La dieta miracolosa

dieta-miracolosa

L’ho capita, e trovata. La dieta miracolosa. E’ la dieta di chi NON ha tempo.

Per dimagrire, basta non avere tempo. Non avere tempo per cucinare, e tantomeno per mettersi a tavola. Esperimento? Chi ci sta?
La prossima settimana: una settimana senza accendere i fornelli. Il tempo che rimane dopo il lavoro, viene dedicato non più alla preparazione dei pasti, apparecchiatura, sparecchiatura, riordino cucina… ma viene dedicato alla famiglia, alla lettura, agli hobby.

Basta sedersi a tavola la sera cercando sempre qualcosa di nuovo da cucinare. Basta rovinarsi il sabato mattina al supermercato di zona, per fare la spesona settimanale.
Perchè diamo così importanza alla cena? Non possiamo trovare lo stesso una buona convivialità anche senza cucinare le lasagne?

Approfittiamo del bel tempo, e spegnamo i fornelli: risparmiamo ciccia, risparmiamo tempo, risparmiamo denaro e risparmiamo anche sulla bolletta del gas.

Si mangiano per una settimana solo cose fresche o pronte: formaggio fresco, salmone affumicato, legumi, pane, frutta, insalata, verdura cruda…
Dobbiamo arrivare a fare come gli anglosassoni, che non hanno nemmeno il tavolo, in soggiorno, perchè amano fare una bella prima colazione, e cenare in modo frugale la sera.

Chi ci sta? Io la prossima settimana farò così, e ogni giorno vi dirò come è andata. Scommetto che, se smetto di perdere tempo ai fornelli, dimagrisco più velocemente. Partecipanti?

Commenti

  1. Io ci sto!
    Pero’ sai, a me quello che mi frega e’ cucinare per LUI, il marito che ritorna dal lavoro affamato!
    E’ stato via una settimana intera e non avevo il tempo per niente, ho fatto come gli anglosassoni e mi sono sempre arrangiata a piluccare i residui o roba fredda, ma quei 3-4 chili di troppo sono sempre li’!
    Secondo me dovremmo mandare tutti a quel …. (!!!!) e andare in palestra all’ora di cena come facevo io quando ero giovane e sola! Cosi’ salti la cena, o la fai frugalmente, fai esercizio, e magari ti diverti pure! 🙂

    • Ma io concordo! Infatti secondo me il ‘problema’ principale sono i mariti (nel mio caso devo dire che è il contrario…), che vogliono sedersi a tavola e mangiare una cena completa. Io propongo vadano dalla mamma! 😀

      • a questa non ci avevo pensato anche se credo si riproporrebbe sempre il problema divorzio e con in più suocera inca@@ata!

        • è 1 circolo vizioso,;il cane ke si morde la coda;la storia infinita:noi donne sempre intrappolate tra i fornelli e x dovere coniugale e anke filiale…ma ki ce lo fa fare? ma dove stà scritto? e se la trappola consiste nell’essere considerata solo 1a casalinga,xkè diventare madre spesso significa perdere il lavoro e trovarsi al giro di boa degli “anta”,(=nun te se pija + nessuno…),cosa si può fare?Reinventarsi la persona ke abbiamo lasciato dietro l’angolo,crearsi assolutamente e in modo autonomo il proprio spazio,non preoccuparsi delle necessità altrui ma solo delle proprie,in virtù degli obbiettivi da raggiungere,ritrovarsi la casa in pezzi,xkè nessuno collaborerebbe alla finalità pratica del tuo proggetto al quale credi soltanto tu e andare incontro al probabile,fino a prova contraria,sfacelo del vincolo matrimoniale…dopo,senz’altro dimagriresti…

  2. ciao, ho appena scoperto che siamo anglosassoni 🙂 infatti in casa mia la sera è raro che accendiamo i fornelli (a Giorgia la sera faccio spesso i passati di verdura o di legumi), noi mangiamo insalata(sempre mista e con aggiunta o di formaggio o di tonno o di affettati), mozzarella e pomodoro, affettati con contorno di verdure bollite ecc.. ma solo un piatto anticipato da frutta o verdura cruda, un bel morso a crudo aiuta a non abbuffarsi! io arrivo a cena con poco appetito perchè durante il giorno distribuisco i pasti in maniera tale che quello serale sia leggero. Per esempio la domenica sera, visto che il più delle volte sono a pranzo da mammà (e sappiamo tutti come cucinano le mamme, nè?) ceno con un bel frullato e mio marito con un’insalata mista….e vi assicuro che così facendo si è pronti per una vera colazione da re!!
    ciao

  3. io ci starei anche ma se poi mio marito divorzia dove lo trovo un’altro che mi sopporta? ieri però per cena ho fatto “quasi” tutto senza cucinare, non valgono nemmeno i 10 min per le uova sode? :-S
    http://supermamma.mammacheblog.com/2011/04/12/in-20-minuti-o-meno-ricette-speed-per-gente-molto-occupata/

  4. ..ma anche cucinare un piatto di spaghetti olio e parmigiano può valere una ciena e una buona dieta..mi ritengo fortunata è il piatto prferito di Roberto e qunado cucino qualcosa di nuovo e con piacere è proprio per arricchire la sua alimentazione..lui salta il pranzo e mangierebbe solo pasta in bianco..
    buona dieta Barbara..a noi il cibo non ci interessa affatto..il sesso un sacco!
    bacioni bella e grazie per tutto in fiera..
    roberta

  5. Io sottoscrivo
    E’ quello che mi dice LUI tutti i giorni,”lavora alla tesi piuttosto di cucinare che io mangio anche un insalata….ma io mi giustifico sempre dicendo che poichè torno tardi dal lavoro dovrò pure preparare qualcosa e poi i vari brodini al bambino …..
    Hai perfettamente ragione ,poi cercare di mangiare meno carne richiede ancora più tempo nella preparazione di cibi cotti.

  6. con me purtroppo non funziona, se io mangio di corsa mangio male, mi rimane la fame, e quindi la tentazione di mangiare poi altro (e si finisce sulle porcate) è forte.
    Ho visto che l’unica cosa che con me funziona è molta attenzione e molta organizzazione.

  7. non sono molto daccordo!
    1. con il termine “dieta” bisogna intendere “stile di vita” e non “privazione e fame”.
    2. per poter dimagrire bisogna mangiare. Non è un controsenso, ma fare piccoli pasti sani ogni 3 ore circa, fa aumentare il metabolismo e quindi il dimagrimento.
    Se si comincia a non mangiare pensando di dimagrire, può funzionare per le prime settimane, poi scatta il meccanismo di “auto sopravvivenza” dell’organismo: il metabolismo rallenta e non brucia più, di conseguenza tutto quello che viene ingerito viene assorbito in tempo zero!
    Quindi ragazze: attenete a queste “diete” fai da te e che portano solo a scompensi!
    Mangiate… ma mangiate bene!
    Cinzia 🙂

  8. Passo. Per me la dieta miracolosa è l’opposto: mettermi ai fornelli e cucinare in modo sano e lento! Con la dieta di chi NON ha tempo, mi nutrirei solo di pane e philadelphia con una foglia di insalata e cederei più del normale alla pizza 😉

    • Guarda, io dico così perchè faccio il confronto con Nestore: prima che ci sposassimo, si nutriva di tramezzini con salsa piccante e sottiletta. Mangiava due tramezzini la sera e via. Ed era MAGRO. E sono convinta anche io che sarei più magra, se cucinassi meno.
      Certo che questa non deve essere la scusa per ordinare la pizza o il kebab. E infatti la mia proposta si basa solo su alimenti freschi e crudi, e non su alimenti pronti o confezionati. In questo concordo, c’è una sostanziale differenza.

  9. in ogni caso,a parte il sarcasmo sui “doveri coniugali”ank’io cucino molto leggero e propongo cibi pronti e di stagione,ma il mio fusto è magro e spesso la sera sono costretta a cucinargli la pasta,specie se è stato fuori tutto il giorno…ed io ne sono fatalmente attratta!!!non solo da lui,anke dalla pasta!Ragazze, ma stiamo parlando di dieta?…

  10. Si sà…la cena dev’essere frugale…è vekkia come il cucco!!!

  11. …sarebbe bello far come dici tu e infatti quando non avevamo figli cucinavamo pochissimo ed eravmo più magri… ma adesso abbiamo due figli maschi ormai adolescenti che mangiano da paura, se gli presento solo insalata mi mangiano a me…

  12. Sisi….è verissimo….io è una settimana che lavoro e non ho tempo! I risultati si vedono…anche se tutta la famiglia si lamenta della monotonia dei pasti (e chi se ne importa!) 🙂 hihihi!

  13. PiccolaStella

    Ma… io di solito quando non ho tempo rischio di mangiare più “insano”… vedi surgelati o risotti, che però mangiati spesso non vanno benissimo…

  14. Ecco, hai toccato il tasto dolente….
    La mamma e’ lontana! Al piu’ posso spedirlo a prendersi un quebab sotto casa…..
    Stasera comq ha cucinato lui, cioe’ ha controllato quello che c’era nella padella e nel forno, per dirla tutta. Risultato: tutto bruciato!
    Ecco, questa e’ una buona tecnica per la dieta…. 🙂

  15. Anche io cedo quando devo cucinare per lui, quando vivevo sola e pesavo in effetti di meno, mangiavo in modo frugale e quando avevo tempo… lui invece ama mangiare a tavola con me, e si arrabbia anche se io ne preparo solo per lui…. magari riuscirei a resistere alla tentazione del cibo, ma al suo viso che mi guarda triste anche se ha davanti un piatto di cose sempre buone (sono troppo brava lo so). Ora poi sua figlia vive con noi, e quindi mi tocca in ogni caso fare da mangiare…. che vita:-)

Parla alla tua mente

*