Olio di Karitè

olio-karite

Nelle mie sperimentazioni per idratare il viso, ho acquistato anche l’olio di Karitè, dopo il primo esperimento con l’Argan.

Sempre di olio si tratta: probabilmente non più adatto alla stagione, visto che arriva il caldo, e visto che l’assorbimento dell’olio non è ottimale. Non è dunque adatto ad essere usato come crema giorno (altrimenti sarebbe una crema…), ma il suo enorme potere idratante ed emolliente lo rendono ad esempio adatto ad idratare profondamente la pelle dopo la doccia e il bagno, o dopo l’esposizione al sole, o come unguento per la notte.

Cito dal sito I Provenzali: Super Idratante Viso Corpo

Estratto ancora oggi dalla Noce di Karité con il metodo antico, tanto artigianale quanto laborioso, deve il suo utilizzo alle qualità protettive ed idratanti, riconosciute da secoli dalle popolazioni del Centro Africa che da sempre ne mettono a frutto le virtù sia cosmetiche che medicamentose. La presenza di Vitamina E in dosi spontaneamente concentrate lo rende un’eccezionale alternativa naturale a lozioni idratanti e cosmetici di sintesi. Si assorbe rapidamente, agisce in profondità.

Da usare come:
– Idratante Corpo ad Azione Immediata
– Lisciante Vellutante
– Elasticizzante Viso ad Azione Riparatrice
– Protettivo e Lenitivo
– Non Unge

Quindi idrata, toglie le rughe, nutre la pelle, ma non solo: previene anche le smagliature e la cellulite, si può usare anche sui capelli come maschera di bellezza rinforzante e lucidante pre-shampoo, per rinforzare le unghie, per idratare le mani… insomma: ad averlo scoperto prima!

In quanto olio, secondo me è più indicato per essere usato per l’idratazione serale: non lo metterei al mattino al posto della crema viso giorno, insomma: comunque unge, e ci mette un po’ ad assorbirsi, e soprattutto sulla fronte, con i capelli puliti, mi crea il solito problema: la mia frangia si unge subito, anche solo a guardarla, e anche con una crema gel super fluida la sera la frangia sembra sempre unta, quindi l’effetto peggiora sensibilmente usando l’olio.

Mi sembra una buona idea invece per la notte. Prima di andare a dormire, dopo aver lavato bene il viso, 2 gocce di olio di argan possono essere una buona alternativa alla classica crema notte, e soprattutto idea più economica. Si trova anche al supermercato. Costa circa 8eur e dura per millenni.

Commenti

  1. previene la cellulite….credo più le smagliature, essendo idratante, forse anti cellulite per il massaggio che si fa alla pelle…magari aggiungendo qualche goccina di olio essenziale al limone, o la lavanda che stimolano la microcircolazione. Comunque sia adoro tutti gli olii, mi manca l’argan la calendula che pare un toccasana in molte situazioni. Sto usando il jojoba, penetra benissimo, lo uso prima della crema così da avere un’idratazione ad ok. Grazie per testare i prodotti, è utile, perchè ogni pelle risponde in modo diverso ai prodotti.

    • L’olio di calendula in realtà è un oleolito, ottenuto tramite macerazione dei fiori in un olio vegetale. è veramente facile da fare (io l’ho fatto con camomilla e lavanda!), basta comprare i fiori secchi in erboristeria e cercare la ricetta su internet! il metodo più comune è mettere in un contenitore di vetro scuro i fiori e riempire con l’olio fino all’orlo, lasciando riposare poi il tutto al buio per almeno 2 settimane (agitandolo bene 1 volta al giorno).. facilissimo!

  2. Il burro di karitè (quindi anche l’olio) è veramente un toccasana per tantissime cose, ma occhio che a lungo andare l’applicazione dell’olio può avere un effetto contrario, e seccare la pelle. Questo perchè la pelle ha bisogno di una componente acquosa per assorbire la quota grassa, in sua assenza non riesce ad penetrare per bene (chiedo scusa per la spiegazione poco scientifica..)!
    Per evitare che secchi la pelle ti consiglio di applicare l’olio sulla pelle inumidita: l’ideale sarebbe un tonico (tipo l’acqua di rose), ma in sua assenza basta non asciugare completamente il viso dopo la detersione serale e poi mettere l’olio..

    • mi fai pensare, ho usato la crema hoffman, contenente olio d’oliva al 49% e ossido di zinco(crma per culetti), dopo un pò avevo la pelle secca. L’olio alla calendula devo guardare, la prepara l’erboristeria magentina, grazie per le dritte, l’olio uso quello di mandorle?

      • non so come sia la crema hoffman, ma penso abbia un emulsionante per unire fase acquosa e grassa..
        come olio ti consiglio di cercare su internet, quello di mandorle meglio evitarlo in caso di pelli grasse, in quanto comedogeno.. molto meglio l’olio di jojoba, resiste più a lungo all’irrancidimento per l’elevato contenuto di vitamina E (che fa sempre bene).In alcuni supermercati vendono l’olio di jojoba dei provenzali, 100ml a 7,90€..
        se no puoi fare un mix con gli oli che già hai, e aggiungi un quarto di jojoba o un po’ di vitamina E pura.. non è detto che debba comprarne di nuovi per forza! 🙂

  3. Ragazze, ma quanta ne sapete!
    Avete qualche consiglio anche per aiutare la cicatrizzazione?
    Ho bruciato un neo a ottobre o novembre e mi sta facendo un brutto cheloide. Cosa ci potrei spalmare invece del cicatrene?

  4. Ci vorrebbe un prodotto chelante.. a quel che mi ricordo dal forum di lola di solito si consiglia un prodotto a base di vitamina C, eventualmente abbinato a un esfoliante delicato.
    Io ti consiglierei di cercare una cremina con una bella percentuale di vitamina C (non certe creme con percentuali ridicole che si trovano in commercio..) e alternarla con qualche goccia di vitamina E presa in farmacia (tocopheril acetate, se ti danno il tocopherolo non usarlo puro che è molto più concentrato!).. se no compri il cebion (integratore di vitamina C) e ci fai un tonico sul momento con un po’ d’acqua, da applicare localmente: le dosi dovrebbero essere 1/4 cebion e due dita di acqua, da usare subito..
    e metti sempre la protezione solare sulla cicatrice quando esci! 🙂

    • l’olio di rosa mosqueta è ricco di vitamina C, è cicatrizzante anti rughe smagliature. Girasole, m sei una miniera di soluzioni!

      • grazie, adoro occuparmi di bio-cosmesi e spignatti! 😀

        • ho guardato l’olio alla calendula, mi ero salvata il pdf dei vari oli, parlano di estratto di calendula. L’olio di jojoba sono quasi 2 mesi che lo uso, è biologico, proviene dalla Germania, non so come è regolata la coltura biologica.

    • la protezione solare non serve, è dove non batte il sole 😉
      il problema in aggiunta è che ho tolto il neo proprio perché era appena sotto l’elastico delle mutande e ho di nuovo il pancione in espansione… Quindi ora la cicatrice tira e pizzica, oltre a formare il cheloide.

    • Ma quante ne sai? Grazie mille!!

  5. Barbara, non è la prima volta che di un olio scrivi che è idratante, ma questo non è esatto: come potrebbe infatti idratare (cioè aggiungere acqua) un olio, cioè un prodotto che è esclusivamente grasso? 🙂
    Gli olii non idratano bensì nutrono, e se non li si abbina o alterna a trattamenti che forniscono appunto l’acqua di cui la pelle ha bisogno la conducono alla secchezza.

  6. BisMammaDeaf

    Uso questo olio di Karitè solo dopo aver fatto la ceretta con il rullo….le gambe subito vellutate e morbide 🙂

  7. cavolo, è vero, come fa un lio ad idratare, le informazioni sono utili, personalmente mi fanno fermare e pensare.

  8. …l’ho cercato tra gli scaffali al supermercato , ne era rimasto solo un unico esemplare !!!
    Preso al volo ! 😀
    E’ davvero un ottimo idratante ,poi è naturale e non unge !E con il dosatore spray è ancora meglio , ci si sporca meno !
    Speriamo mi eviti le smagliature da gravidanza ! 😛

Parla alla tua mente

*