Tenuta da combattimento

abiti per camminare in montagna

Tenuta da combattimento di Trashic contenente cotton pants

Tenuta da combattimento, o meglio: non c’è nulla da fare, mi tocca andare a camminare in montagna. Preferirei avere un’unghia incarnita, ma stamattina si parte per la montagna e in previsione c’è sicuramente una ‘bella’ camminata per sentieri.

Cose per cui ucciderei. Anzi, ucciderei per molto meno.
Perchè ci sono poche cose che odio come fare fatica. Per esempio fare fatica inutilmente.

Comunque si fa e bon, non posso lamentarmi oltre: le mie lamentele non servono più a niente. Nemmeno la soddisfazione di rompere le palle e soprattutto riuscirci.

Il look sembra quasi da scenario apocalittico: pantaloni cargo e t-shirt in cotone bio, tutto preso da Decathlon. Scarpe da ginnastica nere. Uno zaino per mettere un po’ di Ventolin e di acqua.
Voglio proprio vedere quanta strada faremo con Dafne. Voglio proprio vedere.

E stavolta, nessun Piano B: zaino in spalla e camminare.
La vita certe volte è una vera ingiustizia.

Per questo look:
Kimberly Ovitz scoopneck tee, $46
Uniqlo cotton pants, £40
Asics grey shoes, $50
JanSport plaid bag, $30

Commenti

  1. Ma dai, camminare per i sentieri di montagna è bellissimo, specialmente con i bambini piccoli: si va a passo rilassato, ci si ferma ad osservare fiori, piante, animaletti, inventando per ognuno una storia, si fa merenda sul prato e ci si può sdraiare a osservare le nuvole per dargli una forma, si scambiano quattro chiacchiere con gli altri escursionisti che si incontrano sul sentiero, si respira aria buona e si può prendere il sole…rileggendo sopra sembra che dobbiate fare una marcia di tot kilometri in tot minuti! Io oggi darei qualsiasi cosa per passare del tempo libero all’aria aperta, ma fino alla fine della settimana prossima mi tocca crepare qui al lavoro!

    • Sono d’accordo con te: camminare in montagna è bellissimo. Ma cercate di capirmi: da 4 anni sono praticamente fissa a casa, a lavorare nel corridoio a ritmi di 14 ore di lavoro al giorno (e di notte). Per 4 anni non abbiamo fatto vacanze perchè non c’erano soldi. E in questi 4 anni sono stata piuttosto sola, anche se la Rete fa molta compagnia.
      L’ultima cosa di cui avevo bisogno adesso era altra solitudine. Io voglio casino, gente, aperitivi, la piazzetta dove chiacchierare di sera…
      E invece siamo di nuovo noi tre. Che va benissimo, per carità, ma non era quello che desideravo.

  2. Quoto Meg: è bellissimo!
    Noi partiamo domattina e purtroppo metton pioggia.
    Mi sparerei visto che andiamo in un posto bellissimo con camminate stupende.
    Vuoi rendere la fatica meno…faticosa?
    Fai un salto qui e guarda che ideuzze carine ha avuto Carolina: http://www.semplicementepeperosa.com/2011/08/simply-girly-agosto-in-montagna.html
    Con Dafne ormai puoi fare belle passeggiate e vedrai come si divertirà!
    Ma dove andate? Alpi o appennino?

  3. Io trovo che camminare la mattina molto presto, quando non batte troppo sole, e’ davvero molto meno faticoso (anche se tocca fare la levataccia). Poi al pomeriggio relax! E comunque opterei per una maglietta bianca!

  4. Quest’anno ci è saltata la montagna e ci spiace tantissimo! già mi pregustavo le prime camminate, gli incontri con le mucche, i mirtilli,le fragoline, i funghi, lo strudel del rifugio, l’erba bagnata e quella sensazione meravigliosa, alla quale non si è più molti abituati, di essere soli in mezzo alla natura…ahhhhhhhh! voglio andare in montagnaaaaaaaaaaaaaa!!!!

  5. ornella Altavilla

    cara mammafelice: hai ragione. fare fatica inutilmente è aberrante.
    Niente è meglio del non fare un tubo di nulla.
    Ti auguro l’ozio che desideri :).

  6. E invece a me la mia montagna manca tanto … quest’anno tra infortunati/operati e il tempo malefico non abbiamo fatto nemmeno una passeggiatina e io ho ripreso un paio di kili che avevo faticosamente perso 🙁

Parla alla tua mente

*