Bomboniere solidali WWF

Ci sono momenti nella vita di ognuno in cui, per fortuna, si cambia idee sulle cose.

Io, per dire, ho giurato e spergiurato che non mi sarei mai spostata in vita mia, e più la gente mi diceva che avrei cambiato idea, più la mia convinzione si rinsaldava.

E, davvero, non mi volevo sposare. Poi è successo che ho trovato l’uomo della mia vita, ma soprattutto è successo il miracolo: che lui mi abbia voluta, tra migliaia di scelte possibili, senza accorgersi dei miei difetti e delle mie orride manie. A quel punto l’unica strada per me percorribile era sposarlo, prima che si rendesse conto di essersi sbagliato!

(Comunque adesso stiamo insieme da 7 anni, e lui: o non se ne è ancora accorto, o si è fatto prendere dalla rassegnazione, quindi vorrei dire a mia suocera che per ora non dovrà riprenderselo, con sua somma gioia).

Ero anche una di quelle che: io? bomboniere mai!

Poi arriva il giorno del matrimonio, che è stato davvero un matrimonio alternativo (ehi, gente, io ero quella che non voleva sposarsi, quindi mi sposo in comune con la pancia di 8 mesi e i jeans premaman, occhei?), con meno di 10 invitati, e però è stato un giorno bello per la nostra coppia (un po’ meno per gli invitati: ma immagino che questa sia la punizione per aver sempre detestato la formalità delle cerimonie). E siccome ci siamo sposati in 10 minuti, nella Piazza Grande tanto cantata da Lucio Dalla, poi, che vuoi fare? Un pranzo a base di piadine e tigelle a casa. Ma in effetti era davvero troppo, troppo informale, e da qui, la mia grande idea: facciamo le bomboniere!

Così io, sì, proprio io, ho consegnato 10 bomboniere.

Se avessi saputo che le bomboniere potevano essere alternative, beh, non avrei esitato un attimo a sceglierle, ma lo scopro oggi: il WWF confeziona delle bomboniere solidali che sono la fine del mondo, e il cui ricavato viene utilizzato per sostenere progetti per la salvezza degli animali di tutto il mondo: dalle oasi naturali alla cura degli animali feriti, o per preservare gli alberi italiani più antichi, o anche per adottare specie animali in pericolo di estinzione (mi garantiscono dalla regia che, se anche le suocere saranno in pericolo di estinzione, i soldi delle vostre bomboniere non verranno spesi per preservarne la specie).

E’ un bel modo di farsi un regalo in tanti sensi: come ricordo per la propria festa di matrimonio, come ricordo per i propri ospiti, ma anche come gesto di amore per il mondo che vogliamo lasciare ai nostri figli. Il progetto di una famiglia non è proprio quello (io ve lo auguro con tutto il mio cuore), di diventare una grande e felice famiglia?

 

Lo so cosa state pensando: avete la casa piena di bomboniere e oggettini inutili. Ricordo che una mia amica aveva un cigno di cristallo del peso specifico di 200 chili, e io stessa un giorno ho ricevuto in regalo una pera. Sì, una pera. Una pera di legno intarsiato e dorato che valeva pure un’occhio della testa, immagino. Ma pur sempre una PERA. Parliamone!
bombiniere solidali matrimonio
Le bomboniere del WWF però sono belle (oltre che buone) e occupano anche pochissimo spazio: le pergamene, la bustina di cotone biologoco che include un sacchettino di sale, la bustina di cotone dove mettere i 5 confetti di rito (la mia preferita, ma si sa: se c’è da mangiare, io ci vado a nozze – battutona!) e il kit di adozioni con il certificato che parla delle specie animale che avete adottato.
Lo sapevate, vero, che la tradizione dice di mettere 5 confetti per sacchettino? Ecco, io sceglierei i sacchettini biologici, e poi sceglierei dei confetti di tanti colori diversi: blu come il mare, verde come le piante, marrone come la terra, giallo come il sole, rosa come l’amore che vi unirà. Così resterete in tema con la Natura, e con il progetto che volete sostenere. Vi piace l’idea?
Se scegliete le bomboniere WWF potete anche partecipare all’estrazione di 3 Ikea cards in regalo del valore di € 950 spendibili in qualsiasi punto vendita d’Italia, già a partire dal 20 Febbraio 2012 e fino al 30 Giugno 2012. Trovate informazioni dettagliate e regolamento su wwf.it/bomboniere.
In ogni caso, ricordatevi dell’esistenza di questo progetto.In fondo, se esistiamo, se ci innamoriamo, se ci sposiamo, lo dobbiamo solo alla possibilità di restare vivi. Grazie alla Terra.E non c’è bisogno di dire che il WWF aiuta la nostra Terra, e noi con loro possiamo fare molto.

TAG: bomboniereWWF

Articolo sponsorizzato

Viral video by ebuzzing

Commenti

  1. quando mi sono sposata io volevo solo fare i sacchettini di confetti (io vivrei mangiando solo confetti), ma visto che la suocera stava provvedendo a fare le bomboniere per conto suo…sono interventuta..
    abbiamo scelto delle ceramiche pugliesi colorate e allegre (il marito è pugliese) e l’oggetto costava 3.000 lire
    🙂
    i sacchettini li ho confezionati io…
    inutile dire che sono dovuta tornare tre volte a comprare i confetti….

    una delle più belle bomboniere che ho ricevuto era una scatolina di cartone a 4 scomparti con 3 confetti per ogni scomparto (=12 confetti) di gusti diversi….

    “ai miei tempi” non l’avevo vista, altrimenti sarebbe stata una buona idea…
    e in generale, anche a natale, sono per i regali alimentari…
    non riempiono la casa di schifezze che poi devi far distruggere ai bambini o agli animali di casa (la più brutta? una conchiglia vera glassata in argento…TERRIFICANTE) e al limite, se non si mangiano, si possono riciclare senza problemi…

    oggi si, farei delle bottigline di olio, marmellate, miele, magari prodotti pugliesi e piemontesi come siamo noi due…(oh che se degli sposi mi regalassero un salame come bomboniera sarei felicissima!!!)

    w gli sposi!!!

    🙂

  2. p.s. comunque io ho già detto ai miei amici con figli che non andrò al matrimonio dei loro pargoli…
    farò il regalo, andrò in chiesa o in comune o dal guru della loro setta preferita, perhcè quello che è importante è la cerimonia, ma che non spendessero i soldi per farmi mangiare!!!!
    che invitassero amici giovani (per l’epoca del matrimonio dei figli degli amici sarò una veglairda) o li spendessero in caramelle o qualsiasi altra cosa…

    😀

  3. Io quando mi sono sposata ero giovanissima e ignorante, e per molte cose (che oggi non rifarei nemmeno se mi torturassero!) ho lasciato carta bianca a mamma e suocera, perchè loro ci tenevano tantissimo a tante tradizioni (tipo le bomboniere!) di cui a me non importava nulla, ma ero troppo dolce e tenera per oppormi: morale della favola, non ho mai saputo di preciso nè cosa è stato fatto nè quanto è stato speso per le bomboniere, a parte dei sacchettini segnaposto per il ristorante che feci confezionare io personalmente da una mia amica…per i miei figli (battesimo, comunione, cresima) ho fatto sempre e solo dei semplicissimi sacchetti o scatoline con i confetti e il biglietto con il nome e la ricorrenza, prima di tutto perchè ho fatto delle feste con pochissimi invitati, e poi perchè non mi piacciono le solite paccottiglie che si usano come bomboniere classiche! Adesso non ho più nessuna festa in vista, altrimenti sarebbero belle delle bomboniere solidali (WWF o altre) oppure, come dice Giulia, delle confezioni mignon di prodotti tipici (pure io sarei felicissima se degli sposi mi regalassero un salame come bomboniera, anzichè la solita statuetta di coccio – la maggior parte delle volte orribile secondo me!)

  4. io per il battesimo della puccia ho fatto delle bomboniere solidali molto carine, dei sacchettini di stoffa e tulle misti di 3 colori (lilla, avorio e bianchi) chiusi da un nastrino con un un piccolo portachiavi d’argento appeso (quadrifogli, cuori, picche, ecc). Hanno fatto un figurone, ho speso poco e i soldi sono andati a una buona causa. E i confetti erano buonissimi ;).
    Fra 3 anni mi sposo, prenderò in considerazione l’ipotesi salame come bomboniera. Per il “ricevimento” siamo già d’accordo per piadina e squacquerone. A questo punto poi si possono affettare le bomboniere!!!

  5. Nella rarissima ipotesi che la dolce metà mi volesse sposare vorrei fare una cosa semplice e informale.Niente pranzo per dire, ma brindisi e taglio della torta con ricca confettata. Sogno un tavolo ben allestito con decine di gusti di confetti e tanti sacchettini di lino cuciti a mano in modo che ogni invitato possa comporsi il proprio sacchetto. Come bomboniera una piantina ben confezionata… il resto in beneficenza 🙂

  6. Anna Pirola

    Un sacco carine queste bomboniere solidali! Da comprare!

Parla alla tua mente

*