Acqua e sapone? No grazie.

A meno che non abbiate sedici anni e siate anche fortunate a non essere martoriate dall’acne (ma chi la manda quella sventura? Una volta ne parliamo, eh?), la bellezza acqua e sapone va interpretata e non certo presa alla lettera.

Che significa?

Innanzitutto che il sapone va gettato dalla finestra.

Il sapone secca la pelle, almeno quello che generalmente usiamo anche per le mani.

Io sono una sostenitrice del latte detergente sempre, anche quando non ci si deve struccare. Quindi la mattina (perché siamo tutte struccate al risveglio, no? Non facciamo scherzi, ragazze, che vi rimando a Settembre, eh?) prima una passata di latte detergente col dischetto, poi acqua a gogó che sveglia e poi si comincia a prendere in considerazione la faccenda.

Un velo di trucco soprattutto dopo i trenta è un gesto d’amore verso noi stesse.

Io non sono una maniaca del maquillage, non mi scandalizzo nel vedere una ragazza non truccata, e io stessa spesso non lo faccio ed esco al naturale. Ma devo riconoscere che negli ultimi anni mi sono resa conto che un trucco essenziale e acqua e sapone, appunto, cambia le sorti di una giornata, può davvero fare la differenza.

E basta poco. Perché qualcosa che sto imparando con la maturità è l’importanza delle sfumature, e non solo in termini di trucco.

Vogliamo trovare cinque minuti da investire per goderci quel momento in cui usciremo dall’ascensore, lanciando l’ultimo rapido sguardo al nostro riflesso sfuggente e penseremo: oggi spacco tutto?

E allora non è difficile:

  • Crema idratante, è l’ultima volta che lo ripeto, giuro, poi son cavoli vostri :D. Tempo di somministrazione: un minuto e 30 secondi.
  • Fondotinta, essenziale: dà omogeneità, compattezza alla pelle e leviga le piccole imperfezioni. Ognuna deve trovare la propria formula di confort (liquido, compatto, con erogatore, in tubo), il proprio metodo di stesura (con spugnetta, con le dita, spalmando o picchiettando), e soprattutto la propria colorazione il più naturale possibile (sono ovviamente inguardabili le facce a mascherone su cui il fondotinta non è ben steso fino all’attaccatura dei capelli, quelle che richiamano bambole giapponesi perché decisamente troppo chiare rispetto a collo e decolletes o peggio quelle che fanno pensare alle caricature di indigeni africani con l’osso tra i capelli). Io ho due diverse scelte per inverno ed estate. Adesso sto utilizzando un prodotto che trovo ottimo: il DefenceSun30 Bionike, fondotinta compatto solare con protezione 30, che stendo sul viso con la spugnetta umida. Oltre a darmi una bella base luminosa e omogeneità all’abbronzatura del viso, mi protegge dal sole cattivo che potrei prendere semplicemente camminando in città. Tempo di somministrazione: due minuti.
  • Mascara. È uno di quei trucchi che aiuta tutte, senza distinzione di lineamenti, incarnato, personalità: allunga e infoltisce le ciglia con l’istantaneo risultato di rendere intenso e penetrante lo sguardo. A chi non giova? Tempo di somministrazione: trenta secondi.
  • Rossetto. Io, non so se lo avete capito, ma intendo il trucco come una valorizzazione di ciò che abbiamo e non un camuffamento. Quindi non mi piacciono le tonalità stravaganti, fluo, o peggio le applicazioni che rendono le labbra di forma diversa, più grossa o quello che sia. Mi piace sottolineare la bocca e illuminarla, ma non farla diventare un fenomeno da baraccone. Quindi per la quotidianità trovo perfetti i rossetti leggermente lucidi. L’effetto matto indurisce i lineamenti, mentre il troppo gloss fa subito bambola gonfiabile. Tempo di somministrazione: trenta secondi, a voler esagerare.
  • Fard o terra, o per tirarmela un po’ come fanno le fashionblogger serie, blush. Da scegliere in una gradazione leggermente più scura e rosata del fondotinta, per sollevare gli zigomi e assottigliare il viso. Da applicare rigorosamente con un pennello grande, per evitare l’effetto-Sioux. Tempo di somministrazione: trenta secondi.

Fatti i conti? Cinque minuti netti.

Credo ne valga la pena.

Ovviamente questo è l’essenziale, quei pochi gesti, ma di efficace impatto, per un trucco quotidiano. Poi si potrebbe approfondire la questione, ad averne il tempo, ma è così chic avere l’aspetto di una donna che esce da casa senza pensarci troppo, e allo stesso tempo impeccabile e curata, che non ha senso indugiare e perdere la possibilità di prendere un autobus meno affollato e sedersi a leggere, piuttosto che concedersi un caffè macchiato prima di timbrare il cartellino 😉

Commenti

  1. Finalmente una che la pensa come me! Ho quasi 40 anni e ho almeno tre amiche che escono di casa vestite come ventenni firmatissime (liu jo in testa) e senza un velo di trucco in faccia! ma hai 40 anni si vede!!! puoi avere una mise bellissima e sembrare sciattissima allo stesso tempo se non hai 1) capelli a posto 2) un viso curato. Io mi trucco poco, primo perchè non sono capace, ma ai passi base, che coosipindono più o meno a quelli elencati da te, in aggiunta al correttore, non rinuncio. Saluti e complimenti per questo bellissimo sito.

    • grazie, claudia, e benvenuta 🙂
      il correttore è un po’ una questione di necessità/gusto.
      sul mio viso, anche quando l’occhiaia è marcata (e come mamma la cosa accade spesso), il fondotinta è sufficiente a levigare l’effetto e rendere il viso abbastanza compatto e riposato, ma c’e’ anche chi usa solo quello e non il fondotinta, perche’ gode di una pelle naturalmente omogenea (io no 🙁 )
      comunque sulla sciatteria camuffata dalle griffe ne abbiamo parlato anche altre volte a proposito di capelli, appunto.
      io nel quotidiano preferisco jeans e t-shirt bianca, ma capelli puliti o decentemente accroccati e un velo di trucco, piuttosto che mise improbabili e faccia da zombie. credo che su queste differenze si giochi un po’ il concetto di “stile” su cui ci arrovelliamo tanto 😀

  2. hai ragionissimo ma….è così difficile…passi la crema, iil mascara, il rossetto lucidalabbra ma il fondotinta…io sono una vera impedita:non sono riuscita ancora a trovare il mio colore e poi stenderlo è da professionisti!
    …e poi un bagno, uno specchio, un marito che scalpita e una bimba che vuole specchiarsi con la mamma…
    Ovviamente ancora adesso che il mare è distante sono di un bel colorito verdastro che sembro malata…
    Mi piacerebbe per l’inverno provare a fare una seduta di trucco in profumeria..mi devo fidare?

    • col fondotinta sono impedita anche io.magari farci un post? poi giuro con la bambina truccarsi , anche così poco è un’imoresa..io di solito riesco a metterci al massimo il kajal eil fard..

      • ora vediamo che si puo’ fare per il post 😉
        comunque l’idea di marta di farsi dare qualche dritta in profumeria, non e’ sbagliata. ovviamente loro tendono a farti dimostrazioni per farti comprare molti prodotti. ma less is more e si puo’ comunque sfruttare la seduta per capire la giusta nuance del fondotinta e carpire qualche segreto per la stesura. e poi “ok grazie, ci penso, e torno domani” 😀

        • la mia paura è che la commessa della profumeria ne sappia quanto me….
          Cmq visto che il mio beauty è datato (non sgridarmi caia!!! quelle poche volte che tiro fuori il mascara…fa i grumi per non parlare dello smalto appiccicoso!!!) potrei anche fare un acquisto mirato…

          Sono un disastro!!

          • non so se ne hai uno a portata di mano, ma in genere nella catena sephora trovi delle brave consulenti. io mi son fatta consigliare piu’ volte e devo dire che qualche dritta me l’hanno data.
            sulla gestione del beauty case, arriva un post fra qualche giorno, stay tuned!

  3. Eccomi qua, quasi 45 anni.
    Io alla mattina sciacquo il viso con acqua e sapone liquido, poi fondotinta picchiettando, poi passo la spugnetta con un velo-velo di cipria del colore del fondotinta, pennellone di fard……et voilà….(penso di metterci si e no 1 minuto in tutto).
    curata, pulita e mi sento da Dio!

  4. Io sono totalmente incapace di truccarmi, ho passato la quarantina, ma credo di essere fortunata: penso sia una questione genetica, ma ancora ho la pelle liscia e senza imperfezioni devastanti (tranne le rughette intorno agli occhi quando rido, ma mi piace di più ridere che preoccuparmi troppo per le rughette!), per cui esagero un pochino (molto, ok lo ammetto) con le varie creme notte, poi al mattino una bella lavata con sapone liquido apposta per il viso, una leggera picchiettatura con la cipria solo sulla “zona T” (fronte, naso, mento), mascara e rossetto chiaro, e mi sento a postissimo! Invidio molto le donne che sanno truccarsi molto e bene, ma non fa per me: ho provato a farmi truccare da una estetista per vedere l’effetto che faceva, ma non dipende dalla mia imperizia, proprio la mia faccia truccata mi sembra quella di un’altra persona e non mi piace!

    • no, no, hai proprio centrato l’obbiettivo: l’effetto del trucco, secondo me deve essere di sentirsi meglio nella propria faccia, non certo travestite da un’altra donna!

  5. Ma il fondotinta non ostruisce i pori della pelle?
    Io mi trucco più o meno tutti i giorni nella mia nuova vita! 🙂
    Mascara e matita, un pochino di fard, rossetto non perchè ho le labbra carnose e proprio non mi ci vedo, metto solo il burro cacao
    ma il fondotinta ho paura che la pelle non respiri, soprattutto in estate col caldo..
    Voi che dite?

    • secondo il mio profano avviso dipende sempre molto dalla qualita’ dei prodotti. io compro poche, anzi pochissime cose, ma buone, e non le lascio seccare nei beauty.
      poi deipende anche dal tipo di pelle e dalla vita che si fa. nuotare nell smog cittadino non ostruira’ i pori, ma che bagno di sporcizia si fa la nostra faccia. un po’ di fondotinta protegge, invece. pero’ ripeto, mentre farei una crociata per la crema idratante, il fondotinta dipende molto dalla propria routine.

    • prendi un fondotinta minerale (vero, non uno di profumeria con la scritta minerale e i siliconi dentro!) e respirera’. 😀
      io ne uso uno cosi’ (e di recente ne ho scritto, del minerale, sul mio blog, se vuoi qualche info in piu’)

  6. CONCORDO!
    E lo scrivo in grande.
    Io in estate col fondotinta faccio più fatica, ma devo dire che da quando hos coperto il NOrmaderm di Vichy (ho la pelle mista) va molto molto meglio.

    • spesso la ricerca del prodotto perfetto richiede anni e anni di prove… salvo che una volta trovato te lo facciano fuori dal mercato (a me e’ successo… argh!!!)

  7. io sono allergica al fondotinta in estate, perchè già col caldo dell’aria, mi sembra di provare ancora più caldo! in inverno, invece, lo uso, anche perchè mi fa allontanare un pochino dall’aspetto di “larva”!
    il mio must fisso, invece, è il mascara, anche perchè avendo gli occhiali, dà subito un tocco diverso allo sguardo! Poi ombretti vari quando mi va, sia in estate che in inverno ma mai il rossetto: non mi piace l’odore che ha e preferisco di gran lunga il burro cacao, magari un po’ colorato.
    mi obbligo invece a struccarmi sempre prima di dormire…quindi cara Caia….io sono promossa a giugno! 🙂

  8. sottoscrivo tutto!!

    solo l’estate, quando sono un po’ abbronzata (prendo il sole facilmente nonostante la pelle diafana invernale), non metto il fondotinta, ma una passata di blush quella sempre…
    e poi mascara, un velo di ombretto (rosa, color terra o verde…ho gli occhi celesti e sono i colori che mi stanno meglio), raramente ma qualche volta eyeliner nella palpebra inferiore (risalta il blu degli occhi)

    sulle labbra un gloss nelle tinte del rosa oppure rosso a seconda del vestito che indosso (il rosso è anche un colore che evidenzia tantissimo gli occhi celesti….)

    alla fine ho l’aria “acqua e sapone”, ma sto meglio e….mi sento meglio…..senza sembrare un mascherone nè una appena alzata dal letto

  9. ps io non posso dormire senza struccarmi….è automatico, tanto che consapevolmente non so dire se l’ho fatto o no…lo faccio e basta!!!
    non farlo sarebbe come dire…ho troppo sonno…la pipì la faccio domattina

    😉

  10. p.p.s: a proposito di sapone io potrei aprire un lungo capitolo…ho la pelle secca, secca…aiutatemi a dire “secca”…qualsiasi sapone mi rende le mani di cartone..
    io uso sempre e solo saponi naturali (quelli di lush sono i miei preferiti) e altamente idratanti, tanto che me ne sono portata un pezzo in ufficio…
    in genere li preferisco anche al bagnoschiuma….

    • io non riesco a entrare da lush… come fai a scegliere una profumazione se vieni investito da quella scia zuccherosa sin dalla strada???
      io nun je la fo’ 😀
      ma coi profumi son proprio una rompi, anzi… forse forse son finalmente riuscita nell’impresa e trovare un profumo che faccia al caso mio… ho provato hermes un jardin sur le toit. mi hanno dato un campioncino e l’ho messo un paio di volte, sia di mattina che di sera… pare che mi piace, ma non tiene molto sulla mia pelle. devo fare qualche altra prova, anche se non so se puo’ restare un profumo quattro stagioni, perche’ lo sento decisamente estivo… vedremo…

      • come profumo io uso da anni quello alla mandorla dell’erbolario…
        ormai fa parte di me, è un po’ biscottoso, vaniglioso…
        estate e inverno

    • i saponi di Lush così tanto naturali non sono.
      Non sono un’esperta della marca, ma i pochi che ho provato erano piuttosto aggressivi (contengono tensioattivi, quindi sono detergenti, non saponi).
      Prova per esempio le saponette dei provenzali, oppure di La Saponaria o di Fitocose (provenzali lo trovi in tutti i supermercati, le altre due marche credo solo acquistando dai loro siti).
      Vedrai che è tutta un’altra cosa.
      O meglio ancora, prova a farti il sapone da sè, quelli autoprodotti sono saponi delicatissimi, che non seccano la pelle. Fanno poca schiuma, ma questo in sè non è un male.
      Ciao
      Vale

  11. Ecco la voce fuori dal coro! 🙂
    Sono d’accordo sul prendersi cura di se ma quello che tu chiami trucco essenziale per me è già troppo, quantomeno se usato tutti i giorni.
    Usare il fondotinta tutti i giorni secondo me non fa bene alla pelle, quando tu dici “uniforma e leviga” io leggo “tappa i pori e non fa respirare la pelle”. Quindi io mi tengo la mia carnagione: olivastra in inverno e un po’ abbronzata in estate. L’unica cosa che metto sulla faccia è un po’ di fard, soprattutto in inverno per dare un pochetto di colore alle guance e non avere un’aria malaticcia e cadaverica.
    Non uso nemmeno il mascara tutti i giorni ma curo gli occhi tutti i giorni, solo con un po’ di ombretto rosa scuro sulla parte superiore della palpebra superiore, là dove si forma la piega della palpebra per intenderci: rende più profondo lo sguardo.
    Assolutamente niente rossetto tutti i giorni, solo burro di cacao o al max un po’ di gloss.
    E tutto questo sai perchè? Perchè se la gente è abituata a vederti sempre con fondotinta-mascara-rossetto la volta che ti vede senza manco ti riconosce.
    E ora lapidatemi pure… 😛

    • ma il minerale? qua date tutte per scontato che esistano solo i fondi siliconici…

      comunque dipende da come ti trucchi. se non ti snaturi, la gente ti riconosce. e lo dice una che comunque ama i colori addosso ^^

    • figurati, per così poco!!! 😀
      ognuno ha la propria routine quotidiana per sentirsi curate e a posto.
      ma non sono convinta che i fondotinta non facciano respirare la pelle, conta molto la qualita’ e anche quanto ne stendi.
      poi a parte la gente (di cui sinceramente non mi importa un fico secco) che ti possa riconoscere o meno, la differenza la fa il modo in cui ci si trucca. appena si va fuori nuance rispetto a quella di partenza in effetti si nota molto che si e’ truccate o si ha la faccia di qualcun altra. mentre se si sottolineano i propri lineamenti, cosi come i propri colori, l’effetto puo’ essere giusto che uno abbia una bella cera o meno rispetto al giorno precedente.
      esattamente come gli ombretti. se uno usa colori naturali che marcano leggermente le ombre naturali della palpebra, o enfatizzano le sfumature degli occhi, sembra che oggi sei piu’ bella del solito, se invece intoniamo l’ombretto alla maglietta, be’…

      • Vi dico solo che una ragazza che conosco, che si trucca anche solo per stare in casa, una volta che l’ho vista struccata davvero non sembrava lei.
        Ma non che mi freghi cosa pensa la gente, ovviamente: era un modo di dire che se da truccata a struccata passa così tanta differenza secondo me c’è qualcosa che non va.
        Secondo me il trucco è bello quando è come quello del mago: c’è ma non si vede.

      • “esattamente come gli ombretti. se uno usa colori naturali che marcano leggermente le ombre naturali della palpebra, o enfatizzano le sfumature degli occhi, sembra che oggi sei piu’ bella del solito”

        Sono d’accordo al 100%. Quando mi trucco, sempre in modo leggero, la gente mi trova più riposata, rilassata, eccetera eccetera, cinque minuti per questo effetto sull’umore valgono la pena.

        E sul fondotinta dipende davvero tanto dalla qualità, ad una pelle molto delicata può anche servire come leggera protezione in più secondo me.

  12. 35 anni a breve, neomamma, quindi con poco troppo poco tempo, come molte di voi.
    Ho la fortuna di avere una bella pelle, niente imperfezioni evidenti. Mi trucco solo gli occhi, in maniera abbastanza delicata e non posso rinunciare ad un leggero tratto di kajal, al correttore e al mascara. In inverno una spennellata di terra, non troppo scura, ma col primo caldo neanche quello perchè la mia pelle soffre.
    Per la pulizia solo olio di mandorle per struccare gli occhi e una bella lavata con acqua fresca, mai senza crema idratante nelle versioni da giorno e da notte. Ormai questi gesti sono le mie abitudini da anni. Prima usavo riempirmi di fondotinta, cipria & co., ma quando ho iniziato ad avere un colorito tutt’altro che vitale, ho capito che non lasciavo respirare l’epidermide. Ho imparato a sentirmi a posto e curata anche senza tanti orpelli e la mia pelle delicata ringrazia.
    P.s. In 6 anni ho usato il fondotinta solo una volta: il giorno del mio matrimonio…lì proprio non ho potuto farne a meno! 🙂

    • Mi levi una curiosità? Si parla molto ultimamente dell’olio di mandorla (e di argan e di jojoba etc etc…): tu lu usi puro come struccante occhi e riesci a togliere anche il mascara waterproof? Mi consiglieresti una marca? Perché ne ho visti di tutti i prezzi e non so orientarmi..
      Grazie in anticipo 🙂

      • Io ti consiglio l’olio di mandorle dei privenzali: costa poco (sui 5 euro per 200ml, credo), non è testato sugli animali e lo trovi anche al supermercato! però devi prendere quello puro, senza profumazioni o simili! io ci tolgo qualunque trucco occhi, dal mascara all’eyeliner! 🙂

        • Infatti anche io uso lo stesso olio dei provenzali, non so se va bene con il mascara waterproof perchè non uso quello, ma per il resto va alla grande!

  13. Il mio trucco il mattino, portando a lavoro gli occhiali (rossi!), è semplicissimo e veloce: base per gli occhi, ombretto chiaro per illuminare la palpebra, matita o eye-liner marrone nero o verde sulla palpebra inferiore, un po’ di fondo minerale con un pennellino da correttore solo sulle imperfezioni e basta! il fondo ed il blush preferisco metterli solo se esco la sera, ed al posto del rossetto opto per un buon burrocacao idratante, al massimo uno di quelli un po’ colorati. Niente mascara perchè ho le ciglia scure, e da quando ho smesso di metterlo di giorno (e prima di andare a letto per un 15-20 giorni ho messo una goccina di olio di ricino sulle palpebre) sono diventate più lunghe e folte, e quando mi strucco ne cadono meno!
    Non sarà chissà che opera da makeup artist, ma mi dà un aspetto ordinato ed evidenzia un po’ gli occhietti.. e poi ci metto 5 minuti!

  14. Oddio, io credo di non truccarmi da quando sono in maternità (cioè da novembre), con l’eccezione di un paio di matrimoni.
    SHAME ON ME!
    Lo penso anch’io che un trucco leggero sia un gesto d’amore verso se stesse….ehssì devo ricominciare (magari faccio passare l’estate)

  15. michy ioelafavolamia

    D’accordissima, anche se spesso resto acqua e sapone, mi stò imponendo da sola di darmi una truccata, me lo devo! Però, il fondotinta no…grazie a Dio non ne ho bisogno (almeno per ora, ho quasi 29 anni… dite che me la stò tirando da sola e appena compiuti i 30 dovrò farne scorta?) 😉

  16. lavoro ogni giorno in mezzo a uomini che non si accorgerebbero nemmeno se avessi un occhio nero per le botte,la mia divisa da lavoro è jeans e maglione con marchio del negozio e scarpe basse e chiuse possibilmente da ginnastica e devo partire da casa già vestita così, perchè non ho un posto dove potermi cambiare, ma non riesco ad uscire di casa senza truccarmi almeno gli occhi. dopo aver letto il tuo articolo farò molto di più, in fondo ci vuole veramente tanto poco e sono sicura che anche il maglione e i jeans della divisa ne gioveranno. avevo anche pensato di arricchire tutto, ora che arriva l’inverno, con qualche sciarpina colorata per dare una botta di vita all’insieme. grazie

Trackbacks

  1. […] primo tengo ben separati i trucchi che mi servono in bagno, ossia per un trucco che, seppur rapido, chiamerei “strutturato”. […]

Parla alla tua mente

*