Bermuda per taglie forti?

bermuda-taglia-forte

Bermuda sì o no? Per che partito tifate? Gambe coperte, per le ragazze curvy, o anche gambe scoperte e ‘a nudo’?

Io, onestamente, non lo so. Fosse per me, metterei bermuda a tutto spiano e anche gonne appena sotto il ginocchio. Ma diciamolo: mi guardo i polpacci e penso che non sia un gran bello spettacolo, non solo per le gambone grosse, ma anche per il portamento: come minimo la gonna mi rimarrebbe infilata nella portiera della macchina al primo colpo.

Però sarebbe bello, no, potersi scoprire? L’estate è un po’ maledetta per le ragazze curvy, che soffrono il caldo e devono pure stare zitte. Maledicendo a denti stretti la colomba, il panettone e la pastiera napoletana.

Certo, guardando la biondona nella foto, i bermuda diventano un sogno. Ma io ce la metterei, la firma, ad essere curvy come lei. Insomma, è un bel dilemma.
Chi decide qual è il limite invalicabile da non superare se porti una taglia oltre la 50? Chi decide cosa è osceno o cosa non lo è?

Non lo decidiamo sicuramente noi, no. Anche se, onestamente parlando, siamo sicure che fregarsene del parere altrui sia sempre la scelta più ‘elegante’?

Commenti

  1. ahahahahhaha sei troppo simpatica!.. 😉 cmq io personalmente non li adoro i bermuda.. mi accozzano.. meglio una gonna d’estate, o al massimo un pantalone alla caviglia con tacco! 🙂

  2. Ah, bella domanda….. A me non piacciono i bermuda di per sé, li trovo proprio brutti e mi fanno pensare a mio padre quando va al mare 😀 Io sono molto molto molto complessata e quindi il mio commento è un secco NO ai bermuda. Mai, nemmeno nel deserto! Molto meglio le gonne ampie stile hippie, oppure gli abiti svolazzanti che sono senza dubbio molto più chic e soprattutto freschissimi 🙂
    (la modella della foto è meravigliosa, vorrei essere anche io curvy come lei!!)
    P.S. Fregarsene del parere altrui NON è una scelta elegante. O meglio, se una vuole mettere in mostra la propria ciccia è liberissima di farlo, basta che abbia la capacità di farsi scivolare gli sguardi e i commenti delle persone per strada.

  3. I bermuda decisamente mi mancano, preferisco la gonna e le mie gambe non mi fanno schifo né curvy né magre. Per me l’eleganza sta nel sentirsi comode e carine a prescindere dagli altri, tanto la maggioranza degli italiani disapprova qualsiasi cosa sopra la 44: troppo castrante 🙂 Non lapidatemi ma preferisco la libertà di look, e di pensiero, che si respira in altri Paesi…

  4. primo: ma perchè la bionda della foto è oltre la 50? sinceramente non si direbbe, è curvy come dici tu, ma non è paragonabile ad una persona sovrappeso ad esempio come me che sono circa 15 kg (non considerando la gravidanza attuale) oltre il mio presunto peso forma.
    se fossi come lei porterei anche la minigonna.
    secondo: non amo vedere me stessa e le altre persone in sovrappeso o obese con cose troppo corte sia sopra che sotto per essere per forza uguali alle persone magre, si può essere belle anche con altre cose, non riesco ad esprimere bene il concetto, per cui cerco di fare un esempio.
    mi capita spesso di vedere delle ragazzine (ma non solo) fortemente in sovrappeso strizzate dentro dei jeans a vita bassa di due taglie più piccoli che creano un enorme ciambellone di grasso al di sopra della cinta, messo ben in evidenza da una maglietta corta in vita che scopre la pancia, ecco, se mia figlia a 15-16 anni dovesse essere sovrappeso o obesa cercherei di convincerla a portare si dei pantaloni a vita bassa che però non segnino (e non creino di conseguenza la ciambella) e una maglia magari giusta ma non super attillata e che arrivi almeno fino ai pantaloni.
    magari sarò pudica e rompiscatole, ma non amo neanchè le donne con il pancione che portano i top o le magliette corte e i pantaloni a vita bassa con la pancia scoperta, ma ognuno può andare vestito come preferisce, però penso che il confine con l’eleganza sia molto labile…
    lunga e rompi come sempre, scusate
    ele

    • Il problema secondo me è che per una ragazzina cicciottella i vestiti “alla moda” sono tabù, punto e basta, quindi se vogliono indossare la vita bassa devono per forza strizzarsi nei pantaloni di Barbie (arriveranno fino alla 40? 42?)! Ancora non hanno l’età per capire che “certa moda” è davvero orribile, a 15 come a 30 o 45 anni, e le mamme…se ci sono, quasi sempre sono viste solo come delle “rompi…” che non capiscono niente!

    • guarda su quelle ragazzine poverine che si deturpano in quella maniera, son d’accordo con te.
      io mi ricordo da ragazzina cicciottella che mia madre mi consigliava sempre e certe cose me le proibiva proprio. e non che andassi in giro come una suora, eh? avevo cose carine colorate, jeans e quello che andava allora, ma per esempio vi ricordate negli anni 80 che andavano fuseaux e ciclisti in lycra fosforescenti? ma ve la immaginate una bambina di otto anni decisamente in sovrappeso conciata cosi, magari con un bel top abbianto aderente?
      no davvero, per quello ringrazio mia madre, magari sul momento ci rimanevo male, perche’ al contrario mia sorella magra e scattante se le poteva permettere, ma no, decisamente ha avuto ragione lei.
      del resto io indossavo comunque cose belle, ripeto colorate, da bambina, ma piu’ adatte al mio fisico.
      e cosi per gli adulti la stessa cosa: perche’ fasciarsi in abiti solo perche’ vanno di moda e non scegliere cose che valorizzino e mettano in risalto il nostro corpo nei suoi profili migliori?
      sulla pancia al vento… idem. neanche a me piace vederle in giro, ma anche perche’ mi sembra come “esposta” e boh…

      pero’ per arrivare ai bermuda, lo trovo un compromesso fattibile.
      non trovo brutta una donna curvy in bermuda. come diceva qualcuno dipende dalle proporzioni, dal fisico in genere.
      a me per esempio i bermuda non fanno impazzire, ma qualche volta combinati artatamente, li ho indossati. ma quando ero decisamente curvy io indossavo tranquillamente gonne al ginoccchio. certo il polpaccio era quello che era, ma il caldo e’ caldo e secondo me una gonna conferisce femminilita’ che anche su una curvy fa la sua figura 😉

      • Sono pienamente d’accordo con voi. Nonostante io sia cicciona, mi danno fastidio le ragazze in sovrappeso che si scoprono troppo. E’ una bellissima cosa star bene con se stesse, ma andare in giro con la pancia scoperta, i rotoli che strabordano o le braccia che sballottano, non è molto elegante.
        Secondo me l’eleganza sta anche nel saper indossare qualcosa che valorizzi il proprio fisico, anche se non è un bel fisico.
        Poi, io ve lo dico, i commenti cattivi arrivano anche se mi copro: più volte mi è capitato di captare battutacce che lì per lì mi facevano rimanere malissimo.
        Una cosa che io non farei mai e non ho mai fatto, e detesto in chiunque: non c’è nessuno di così perfetto da potersi permettere di prendere in giro la gente che passa.

        • questo e’ poco ma sicuro!
          e non e’ questione di perfezione, puoi pure esserlo fisicamente (che poi dipende dai canoni, ma comunque…) e’ una questione di educazione, dote ormai rara.

  5. Bermuda si ,
    se sono in un bel tessuto e coprono un po le ginocchia assolutamente si , ad esempio quelli della foto sono carini , poi vuoi mettere la comodita’ e come si sta “fresche “, non so voi ma a me d’estate succede che con le gonne , si, si sta’ fresche ,ma l’interno coscia , si irrita , s’appiccica …. si irrita , e se si sta fuori casa tutto il giorno, non è bello … ciauzzzzzzz

    • Io usavo dei “pantaloncini” tipo ciclisti, sottilissimi e senza cuciture (non so se si può dire la marca) che costavano parecchio, ma mi permettevano di indossare le gonne in estate senza che l’interno coscia mi si piagasse per lo sfregamento…non sarà il massimo del sexy, ma vuoi mettere la comodità quando sei sotto il sole di luglio a rincorrere l’autobus, un bel vestito lungo leggero e svolazzante e sotto i tuoi pantaloncini magici!

    • Uh, per carità, se mi metto la gonna dopo due ore mi si irrita l’interno coscia e poi devo camminare a gambe larghe ahahaa 😀

  6. ho ribadito , si irrita 2 volte … per darvi l’idea di quanto fastidio mi da

  7. Bel dilemma. Prima di tutto bisogna vedere come una persona si sente a proprio agio, perchè quella secondo me è la cosa principale, poi bisogna valutare come è la persona DAVVERO, voglio dire, una ragazza cicciottella ma comunque alta, ben proporzionata,ben curata e disinvolta (come quella della foto!) può mettere i bermuda, la tunica da suora o il bikini, credo che starebbe bene comunque! Al contrario, una ragazza magra, complessata, con le gambe storte e la gobba non farebbe affatto la stessa figura, anche se pesa la metà! Io ho le gambe corte e quindi non uso mai nulla che “mi taglia a metà” nè in estate nè in inverno, non l’ho mai fatto, nè quando ero cicciottella, nè ora che sono più magra, ma è sempre stata questione di proporzioni, non è che dimagrendo mi si sono allungate le gambe!

  8. A me i bermuda sembrano belli solo sulle donne-stecchino. Piuttosto sulle curvy (su NOI curvy) meglio un pantalone Capri o uno sopra il ginocchio. E comunque con un po’ di tacco.

  9. I bermuda che cadano bene e appena sopra il ginocchio si (ma poi dipende dall’umore della giornata, poco volte mi vedo così ok da metterli O_O)… quando fa caldo caldo ci stanno… ma anche gonnelline di viscosa fluttuanti appena sopra il ginocchio (magari quelle “tagliate a spicchi” che stanno davvero benissimo a tutte) e con una zeppa, anche non altissima ma che slanci un po’.
    Per me no, invece, ai pantaloni capri o pinocchietto… già son bassa m 1.60 e ho il polpaggio “forte” se in più me lo tagli con i pantaloni è finita… divento un insaccato non una donna curvy e sexy ;D

  10. bermuda no, ma anche per le taglie 38!!!
    è inutile non mi piacciono e non mi piaceranno mai!
    😮
    e trovo che comunque accorcino irrimediabilmente e peggiorino anceh le gambe più belle, lunghe e affusolate…insomma, non ho ancora visto un tipo di fisico valorizzato dai bermuda
    anche la biondona della foto è bella perchè ha un bel viso, ma se al posto di quei calzoncini avesse una gonna svolazzante o un paio di pantaloni anche di lino leggeri starebbe infinitaemnte meglio
    qualche anno fa avevano tentato di sdoganarli come pezzo di sotto dei tailleur (gonna, pantalone o bermuda) ma il risultato lo trovavo comunque sgradevole…
    i pantaloni o lunghi (compresi i capri, quelli alla caviglia) oppure cortissimi (entro i 18 anni o al mare)

    per le gambe scoperte ci sono le gonne…e trovando il modello giusto possono slanciare e migliorare anche delle figure non proprio perfette…

  11. premetto che io vivrei in bermuda da uomo di un paio di taglie in più, di quelli sopra al ginocchio. però non sono granchè eleganti, nè per una donna magra, nè per una curvy. sulla donna magrissima per esempio, fanno sembrare le gambe degli stuzziscadenti.
    secondo me essere troppo scoperte (pancia, seno, gambe) è sempre e comunque poco elegante.
    detto questo, chi si sente bene con se stesso può mettere quello che desidera, e chissenefrega se è elegante. piuttosto, sempre a mio modesto parere, la donna curvy sta meglio con la gonna che con il pantalone. e i leggins, come si diceva sopra, stanno bene a tutte.

  12. ciao
    a me i bermuda piacevano quando me li potevo mettere. adesso che sono cicciottella metto i pantaloni capri o larghi pantaloni di lino con sandali bassi o ballerine e vivo tutta l’estate così (anche in ufficio).
    chiaramente soffro il caldo, ma la gonna proprio no, non la sopporto. soprattutto quando siamo in viaggio in giro per l’europa o il mediterraneo. preferisco un paio di pantaloni leggeri e via.

  13. Personalmente non amo molto i bermuda, però sono attratta dalle mode e voglio sempre dare una chance alle nuove tendenze. Da kiabi ne avevo visti un paio in jeans ed ero tentata, però poi il mio problema è che non porto mai tacchi altissimi (secondo me unico abbinamento per i polpacci un po’ forti. Anche perché la gonna d’estate non la porto, avendo le cosce che sfregano, prediligo i leggings a 3/4 per l’estate, ma un bermuda potrebbe essere una opzione più fresca. Io sono contraria al dire ‘no, perché sono grassa’, meglio vedere se ci si sente a proprio agio o no, la soluzione migliore. Certo, troppo corti proprio no, però ho la fortuna almeno per le gambe di non averle troppo sporoporzionate. La modella? Vabbé, preferisco le modelle taglie forti che si vedono all’estero, con qualche curva in più seppure non eccessive. Questa non mi sa per nulla di plus size…

  14. io penso che non tutte le curvy abbiano la gamba a colonna, dipende un po’ dalle gambe e dai polpacci che si hanno, se si è proporzionate un bermuda chiaro e che copra la coscia, indossato con una zeppa non lo escludo a priori. A me il bermuda di per sé comunque non fa impazzire, preferisco i leggings anche chiari a 3/4, qualcuno pensa che taglino la figura, ma io invece mi ci vedo meglio che con dei bermuda che tendono ad allargare essendo poco aderenti a mio avviso, poi penso ognuno debba guardarsi allo specchio e capire come si sente meglio a suo agio…

  15. Manco a me hanno mai fatto impazzire i bermuda, indipendentemente da chi li indossa. Non amo particolarmente nemmeno i leggings, ma dipende da come vengono interpretati. Preferisco un pantalone di linea asciutta sotto al ginocchio (pinocchio, capri non ho ancora ben capita la differenza…), anche di tessuto leggero, facilmente abbinabile al pezzo sopra, che fanno stare ugualmente fresche, e non accoppano eccessivamente la figura nemmeno se si ha necessità di abbinarli a una scarpa comoda.

    Il concetto di eleganza in assoluto credo non esista, un po’ come quello di bellezza… forse stanno entrambi negli occhi di chi guarda. Ciascuna di noi può sperimentarlo ogni mattina allo specchio mentre si prepara per uscire: una mattina indossiamo quel capo d’abbigliamento che l’ultima volta ci faceva sentire dannatamente carine, e invece ci guardiamo e ci sentiamo un fagotto, vediamo solo i difetti… non c’è più magia e ci chiediamo come mai… forse non è colpa del capo, ma dell’umore con cui lo portiamo. Forse è proprio vero che non è l’abito a fare il monaco (rilancerei dicendo che è il monaco a fare l’abito!).

    Ma due paroline sul pantalone definito 7/8? sono fortemente indecisa: dall’ “alto” dei miei 159 cm sul livello del mare, per una taglia 52… dite che sarebbe troppo un azzardo? Accorciano eccessivamente la figura? Pure osando un tacco vertiginoso? Ogni consiglio è ben accetto! Grazie

Parla alla tua mente

*