a letto sotto le coperte a leggere libri, riposare ed ascoltare musica, senza scocciatori intorno, e il digiuno sarebbe davvero terapeutico. Nel mondo reale, non ci resta che il weekend, con il propabile sfottimento da parte di amici e familiari, che mangeranno impepate di cozze davanti ai nostri occhi mentre noi beviamo una tisana senza zucchero.

E’ difficile digiunare?
No, non lo è affatto. La difficoltà si trova nel contorno: ambiente, ritmi di vita, lavoro, famiglia… ma se ci si riesce a ritagliare un weekend di riposo, il digiuno è una benedizione.

Come si attua questo digiuno?
Premetto che non sono un medico e tutto quello che scrivo è frutto di una mia personale opinione… e in ogni caso non spingerei MAI nessuno a digiunare per giorni (alcune persone che io definisco integralisti e con evidenti disturbi alimentari, lo protraggono anche per 40 giorni), perchè è una cosa  stupida, dannosa, pericolosa, insulsa e che richiede uno strettissimo controllo medico. Ma un semi-digiuno di 2 giorni è veramente utile: dà moltissima energia e riequilibra l’organismo senza i fastidiosi effetti collaterali dei digiuni che durano più di 3 giorni, ovvero: acidosi, fiatella, crampi allo stomaco, crampi muscolari, brufoli, sudorazione, cattivo odore…

Programma per un semi-digiuno di 2 giorni

Ecco come faccio io, e ve lo dico oggi che è giovedì così potete organizzarvi e fare digiuno insieme a me. Chi ci sta?

Venerdì sera:
Cena: crema calda di verdure (senza patate), per esempio: zucca, piselli, sedano e carota + mele cotte al microonde senza zucchero, nè miele

Sabato:
– Colazione: tè verde o tisana energetica a base di zenzero + mela grattugiata aromatizzata con la cannella (no zucchero)
– Spuntino: tisana ai fiori o ai frutti + pera grattugiata aromatizzata con anice stellato o cardamomo (no zucchero)
– Pranzo: frullato di frutta mista in quantità (banane, fragole, kiwi, mela, pera…) frullata con mezzo bicchiere di latte scremato
– Spuntino: tisana al miele + banana frullata
– Cena: frullato di frutta mista in quantità (banane, fragole, kiwi, mela, pera…) + succo di prugna

Domenica:
– Colazione: tè verde o tisana energetica a base di zenzero + mela grattugiata aromatizzata con la cannella (no zucchero)
– Spuntino: tisana ai fiori o ai frutti + pera grattugiata aromatizzata con anice stellato o cardamomo (no zucchero)
– Pranzo: frullato di frutta mista in quantità (banane, fragole, kiwi, mela, pera…) frullata con mezzo bicchiere di latte scremato + frutti di bosco interi
– Spuntino: tisana al miele + banana
– Cena: vellutata di verdure verdi (zucchina, bieta, sedano…) + macedonia mista

Durante la giornata: tè, orzo e tisane a volontà, ma senza zucchero (al massimo 2 cucchiai di miele al giorno).

Come vedete, si mangia abbastanza: non è un digiuno vero e proprio, ma solo un digiuno liquido basato su frutta e verdura fresche non cucinate e trattate il meno possibile. Ovviamente è importantissimo che le verdure e la frutta siano biologiche e fresche, senza pesticidi.
Alla fine dei due giorni vi sentirete cariche, motivate, piene di energia e voglia di fare.

Il lunedì, consumate un pasto frugale, riprendendo piano piano i ritmi normali dei vostri pasti, e non riprenderete nessun chilo perso. Iniziate la colazione del lunedì mattina con della ricotta magra mescolata a miele, semi oleosi e frutta secca, insieme a un caffè e una spremuta. Toglie la fame e vi dà le proteine necessarie a ricominciare il lavoro settimanale.
E per gli spuntini: frutta fresca biologica con la buccia!

Adesioni? 😉

Commenti

  1. Barabara sarebbe proprio bello ma durante il week end per me è impensabile, altro che organizzare una dieta di semi-digiuno, noi dal giovedì programmiamo le varie cene, di solito il venerdì invitiamo sempre qualcuno a cena da noi, il sabato sera cascasse il mondo ma mio marito alla pizza non rinuncia e poi la domenica siamo sempre a pranzo a casa dei suoceri!Inevitabilmente poi ad inizio settimana facciamo una piccola dieta depurativa di soli due giorni, lunedì e martedì, nel senso che limitiamo i carboidrati e cerchiamo di mangiare più frutta e verdura che abbiamo proprietà depurative.

    • La difficoltà infatti sta proprio nel trovare gli incastri giusti per farlo. Anche noi nel we abbiamo sempre ospiti, ma io una volta ogni tanto preferisco rinunciare alle cene con gli amici, se ho bisogno di prendere tempo per me…

  2. sai che ti dico, socia?
    che se non fosse che ultimamente sbarello e stramazzo al suolo come niente la farei.
    ma valgono i digiuni da virus intestinali che in casa abbondano?

  3. sarebbe bellissimo se non dovessi cucinare per glia ltri, uffa, ma lo terro in considerazione appena il Socio parte per qualche giorno!

  4. Uhm mammafelice… non mi convinci molto, sai?
    Dici che è “con il solo scopo depurativo e non dimagrante”, ma poi alla fine del post assicuri “non riprenderete nessun chilo perso”…
    Io che ho una innata tendenza alla rotondità per vivere bene devo mangiare poco, pulito e di qualità ogni giorno, se no divento automaticamente sferica.
    Credo anch’io che un bel semi-digiuno possa essere una cosa molto buona, specialmente dopo una sessione di stravizi alcolici e/o alimentari.
    Ma basta un giorno solo. Più di un giorno è per dimagrire (momentaneamente).
    O anche, basta riprendere a mangiare poco, pulito e di qualità, accompagnando il tutto con un bella tisana depurativa. Io ne ho una che uso due-tre volte l’anno per due settimane e che mi fa una pelle fantastica, tra l’altro.
    Baci, mi piacete!
    Alessia

    • Alessia, se noti, il digiuno semi-liquido che ho proposto dura un solo giorno, perchè nell’arco dei due giorni ci sono anche alimenti solidi a base di frutta. Un digiuno di un giorno è fantastico, e concordo con te. Ma un digiuno di due giorni è veramente ricaricante, sempre parlando di un regime controllato che in realtà non ti fa digiunare per niente, visto che il vero digiuno prevede di bere solo acqua e basta (cosa che io NON farei, nè consiglierei mai).

  5. Io ci ho provato tempo fa ma non ci sono riuscita.
    Mi riesce, invece, restare leggera a pranzo il venerdì e il sabato.
    Di solito a pranzo il venerdì mangio frutta e bevo the verde.
    E la cena è solitamente o crema di verdure (senza patate) o verdura cotta.
    Il sabato a pranzo mangio verdura cotta (o insalata).
    La sera mi concedo una pizza (senza mozzarella).
    Il pranzo della domenica è sempre stato sacro…quindi mangio, poco, ma mangio.
    La sera della domenica, invece, frutta e tisana.
    La colazione di tutti i giorni rimane invariata.
    Ecco…non è proprio come la tua…però cerco di riequilibrare se mangio qualcosa in più…

  6. La mia dieta si basa su un principio disintossicante per l’intestino, che secondo il dietologo è alla base del dimagrimento e del benessere; è di 5 settimane, non prevede digiuni ma uno schema alimentare che si basa su alcune regole.
    Il pranzo o la cena sono sempre così: acqua+verdura cruda+piatto proteico+verdura cotta (in questo preciso ordine).
    La frutta è a colazione o negli spuntini.
    Acqua, tanta acqua , e tante tisane.
    I carboidrati sono razionati, e c’è un giorno in cui sono più abbondanti, che ruota ogni settimana (più o meno ogni 4-5 giorni).
    I cereali non vanno mai assunti in diversa tipologia contemporaneamente, perché hanno digeribilità diverse. Questa più o meno la filosofia. Per il resto è una normale dieta.

    • Quel che volevo aggiungere è che è verissimo che la vita che conduci rende più o meno facile seguire una dieta.

    • E’ molto interessante! Quanti carboidrati sono previsti al giorno, più o meno?

      • Scusa, Barbara, mi era sfuggita la domanda: ci sono da 30 a 50g di pane integrale a pasto, in media: significa che in alcuni casi, a sec di quello che mangi, possono anche non essercene (ad esempio se mangi le patate o la pasta).
        In alcuni casi è prevista la pizza (raramente).
        Puoi sostituire il pane con gallette ma non con crackers.

  7. anche a me piace molto questa forma di semi-digiuno che però riesco a fare solo d’estate quando sono in ferie. tre giorni di sola frutta e verdura frullata!

  8. il tuo post cade proprio a …”fagiolo”…io sono già tre mesi che applico il digiuno depurativo, la mia insegnante di Yoga mi ha introdotta a questa pratica molto utile per disintossicarsi e per riprendersi un pò di energie. Si, perchè il digiuno liquido ti da una sferzata di energia in più!!! il corpo per 1-2 giorni non deve più lavorare a digestioni faticose e pesanti, ma assorbe velocemnte nutrimenti e vitamine dai cibi liquidi, traendone maggior giovamento.
    Nello specifico però si consiglia di seguire tale pratica in concomitanza al plenilunio per un discorso legato ai liquidi presenti nel nostro corpo.
    …Bè manco a dirlo la luna piena sarà domani e quindi io ti seguirò sicuramente in questo digiuno!!!!

    Ciaooooo

    • Elisabetta, grazie per queste informazioni importanti: nella mia ignoranza non sapevo dell’importanza del plenilunio. Lo fai una volta al mese? Come ti regoli?

    • Alla faccia della luna piena. Stasera tornavo a casa e avevo questa enorme, luminosa, rassicurante sfera argentata che mi accompagnava. MI sono sentita un po’ strega e moooolto carica.
      E stasera a cena, zuppa!!!!

  9. ufff io nei week end nn ho mai nessuno a cena! chi viene? giuro nn preparo frullati 😛
    ps se qualcuno me la preparasse sta dieta depurativa la farei giuro 😛

    • In effetti essere vegetariani e manfgiare bene è una totale rottura, qui lo dico e NON lo nego: da quando sono vegetariana ci metto ore a preparare i pasti. E’ veramente faticoso. Sogno qualcuno che mi pulisca frutta e verdura… Anche di questo devo proprio parlare… v

      • si lo capisco…perchè Ale la carne la mangia solo come polpette…
        e nelle polpette ci metto anche le verdure…
        quindi cucina, sminuza,pela, cuoci taglia impasta …ecc ecc
        e io sinceramente quando torno dal lavoro nn ho sempre molta voglia!!!!

        forse devo invitare dei vegetariani per convincermi 😛

        • Io invece, dopo anni passati a comprare verdure surgelate e in cubetti (mi vergogno un po’ ma sono tanto comode!!), ho cambiato radicalmente: anche perchè, se mi faccio portare la zolla con dentro tutte le verdure, non è che l’agricoltore me le pulisce e me le porziona eh…
          Quando mi hanno portato le carote viola (ma quanto sono buone, a proposito??), erano addirittura attaccate tutte insieme e avevano ancora il bulbo…
          E’ una rottura…e infatti un paio di weekend al mese li passo a pulire, tagliare, cuocere e porzionare.

      • ed io, vegana, lo confermo!!! che pizza aspettare ore e ore e ore per lessare tre fagioli secchi!!!!!!

  10. molto interessante, questa proposta… temo solo che la mia forza di volontà non sarà sufficiente per affrontare la dura prova della preparazione dei pasti per i maschi di casa 😐
    però promesso: domani sera passo da euroverde e faccio scorta di frutta e verdura bio… male che vada, surgelo!

  11. Anch’io ci provo, speriamo di riuscire a superare i momenti di “defaillance”. E’ la prima volta che intraprendo un digiuno depurativo…… Mammafelice, ci dai tanta deteminazione tu! Grazie anche per il pensiero-felice di oggi, come sempre è pensato con il cuore. Buona disintossicazione a tutte!

  12. Fantastico, mi piace questo programma!
    Ci voglio provare! Magari però durante la settimana quando sono sola perché nel week end anche se non pranziamo visto che ci alziamo tardissimo, ci rifacciamo poi mangiando le peggiori schifezze tra aperitivi e cene 🙁

  13. Ovviamente la mia forza di volontà è durata fino alla cena di venerdì (anzi fino a tre quarti della cena, perchè dopo la zuppa, ho accompagnato il tutto con un assaggio di gorgonzola e un bicchiere di ribolla gialla). In compenso, ho trovato moltissimi riferimenti al digiuno depurativo legato ai cicli lunari, anche se le mi fonti lo consigliavano undici giorni dopo il plenilunio.
    Non ci sono santi, in questo periodo sono troppo sotto pressione per controllare anche l’alimentazione. Ha da passà ‘a nuttata…

  14. Mammafelice, l’hai fatto lo scorso weekend? Com’è andata? Come ti seti adesso?
    Quasi quasi ci provo il prossimo weekend…

  15. wow!! mio padre lo ha fatto per una vita, lui mangiava prevalentemente mele fresche e poi tanti liquidi, un giorno a settimana!
    mi affascina l’idea di provare… ma con i turni, quando io sono a casa il resto del mondo gira come sempre e io corro dietro… quindi credo che per il momento mi è impossibile.
    CI voglio provare però. appena incastro un giorno buono! grazie barbara, come sempre.

  16. Ciao!!io vorrei provar con il semi- digiuno depurativo perchè in queste feste ho esagerato ed ora il mio stomaco è sempre irritato..vorrei dargli un pò di tregua..però ho sempre un sacco di cose da fare anche nei week end ed un timore…ma resisti due giorni senza svenire? Lo chiedo a te che lo fai cosi da tranquillizzarmi..non vorrei uscire e trovarmi a terra=)

  17. è possibilissimo considerando che normalmente siamo pieni di schifezze e veleni…2 giorni non muore nessuno anzi…………………………..ci si purifica, fatto migliardi di volte e la frutta da zuccheri per il cervello e da energia…tranquilli non si muore anna

Parla alla tua mente

*