Grandi piatti in versione light

ricette-light-natale

Grandi piatti in versione light: se deve esserci un pranzo di Natale, che Natale sia! Ma usiamo qualche trucco per consumare meno calorie possibili.

Ecco alcune idee per risparmiare calorie senza accorgervene. Le vostre ricette non perderanno sapore e saranno sempre molto ricche, ma insieme risparmieremo alcune centinaia di calorie a pasto. Non dimagriremo, ma almeno potremo contenere i danni!

Lasagne light

Esistono diversi modi per alleggerire di calorie le lasagne.
– Lasagne al ragù: utilizzate carne macinata di pollo e tacchino invece del macinato di manzo e maiale, o della salsiccia: il ragù sarà ricco lo stesso, ma risparmierete parecchie calorie.

– Besciamella: potete avere una besciamella light se sostituite alcuni ingredienti nella preparazione.
Se volete eliminare il burro, fate una pappetta con 3-d cucchiai di latte latte e 2 cucchiai di farina, e procedete nello stesso modo, mescolando bene con la frusta, e aggiungendo latte scremato.
Se volete eliminare anche il latte, sostituitelo con il brodo vegetale: la besciamella verrà buonissima lo stesso!

– Soffritto: per preparare il ragù, fate un soffritto alternativo. Tritate finemente carota, cipolla e sedano con il robot da cucina, in modo che le verdure siano finissime. Poi soffriggetele con due cucchiai di brodo e un cucchiaio abbondante di concentrato di pomodoro, senza aggiungere olio. Altre calorie risparmiate!

Melanzane alla parmigiana light

Per rendere light le melanzane alla parmigiana, due trucchetti molto semplici.

– Grigliate le melanzane,  invece che friggerle. Prima di grigliarle, fate scottare le melanzane in acqua calda bollente salata: in questo modo, durante la fase di grigliatura, non bruceranno, e saranno ben cotte anche all’interno.

– Utilizzate il pecorino invece della mozzarella. Per risparmiare altre calorie, fate strati di melanzane, salsa di pomodoro, basilico fresco e pecorino grattato, eliminando la mozzarella. Con il pecorino sono molto saporite e non ne perderete in gusto.

Secondi di carne e di pesce

Per rendere light i secondi, provate la cottura al forno sotto sale. Invece che cuocere gli arrosti o i pesci interi con l’uso di olio e condimenti, provate a cuocerli in forno con il sale grosso.
Servono circa 3 chili di sale grosso: disponetene uno strato generoso sul fondo di una teglia, inseritevi la carne o il pesce (che deve avere ancora le squame) e coprite bene tutto con altro sale grosso, senza lasciare buchi, e in modo che la pietanza sia coperta interamente da uno strato di un paio di centimetri di sale. Spruzzate con qualche goccia d’acqua (per far solidificare) e cuocete in forno (180° per circa 20 minuti, da valutare in base alla dimensione della portata). Al momento di servire, spaccate la crosta di sale con un coltello, prelevate la portata e servitela senza ulteriori condimenti.

Se volete accompagnarla ad una salsina: frullate una carota, una zucchina, un porro e un gambo di sedano cotti al vapore o bolliti, e conditi di sale e spezie. Gustosissima.

Verdure e contorni

Cuocete le verdure in forno, aggiungendo solo un pochino di salamoia bolognese (mix di spezie e sale) e poco pangrattato. Non occorre olio per rendere le verdure gustose. In particolar modo, provate la zucca: tagliatela a fette, disponetela su una placca da forno e fatela arrostire solo con sale e rosmarino. Una volta cotta, non occorrerà alcun condimento aggiuntivo, per gustarla in tutta la sua bontà.

Voi cosa cucinate, di solito, a Natale? Se vi serve qualche trucco light, fateci sapere attraverso i commenti quali sono i piatti che porterete in tavola, e proveremo a renderli insieme più leggeri!

Commenti

  1. Grazie, consigli utilissimi!!!!!!!! In particolare proprio ieri avevo visto da qualche parte la ricetta della besciamella vegetale e volevo provare, anche perché sono intollerante al latte.
    Io mangerò passatelli in brodo, un po’ di lesso, una mattonella di verdure buonissima che fa mia madre con verdurine miste in una salsina d’uovo, in stampo da plumcake foderato di prosciutto cotto, messo in forno e poi in frigo (si mangia freddo), panettone fatto in casa. I passatelli me li scofano così come sono, poi compenso non mangiando il coniglio in umido (che tanto non mi piace) ma solo il lesso con un filo d’olio crudo. E cerco di contenermi sul panettone. Poi comunque compenso sempre la sera, già in genere sto comunque leggerissima, adesso poi rimetto tutto!!! Non sono bulimica eh! Sono incinta.

  2. Ah, dimenticavo! Mio padre per fare un ragù più magro mette a bollire insieme alla carne (mista) e al pomodoro, gli odori interi. Quando il ragù ha finito di bollire, non so per quale strana reazione chimica, se metti gli odori interi viene a galla tutto il grasso, così poi lo puoi togliere con una schiumarola. Mamma mia che brutto italiano stasera… spero si sia capito lo stesso!

  3. Ottimi consigli Barbara, Inutile dire che mi serviranno tantissimo, anche se dubito che verranno seguiti a Natale, però possono essere sempre utili!

Parla alla tua mente

*