La dieta del minestrone

dieta-del-minestrone

La dieta del minestrone: titolo di una famosissima dieta (un po’ datata) che ha attratto negli anni molte di noi… senza successo.
Perché? Perché sembrava facile. Ma era impraticabile: una sbobba immangiabile, che faceva desistere chiunque. Una specie di pentolone pieno di verdure male assortite, che sapevano solo di cavolo e basta.

Io vi ripropongo la dieta del minestrone in versione sana, ma soprattutto buona. E scommettiamo che perderemo peso senza faticare, e soprattutto senza rinunciare al gusto?

Non si tratta neppure di una dieta: semplicemente buonsenso. Ovvero: ridurre le calorie ingerite dalle 17 in poi, e fare cena con qualcosa di frugale, a base soprattutto di verdure e proteine. La regola più semplice che esista, no?

La giornata non cambierà molto: colazione abbondante, pranzo leggero con una moderata quantità di carboidrati, cena frugale a base di zuppa o minestra.

In questo modo io perdo sempre molto peso, e mi sazio notevolmente, perché nella mia dieta vera, quella formulata per me dalla dietologa, la minestra della sera (che non prevede pasta o patate), è sempre abbondante, addirittura definita ‘a volontà‘.

Ecco allora 5 zuppe, per 5 sere frugali. Una settimana di cene leggere, in cui mangiare solo abbondante minestra, e niente altro.

– Crema alla zucca: polpa di zucca cotta in acqua con 2 carote, 1 sedano, 1 cipolla, e arricchita con 2 cucchiai di panna da cucina.

– Minestra di zucchine e lattuga: zucchine tagliate a quadretti piccoli, sedano, 1 porro, foglie di lattuga tagliate a listarelle sottili. Si arricchisce con 1 cucchiaio di parmigiano grattato.

– Zuppa di cavolo nero e cannellini: minestra cotta lentamente con cavolo nero, carote, sedano e 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro. Si arricchisce con mezza scatola di cannellini.

– Minestrone di verdure miste: preparato con carote, zucchine, verza tagliata sottile, mezza scatola di fagioli rossi, pomodori privati della buccia, 1 porro tagliato sottile.

– Zuppa di cipolle: preparata con 2 chili di cipolle dorate e brodo di verdure. Si arricchisce con 2 cucchiai di emmenthal grattugiato.

Vi sfamerete alla grande, senza sentire i morsi della fame, e al mattino vi sentirete anche in forma: pelle sana, idratata, luminosa, e tanta energia. perché le verdure sono le nostre alleate più preziose, soprattutto se combinate con i legumi, fonti di proteine ricchissime e sane!

Avete mai provato?

Commenti

  1. Effettivamente si, nella maggior parte delle diete prescritte da medici abilitati (è capitato a me, ma anche a molte persone che conosco) il pasto della sera è un bel minestrone senza pasta nè riso…a me capita poi però che mi devo alzare almeno due volte durante la notte per fare pipì, e siccome che ultimamente ho difficoltà a riprendere sonno, preferisco evitare troppi liquidi e/o cibi drenanti la sera, la mia cena ideale è la classica fettina di carne con l’insalata!

  2. Guarda, hai ragione! Noi da una decina di giorni abbiamo iniziato a fare cena quasi esclusivamente con le verdure…al limite un po’ di formaggio. Niente carboidrati (a parte un po’ di pane) e niente carne.
    E ci piace! La Princi per qualcosa fa i capricci, ma si è rivelata una grande amante di broccoli e lenticchie…e poi si risparmia!

    • Piano piano ci sto arrivando anche io, sono fermamente convinta che non è necessario mangiare carne e pesce per avere un adieta equilibrata; le proteine si possono tranquillamente ricavare dai legumi. E poi quando fa freddo cosa c’è di meglio di una bella zuppa di cereali e legumi?

  3. Anche noi con l’arrivo dell’ autunno ci siamo dati alle zuppe…la nostra preferita?Quella di cipolle, con una fetta di pane tostato e una fettina di scamorza affumicata sopra!!
    Ma ci alterniamo con minestrone light, passato di zucchine, spinaci e vellutata di zucca!
    Non so se sia giusto mangiare la frutta a cena ma a me piace coccolarmi con una mela renetta al forno, con solo un pò di cannella sopra…una delizia!
    A me l’inverno piace un sacco.

  4. Quindi dopo quella non si mangia altro? Pane, formaggio? Frutta?

  5. Io mi regolo così, quando riesco ad essere brava. Magari non le cucino davvero le zuppe, le compro surgelate o addirittura pronte… ehm ehm. Però funziona.

  6. grazie alla vecchia dieta del minestrone non posso più guardare in faccia un cavolo o un suo parente stretto!
    però queste zuppe mi piacciono! la stagione è perfetta, grazie!

  7. E brava Barbara, anche io a volte consiglio di fare almeno due settimane in questo modo, soprattutto quando l’ago della bilancia non accenna a scendere, e questo purtroppo capita spesso, soprattutto in quelle persone che hanno molti chili da perdere, e quindi un percorso abbastanza lungo. Le alternative che proponi sono abbastanza valide e soprattutto appetibili. Le ho segnate nell’elenco di alternative che propongo alle mie clienti!

  8. vorrei provare anche io.

Parla alla tua mente

*