Abbigliamento post parto

Oggi servizio di personal shopper espresso per Francesca, che è mamma e sta per diventarlo ancora, e ha bisogno di qualche abito strategico per il post-parto.

Ecco Francesca, e la sua fantastica presentazione!

Sono una mamma per vocazione, lavoratrice per passione (in senso lato), curiosa di professione, lettrice onnivora, crafter per hobby, sportiva nel tempo libero (quale?).
Parto da casa la mattina alle 7 vestendomi nel silenzio e nel buoi di una casa ancora addormentata. Primavera/Estate in bici, Autunno/Inverno a piedi, faccio con una media di 5/10 minuti circa i 2,5 km che separano la stazione ferroviaria (2 ore di viaggio al giorno) dall’ufficio.
Torno a casa la sera alle 19 ed entro nel tornado gioco con il mio principino-faccio da mangiare-cena-sparecchio-bagnetto-giochetto-nanna poi se sono in forze indosso un negligé e coccolo mio marito (eh, gli piacerebbe a lui) molto più spesso crollo stremata nel lettone (sotto al piumone danese a 3 strati con pigiama e a volte anche la copertina sopra tutto).

Adesso sono incinta, a termine, la bimba mi nasce tra 20 giorni circa. Secondo me la sfida è lo shopping dopo parto, con un guardaroba basic, multifunzione e non “favoloso” (economicamente), necessario
prima di rientrare lentamente alle taglie pre-gravidanza.

L’armadio è pieno di cose belle e di cose brutte, di cose che vanno bene, sono larghe o sono strette.
Cerco di combinare le cose per bene, ma la fretta e le intemperie del quotidiano mandano all’aria i buoni propositi.
Ho bisogno di cambiare look? Forse, dopotutto non sono più la ragazzina rokkettara, sono una mamma, seppure pazzerella e casinista. Cerco soprattutto un buon compromesso nel sentirmi bella con quello che indosso e comoda perché riesco a fare tutto quello che devo e voglio fare.

Dunque, mi piacciono gli abiti di Vivienne Westwood e di Alberta Ferretti, mi piacciono le camicie bianche, i jeans, i pullover a i golf, gli anfibi e gli stivali a tacco basso, le ballerine e le decoltè a tacco alto, mi
piacciono i dolcevita. In generale i colori gentili. Sarò argilla nelle vostre mani!

Ecco il responso di Caia, la vera GURU di Trashic.

Francesca ha uno stile abbastanza sobrio, classico, ma si definisce pazzarella: la sento molto vicina a me e per questo suggerirei un guardaroba basico con capi confortevoli, da poter mixare e poi ravvivare con sprazzi di fantasia. Per il post partum l’ideale sono gli spezzati: pantalone o gonna e top, da mixare con creatività. Una specie di ‘capsula’ di guardaroba con cui creare vari look differenti.

pantaloni-post-partum

jeans denimpantalone velluto | pantaloni eleganti | capri
cucitura anteriore | dritti | larghi | bordino laterale

Partiamo dai pantaloni: jeans, decisamente, anche di vari modelli, o anche riciclosi: io nel post partum usavo quelli di mio marito arrotolati, oppure tra i tanti rimasugli dei passaggi da una taglia all’altra un paio che mi calzava meglio degli altri. Altrimenti prova con un pantalone sportivo per le passeggiate quotidiane, magari di velluto a costine, come ad esempio quello di Bonprix che ha anche ottime recensioni per il punto vita… dopo un parto, non si sa mai. Magari puoi prenderlo anche due colori visto, che costa cosi poco. Per una volta facciamo un’eccezione agli acquisti di massa! 😉
Immancabili, almeno un paio di pantaloni sobri, passepartout, magari un po’ più eleganti: da Zara, ovviamente, che è imbattibile su questo look.

gonna post parto

Poi serve una gonna, magari non troppo classica, come quella di H&M: proprio carina, versatile, per tutti i giorni.

gonna-post-partum

Per una serata fuori casa, una cena, o anche solo una giornata di festa (arriverà Natale presto o tardi…), prova a orientarti su un look romantico: uno scaldacuore caldo caldo che ti permette anche di allattare facilmente, un piccolo cardigan, una scarpa bassa e una bella gonna ampia.

Passiamo ai top.
Ovviamente, se allatterai, sarà perfetto utilizzare camicie, cardigan e scaldacuore.

top-post-partum

maglietta allattamento | camicia pacco doppio | quadri
fiori | denim | stampa

Fai incetta di magliette basic per l’allattamento (contro il freddo!), da indossare sotto tutto, e poi punta su un abbigliamento a strati, con scollatura apribile, per poter allattare in pace senza denudarti completamente. Via libera a camicie che probabilmente riuscirai a riesumare dal tuo vecchio guardaroba, ma sicuramente nella tua capsule collection ne serviranno una bianca e una colorata (facendo attenzione a restare sulla stessa palette rispetto alle magliette basiche che hai scelto…). Ma anche una camicia jeans che serve sempre e sdrammatizza anche una gonna importante, una camicia fantasia, magari floreale, o anche a quadri.

cardigan-post-partum

cardigan grigio | cardigan fluo | bicolore | blazer

Sarà utilissimo anche un bel cardigan morbido e avvolgente per tutti i giorni invernali, in un colore neutro tipo grigio o blu, o anche un cardigan più riconoscibile e stagionale. Magari riesci a recuperarlo dal tuo vecchio guardaroba? A questo, prova ad aggiungere un golfino più smilzo, colorato, e il famoso scaldacuore, eventualmente da sfruttare anche sotto al cardigan grosso o al blazer.
Infine, non farti mancare una giacca particolare che dia un tocco frizzante anche al look più basico!

accessori-gravidanza

01 | 02 | 03 | 04 | 05
06 | 07 | 08 | 09 | 10
11 | 12 | 13 | 14 | 15
16 | 17 | 18 | 19 | 20

Ovviamente a tutto ciò puoi aggiungere gli accessori, che sono i migliori amici delle donne e soprattutto delle mamme. E sai perché? Perché non hanno taglie!!!
Quindi maxi bag colorare o fantasia, azzardando anche il pitonato, che è molto di tendenza quest’anno. Cappelli (su ASOS ce ne sono di meravigliosi!!!), occhiali colorati e fondamentali sciarpe e scialli, soprattutto in inverno (non potendo indossare maglioni chiusi davanti).

pelliccia-sintetica

stola | collo finta pelliccia | stola

…E se vuoi esagerare e sentirti in season, pure una pelliccia (finta), ma da mettere sulla camicia jeans con la gonnellina sportiva e anfibi 😉

Sai qual e’ la cosa gratificante? Che ho fatto tutto questo lavoro anche per me, visto che ne avrò bisogno anche io a breve 😉
In bocca al lupo a noi!

Commenti

  1. Capisco il problema!io l’ho affrontato 2 volte e sempre male anzi malissimo!
    presa dalla frenesia del “Nulla mi sta bene” ho comprato e ricomprato..anche le scarpe..erano enormi..insomma ho regalato tutto..è importante dopo aver partorito capire che il corpo che ti ritrovi è comunque momentaneo…molto ancora è destinato a cambiare…
    è quello che ripeto sempre alla mia migliore amica, diventata mamma da poco..felice ma angustiata dalla frenesia di cui sopra..ma perchè per gli uomini la vita è sempre più semplice?

    • sul tuo quesito non so rispondere… me lo chiedo sempre anche io, anche se poi non farei mai a cambio 😉
      riguardo il post partum la prima volta ero in estate e non e’ stato difficile, ma poi e’ arrivato l’autunno e io non ero ancora tornata “in forma” quindi ci son stati dei momenti cupi.
      ecco perche’ ho accolto con molta gioia questa richiesta per pts, cosi mi son portata avanti 😉

  2. che bei consigli!!!! Quella gonna di H&M mi piace da morire!!

  3. Eccomi, eccomi! La mia piccola Eva è nata il 19 ottobre! Oggi finalmente, ho qualche minuto per scaricare la posta e… sorpresa! Il mio personal trashopper! Che bel regalo, grazie Caia.
    Colgo l’occasione del cambio di stagione (sono entrata in ospedale che faceva caldo e ne esco con pioggia e freddo, brrrr) per selezionare le cose che hai suggerito in mezzo a quelle che mi vanno ancora bene (tra premaman e pre-tutto) nel frattempo io e la mia piccolina ci prepariamo per la nostra prima battuta di shopping. Le cose che mi hai suggerito mi piacciono tutte. Soprattutto mi occorrono i capi sopra, visto che allatto e fa freddo rispetto al primo figlio. Vi terrò aggiornate sui miei acquisti così poi mi direte se sono promossa o bocciata.
    In bocca al lupo Caia. Un abbraccio da Francesca ed Eva

    • sono felicissima per te franz!
      augurissimi!!!
      io sono ancora panzutissima, ma fra poco arrivo anche io 😉
      e anche io ho la stessa differenza: momo e’ nato a fine giugno e questo nascera’ praticamente in inverno.
      ma basta davvero poco per adeguare il guardaroba e comunque si, tienici aggiornate, mi raccomando!!!
      un abbraccio!

Parla alla tua mente

*