Nona lezione, dove, come, quanto

Lo stile è un viaggio di ricerca, non ha senso arrivare alla fine.

Siamo ormai in una fase decisamente attiva, ma questo non significa dissanguarci in pochi giorni o settimane, senza godere del piacere della ricerca, della scelta e solo infine dell’acquisto.

È importante anche pianificare il percorso, e pensarci un po’ su, immaginare, farsi suggestionare, provare, capire.

E chiederci: dove? Come? Quanto?

È inutile entrare in uno store low cost e spuntare meccanicamente i punti della nostra lista. Non è divertente e vi assicuro che ci sono una marea di controindicazioni anche per la resa del nostro guardaroba, ma certamente le potete immaginare anche voi se avete seguito tutte le lezioni finora.

Quindi mettete nero su bianco un budget realistico, pianificate una serie di negozi che nella vostra indagine già fatta (non avrete mica saltato la quinta lezione? Se sì, correte a recuperarla) sono mete più o meno sicure per trovare ciò che state cercando e partite alla ricerca dei vostri capi perfetti.

Ricordate che un guardaroba non è qualcosa di statico, ma un divertente lavorio fatto di pensieri, emozioni, affezioni, attese e magari sorprese. Quindi lasciamo stare le retate alla cieca di shopping compulsivo, ma abbiamo ben chiara la nostra lista e il nostro budget.

Inoltre diamoci anche un limite, che sia un capo a settimana o uno al mese, in ordine di priorità. Ci aiuterà ad apprezzare di più quello che acquistiamo.

E poi avete scordato quella bella sensazione infantile di quando ricevevamo un regalo e non ce ne separavamo per settimane? Ecco, anche con un vestito possiamo riscoprire la stessa sensazione.

È bello tornare a casa con un bel pacco, aprirlo, tenerne ancora un po’ le carte sul comò, e poi decidere di indossarlo tutti i giorni con abbinamenti diversi, ma metterlo, metterlo, gioirne e farlo nostro… fino al prossimo amore!

Raccontatemi il vostro acquisto pianificato, l’emozione non ha prezzo!

love

c.

Commenti

  1. Per questa lezione aspetterò un po’ a fare i compiti.
    Il perchè è tecnico (chiedi alla tua sociafelice) ma ti assicuro che mediterò parecchio parecchissimo 😉

  2. un capo al mese è la regola che usavo prima di diventare mamma, adesso quando esco per prendere una cosa per me, rientro con il sacchetto dell’idexe e cose per le mie bimbe. Mi piacciono tanto queste lezioni, mi ci trovo come un vestito perfetto.

  3. sono appena stata tentata da shopping compulsivo. ho un’amica che lavora in un negozio di abbigliamento che a me piace molto e ogni volta entro per salutarla e esco con qualcosa, che poi finisce tristemente nell’armadio. ho fatto tesoro delle lezioni precedenti e mi sono detta.” no moni, ora ti servono solo queste due o tre cose, aspetta di trovarle come le vuoi tu.” sono stata brava? ora sono piena di entusiasmo e mi rileggo tutte le lezioni bene bene. siete fantastiche!!!!!

  4. il mio acquisto pianificato è il paio di jeans perfetto. Devono essere scuri (possibilimente blu), diritti, abbastanza rigidi, con la vita alta, ma non troppo (livello ombelico diciamo). Dopo molte riflessioni sul modello, credo che sia questo quello che mi sta meglio… non sono molto alta e la linea dritta mi piace (si mette bene con gli stivali, che sono il mio evergreen invernale). Avete qualche marca o qualche negozio da consigliarmi?

    • liz, sui jeans io fatico davvero a dare marche: ho jeans h&m e camaieu (costo 30 euro al max) che mi porto avanti da anni e mi calzano perfettamente, come pure dei levi’s, dei wrangler e degli indian rose. ho dei cavalli che praticamente non metto mai, cosi come dei jeans di zara (per esempio di zara mi stanno generalemnte bene i pantaloni, ma non i jeans). quindi l’unico consiglio e’ PROVANE PIU’ POSSIBILE!

      • ah!anche i gap non mi dispiacciono, se hai modo dai uno sguardo!

        • sì in effetti anche io ho qualche perplessità sui jeans di zara, mi sembra che non facciano che aumentare i difetti! in generale mi sono trovata abbastanza bene con i pantaloni di promod, ma per i jeans è più complicato perchè trovo sempre solo jeans a vita bassa che proprio non li reggo!

          • perche’ non provi i levi’s curvy id?
            io quando ritorno “normale” ci voglio fare un pensierino, ma ancora non ho toccato con mano, quindi te lo dico solo perche’ come modello quello hce dici tu sarebbe il 501, ma con questa cosa che hanno lanciato del curvy id si potrebbe trovare il compormesso giusto

          • i jeans zara ingrassano,io ne ho provati diversi modelli,ma fanno sembrare grosse anche gambe e sederi magri 😡

  5. Uh quanto mi siete mancate! L’acquisto pianificato è stato fatto stamattina. Dopo averlo immaginato con diversi capi nell’armadio, in diverse occasioni, in diverse ore della giornata (oltre a un bel buono sconto sbucato dal cilindro) ho finalmente comprato un poncho! Ha proprio il suo perché, non e banale nella trama e nei colori ed è di una lana stupenda. È andata a finire che l’acquisto del mese l’ho fatto ma ora come resisto fino a dicembre? Eheheheh

    • allora tanto per cominciare hai da pensare alla mille potenzialita’ del tuo nuovo acquisto e a come indossarlo. e soprattutto hai da indossarlo.
      e poi puoi cominciare a guardarti intorno e pensare al prossimo: piu’ covi il desiderio, piu’ sara’ gratificante l’acquisto 😉

  6. mi servono un paio di scarpe di ginnastica nere, ieri le ho cercate per tutto il paesino ma niente! Come al solito il mio piedino da cenerentola 41 non mi aiuta, martedì proverò con il mercatino a Sorrento non si sà mai! Mi piacerebbe anche una maglia lunga marrone da mettere con i miei nuovi stivali kachi, budget sempre bassino non mi piace spendere troppi soldi tutti insieme!

    • pero’ proprio la scarpa da ginnastica si puo’ trovare nel reparto maschile!
      anche io porto il 40/41.
      le scarpe da ginnastica sono le uniche che trovo a occhi chiusi!

  7. Dopo aver concluso le lezioni precedenti la mia lista di priorità è:
    – un pantalone
    – un jeans
    – una camicia bianca (ne ho salvato solo una, ma probabilmente avrei dovuto eliminare anche quella … solo che senza camicie non posso indossare alcune maglie)
    – tre magliette di cotone tinata unita basic (colori nero, rosa, rosso)
    – una maglia nera scollo a V (la mia è arrivata al capolinea)
    – un paio di scarpe nere eleganti
    E poi la lista prevede altri capi che però non sono prioritari per far girare il mio guardaroba e che inserirò quando troverò i modelli giusti e in budget.
    La programmazione:
    Prima di Natale: pantalone, jeans (andrò sabato che non so più cosa mettere come sotto), camicia e magliette. Per Natale mi farò regalare dal marito la maglia nera (intanto cerco quella che mi piace e nel frattempo ho altre maglie che posso mettere anche se quella nera scollo a V è la mia preferita). Le scarpe nere eleganti ai saldi (intanto mi metto gli stivali e le scarpe eleganti che non ho ancora buttato anche se sono un po’ rovinate sulla punta e nel frattempo le sistemo con la vernice nera … lo so mi merito di essere sgridata)

    ciao a tutte
    francesca

  8. che bello questo blog!!!!
    Vi ho scoperto solo questa mattina girovagando su internet ed ho trovato i suggerimenti di Caia ed i vs interventi estremamente interessanti, ed illuminanti.
    Io non sono piu’ molto giovane (ho 53 anni mi dicono ben portati) e nel mio armadio ci sono cose immagazzinate da anni di compere, le tengo perche’ penso sempre che possano tornare di moda ed anche perche’ sono comunque vestiti di qualita’ . Il mio problema ora e’ trovare un mio stile che npon mi faccia apparire piu’ grande di quello che sono ma nello stesso tempo non mi faccia cadere nel ridicolo nel voler apparire giovanile a tutti i costi, non e’ questo il mio obiettivo. Diciamo che comunque riesco a districarmi abbastanza bene rispettando il corso degli anni cioe’ non metto certo quello che avrei messo a 20 o a 30 anni,cercando pero’ di mantenere un aspetto fresco. Vorrei da Caia o da qualcuna di voi un giudizio, lessi molti anni fa una frase che e’ diventato un mio motto ” A 20 anni ti devi curare per piacere, a 50/60/70 ettc ti devi curare per non dispiacere” Continuero’ a
    seguirvi e se posso anche ad intervenire. Grazie per la vs attenzione

    • grazie enrica!
      che bel commento, e benvenuta!
      io credo che tu abbia gia’ focalizzato il tuo obiettivo quindi non sara’ difficile adattare il tuo guardaroba allo stile che cerchi.
      e poi piu’ si cresce e piu’ si stabilizza dentro di noi l’idea che abbiamo di stile, ma soprattutto di noi stesse, quindi i giochi si fanno anche piu’ divertenti!

  9. ecco i miei
    -cappottino nero motivi(già visto e provato),sarà mio per i saldi
    -stivali neri bassi di bata,visti solo su internet da vedere dal vivo

    ho stabilito un budget che spenderò per i saldi per comprare le cose della lista fatta alla scorsa lezioni,nel frattempo comprerò solo se mi imbatto nel capo che mi serve

Trackbacks

  1. […] parere, realistico. Ma diminuire drasticamente si può. Acquisti meditati come dice Caia nella sua nona lezione di stile sono un guadagno anche per noi, e diventano in questo caso una attenzione verso i più […]

Parla alla tua mente

*