La dieta a zona: menu settimanale

menu dieta zona

La dieta a zona è il modello alimentare lanciato dal biochimico americano Berry Sears ed illustrata nel suo libro Enter the Zone, del 1995.

La dieta a zona si basa sul principio che i carboidrati in eccesso conducono all’obesità, e che alcuni cibi cosiddetti ad alto tasso glicemico (IG) sono da escludere dall’alimentazione.
La dieta a zona si basa infatti sul controllo dell’insulina, che secondo Sears può essere tenuta sotto controllo da un bilanciamento carboidrati/proteineattraverso la suddivisione degli alimenti secondo lo schema: 40% carboidrati, 30% proteine, 30% grassi.

In realtà, con gli anni, la scienza ha dimostrato che siamo di fronte a un falso scientifico: l’aumento della glicemia non dipende infatti dal rapporto carboidrati/proteine. A parità di calorie, per mantenere l’insulina sotto controllo, basta sostituire parte dei carboidrati con le proteine o, ancora meglio, con i grassi. Ma questo va stabilito da un medico competente.
I motivi per cui questa dieta si basa su falsi presupposti, e alla lunga è anche dannosa, sono ben spiegati su: La dieta a zona.

Il riassunto? Come tutte le diete ‘famose’, anche la zona è una dieta sbilanciata. Ovvero: non può essere seguita per troppo tempo, e non sempre è adatta a tutti. Serve quindi il parere di un medico competente, per intraprenderla. Ma è una dieta che funziona. Come tutte le diete iperproteiche, la dieta a zona fa perdere molto peso e risulta quindi efficace.

Come funziona? Per vederne un esempio, ecco un menù di una settimana, da Cortigianerie:
Menu dieta a zona per una settimana

E’ evidente a chiunque, quanto sia sbilanciata questa dieta: fare merenda con 100 grammi di bresaola o una scatoletta di tonno, è piuttosto inusuale, per non parlare della mortadella a colazione. Come anche mangiare più o meno gli stessi alimenti: albumi, bresaola, tanta carne… a rotazione. Ma funziona, e vi permette di perdere peso velocemente, per poi – si spera – passare a una dieta più bilanciata, magari mediterranea, meno ricca di proteine animali.

L’avete provata? Cosa ne pensate?
Mangereste il tonno a metà mattina?

Comments

  1. Certo che se la presentate così la Zona è sicuramente dannosa, peccato che chi ha scritto l’articolo di zona non capisce un’acca.. bisognerebbe avere la cura di informarsi, prima di parlare. Io ho seguito la zona da un po’ di tempo, e l’ho trovata ottima per la mia salute dato che mi ha migliorato tutti i valori del sangue e ho perso molto peso, che per me era importante. Poi ho smesso perchè non mi andava un po’ per pigrizia un po’ perchè effettivamente devi calcolare tutti i pasti, ma adesso ho ripreso, ho anche trovato un sito dove tutte le settimane ti danno un menù nuovo di zona vera e non quella che ho letto qui, e almeno so sempre cosa devo mangiare.

    • Grazie Elena, ti va di raccontarla meglio?

      • Certo che mi va, mammafelice (bellissimo nick!!). Che cosa intendi per “raccontarla meglio”? Cioè raccontare cosa mangio con questi menù? Lo faccio volentieri, magari non posto proprio il menù perchè non vorrei che si arrabbiassero sul sito dove li prendo.
        Intanto quando dicevo che non conosce la zona chi ha scritto qui mi riferivo sia all’articolista sia, e soprattutto, a quell’esempio settimanale di menù che è stato linkato nell’articolo. Lì ci sono PANE, BISCOTTI.. e altri alimenti che consumati tutti i giorni non ti faranno mai raggiungere la Zona, proprio mai. Io mangio di tutto e di più: ti faccio degli esempi di come sono i menù che sto seguendo. Per esempio, per le colazioni, che ti danno sia dolci che salate, mangio ricotta e frutti di bosco, oppure delle crepe dolci farcite anche con la marmellata dietetica o salate, farcite con prosciutto e formaggio, poi ci sono anche delle ricette per fare delle cose diverse. Per pranzo ci sono sempre dei pasti completi che ti puoi portare anche in ufficio tipo delle belle insalatone con il pesce, come i gamberetti e tante belle verdurine, o con il pollo tipo insalata di pollo. Gli spuntini sono sempre diversi e a volte ti fanno cucinare qualcosa di più in un pasto principale per mettertelo da parte per lo spuntino del giorno dopo, insomma è anche molto comoda fatta così. A cena mangio il pesce se a pranzo ho mangiato la carne, e viceversa, così vario molto. Poi sempre per cena a volte ci sono delle minestre di verdure, in cui qualche volta metti un po’ di farro e poi carne o pesce e ti dicono anche come cucinarli e ovviamente come completarli con le varie verdure. Ogni tanto, raramente, è chiaro… c’è anche un bicchiere di vino :tongueout:. Ma quello che a me mi ha risolto il problema della smania prima di andare a dormire sono gli spuntini prenanna. Ci sono delle cose golosissime come delle creme dolci da fare con la ricotta e magari il cioccolato fondentissimo che io adoro e che in Zona si può mangiare. Ti dico solo che io ho ripreso da 3 settimane circa, non soffro mai la fame e ancora non ho ripreso a fare sport in modo serio (solo qualche passeggiatina) ma ho già perso 3,5 kg e diversi centimetri. Ma la cosa più favolosa è come mi sento: tutta gasata, energica, dormo bene… Non soffro la voglia di dolci e cose più “cucinate” perchè in quei menù c’è di tutto, e quindi sono anche soddisfatta dal punto di vista della gola. Credimi, la Zona fatta come si deve secondo me resta ancora la dieta migliore, e ti assicuro che io le ho provate tutte. Per questo mi arrabbio quando fanno gli esempi e ci mettono le cose sbagliate, perchè poi la gente li copia e non succede niente. Tutto qui. Spero di aver risposto come volevi. :blush:

        • Ciao Elena, sono contento che un’altra persona abbia ribadito quello che già avevo scritto io su questo articolo.
          Ormai sono 3 anni che faccio la dieta a Zona. Dieta inteso come tipo di alimentazione più che dieta per perdere peso. Non so chi ti ha detto che il vino rosso è da assumere raramente ma ti posso assicurare che puoi prendere un bicchiere da 120gr anche tutti i giorni, L’unico inconveniente del vino è che non sazia come le verdure e quindi un pasto in cui un mini blocco di carboidrati è fatto dal vino sazia di meno ma se già nel paso hai previsto molti ortaggi e verdura in foglie direi che un bicchiere di vino rosso (ma anche bianco) va più che bene oltre che fare bene (ed il PRAL è negativo :itwasntme: )
          Ciao

  2. Salve a tutti, circa 6 anni fa ho avuto il primo incontro con la dieta a zona grazie al mio osteopatia!In seguito mi sono iscritta in palestra ed anche lì il medico sportivo mi consigliò questo regime alimentare! La mia esperienza è stata più che positiva perdevo 2cm a settimana mica poco!! in concomitanza con l’allenamento in palestra, provare per credere! Se siete scettici provate per una settimana, cercando di fare un po’ di sport o lunghe camminate! Esistono vari libri sull’argomento, provateci e ne trarrete benefici pressoché immediati. Buona zona a tutti.

  3. Io non credo proprio che proverò mai questa “piramide”… Non sono minimamente esperta e voglio iniziare una dieta, visto che negli ultimi tempi mi sono lasciata un po’ andare e ho preso qualche chilo. Mi consiglliate qualche sito o dieta ecc.??? Ho bisogno di un consiglio!

Speak Your Mind

*