Ob, assorbenti interni per il mare

ob assorbenti interni

Superiamo l’imbarazzo: dopo essere sopravvissute agli Anni ’80, con quei maxi assorbenti alti 10 centimetri, possiamo resistere a tutto.
Alle scuole medie camminavamo come delle papere, ‘in quei giorni‘, a causa di quegli oggetti contundenti che limitavano i movimenti: altro che sport estremi! Era impossibile persino sedersi sulla sedia, a scuola, senza traballare.
Salvo, poi, alzarsi ogni 10 minuti per chiedere alla compagna di banco: – Si vede qualcosa?
Scene tipicamente femminili, con l’amica che ti scruta il didietro mentre entrambe cercate di camminare con naturalezza.

Che belli, gli Anni ’80… io quasi quasi li rivorrei tutti, compresa la frangia a banana (che ha aperto il buco dell’ozono a forza di chili di lacca per capelli) e i pantaloni corti da ‘acqua in casa’. Eccetto, ovviamente, che per i maxi assorbenti dal peso specifico di 15 chili.

Adesso siamo abituate agli assorbenti supersottili superflessibili ergonomici scientifici criptonitici, ma per andare al mare (ed è arrivato il momento di metterlo, sto costume!) vince ancora 100 a zero il mitico assorbente interno. L’intramontabile Ob.

Quello che, da adolescente, mi ha causato non poche preoccupazioni e domandone imbecilli alla ‘Cioè‘: ma si romperà il cordino? riuscirò a toglierlo? perderò la verginità? (oddio, quella in effetti l’ho persa pure senza Ob…) non è che me ne dimentico!

Comunque la cosa più divertente era l’opinione del genere maschile: ma come fate a fare pipì se mettete l’assorbente interno?
Ovvero: insegniamo ai maschi un po’ di anatomia femminile, facendogli sapere, prima o poi,  che le donne hanno 3 buchi e non 2. Potrebbe avvantaggiarci anche in termini di piacere sessuale, se invece di andare a tentoni, là sotto, trovassero un libretto di istruzioni (illustrato).

Comunque, il succo è questo: sopratutto al mare l’assorbente interno è utile. E noi che gli Anni ’80 li abbiamo superati indenni (più o meno…), siamo anche in grado di usarli con cautela e intelligenza, e non farci prendere da inutili preoccupazioni e da falsi miti.

Quindi no, l’assorbente interno non si stacca, non si sfracella, non si autodistrugge e non si ingloba. Non ha proprietà magiche.

Gli Ob, soprattutto, hanno determinate caratteristiche ‘tecniche’ che li rendono sicuri:
– un cordino cucito accuratamente e un retino protettivo che impedisce all’assorbente interno di sfaldarsi;
– imbottitura igienica in cotone;
– comfort determinato da un’espansione radiale, che permette all’assorbente di adattarsi alla forma del corpo;
– facile da rimuovere grazie a un rivestimento morbido come seta, che elimina ogni attrito.

Insomma: la tecnologia sarà servita anche a qualcosa, no?
E per le nostalgiche degli Anni ’80, una proposta: assorbente interno e una bella nuotata… con il bikini fluorescente a vita alta.
Questi sì che sono i Mitici 80! 🙂

Articolo sponsorizzato
Viral video by ebuzzing

Commenti

  1. ciao! Io appartengo alla concorrenza!

  2. Eccovi qua, siete tornate!! evviva….
    Ob indispensabile al mare, ma (non me ne voglia lo sponsor) approfondire un po’ anche il tema delle coppette mestruali?
    Sono un po’ come l’Ob da ragazzina, mi incuriosce ma non ho il coraggio di provarla…

    • No, grazie, io mi rifiuto. Mi fanno senso. LOL
      Lascio l’onore alla mia socia… muuahahaaa 😀

    • p.s. siamo tornate solo poco, nel senso che stiamo trasferendo trashic su un nuovo server, più perfomrmante, e non tutte vedono già il nuovo sito…

    • Eccomi! Uso la coppetta da vari mesi … anche io la prima volta che ne ho sentito parlare ho avuto la stessa reazione di Barbara, ma visto il costo sostenibile ho voluto sperimentare e ora la amo svisceratamente! Comoda, pulitissima, sicura!

    • Ah … soprattutto perché sono una di quelle persone sfigate con la pelle delicatissima … assorbenti interni o esterni, di qualunque marca, mi hanno sempre dato irritazioni! Passare da una settimana di disagio per il ciclo, a una settimana di disagio per il prurito non è il massimo!
      Con la coppetta invece non ho alcun tipo di fastidio, e per me è stata davvero una svolta!

  3. scusate x l’ultima parte del commento … infarcita di errori grammaticali…eh la fretta!

  4. io il primo ob l’ho messo per andare al mare, quando facevo buco da scuola alle superiori (mentre la mia compagna, fuori dal bagno, mi leggeva le istruzioni), e non ho più smesso: mare o non! sono comodissimi, magari però nei primi giorni meglio quello esterno. (vabbè, a sto giro non mi loggo)

  5. No grazie, io passo: a me in quei giorni lì servirebbero proprio i pannoloni che si usano per l’incontinenza degli anziani, senza contare i dolori di pancia, di schiena, eccetera…ammesso e non concesso che riuscissi ad alzarmi dal letto per andare al mare, ci andrei vestita e con un cappello a tesa molto larga (che in quei giorni lì anche il sole mi disturba molto e rischio di svenire) e giusto per fare una passeggiata di un’oretta con i piedi a bagno nella fresca acqua salata, per dare un pochino di sollievo alle gambe gonfie…Per andare a lavorare mi imbottisco di antidolorifici, ma se posso stare a casa sono più contenta, al mare ci andrò la settimana successiva!

  6. Io ho cominciato proprio con gli ob! Ce ho preso perchè mi sembravano più corti degli altri! Beata ignoranza! La prima volto ci ho impiegato almeno un quarto d’ora a metterlo! Ma poi.. mai più senza!
    Logicamente ero al mare con un bikini a mutanda altissima giallo fluorescente!!!

  7. Come mi ritrovo in questo post …io ho iniziato ad usare gli ob in età adulta, ero un pò indietro da ragazzina, intorno ai 25 anni. Sono comodissimi e utilissimi soprattutto quando capita di fare una settimana di mare ed è proprio il periodo del ciclo…devo dire che ho molte amiche scettiche, ma non sanno cosa si perdono.

  8. anche io appartengo alla concorrenza, ma….
    per un po’ li ho usati (ok, visto che siamo in tema devo confessare che la prima volta che provai a metterne uno, ed erano pure quelli con l’applicatore facilitato, ho sprecato quasi mezza scatola e alla fine sembrava che avessi ammazzato un pollo nel bagno…vabbè….sono l’unica???), principalmente al mare a poi quando vado in piscina “in quei giorni”…

    ultimamente però mi danno noia….dopo un po’comincio a sentire che..dà fastidio…così ultimamente anche al mare vado di supersottile e costume nero o blu scuro…se lo metto bene non si vede…
    certo, non posso fare il bagno (in quel caso torno all’assorbente interno)…

    però in generale mi danno fastidio….

    pensa che ho un’amica che durante il ciclo usa SOLO quelli interni….

    mah…

    scusate poi l’ignoranza…ma…che cosa sono le coppette mestruali???
    O_o

    😮

  9. ok, mi sono appena documentata sulle coppette…

    …fanno un po’ di senso anche a me….

    • ahahahahaaa 😀
      io sono a favore di moltissimi cambiamenti ecologici, e nella mia vita ne ho fatti tanti… ma quelle vanno oltre la mia umana sopportazione. e considerando, poi, la mia coordinazione coorporea, so già che sarebbe davvero un macello (nel vero senso del termine) doverla usare su di me.

  10. Io uso la coppetta mestruale (Mooncup) da un pezzo, saranno quattro anni questa estate. Prima di comprarla sono stata scettica per un bel po’, poi mi sono decisa e, dopo il terrore iniziale, è stato amore. 😉
    Salvo problemi (ci vuole un po’ di pratica per capire il meccanismo) non si sente per niente e funziona molto bene. Oltre alla Mooncup ce ne sono tante altre marche, e cambiano per dimensione/capienza e materiale, alcune sono più morbide di altre. Vorrei averla scoperta prima, ci ho guadagnato soldi e comodità, per non parlare dell’aspetto ambientale. 🙂
    Se volete potete leggere le mie esperienze qui (http://veruccia.blogspot.com/search/label/Mooncup), attenzione perché sono in ordine anticronologico, conviene partire dai post più vecchi.

    • Concordo con Vera e le altre fautrici delle coppette! 🙂
      Mi sono convinta dopo un bel po’ di testimonianze positive (tutte quelle che conosco che l’hanno provata ne sono entusiaste) ed ho comprato una fleurcup. Finora l’ho provata solo per un ciclo, e devo dire che funzionano benissimo! perfino io, che sono abbastanza impedita, ho imparato in frettissima a metterla! una volta accorciato il gambo sembra di non avere niente..
      Per citare il post, all’inizio anche gli assorbenti interni provocavano non pochi dubbi ed incertezze, ed ora sono diffusissimi!

      PS: Vera, avevo letto i tuoi post sulla mooncup prima di decidermi alla coppetta: è anche merito tuo, grazie! 😀

Parla alla tua mente

*