Cartoncini colorati in stile Matisse

Sicuramente avrete almeno sentito parlare dei cartoncini colorati, più probabilmente li avete provati assieme ai vostri figli o magari ne avete qualche ricordo di quanto eravate bambini.

Floriana di Madrecreativa.blogspot.it/ ci propone un breve viaggio attraverso la vita e le intuizioni di un grande artista del XIX secolo, Henry Matisse, per suggerire alcuni spunti creativi da realizzare facilmente coi nostri piccoli.

Nacque nel 1869 Henry Matisse, in una famiglia di commercianti di Cateu Cambrésis.
Si trasferì a Parigi che aveva appena 19 anni, per iscriversi alla facoltà di giurisprudenza. Iniziò a dipingere costretto a una lunga convalescenza dopo essere rientrato a Cateu Cambrés in seguito a una malattia intestinale. Tornò a Parigi nel 1891, per abbandonare gli studi di giurisprudenza e iscriversi all’accademia Julian per approfondire le tecniche pittoriche. Nel 1902 entrò nello studio di Moreau. Espose nel 1905 al Salon d’Automn con i Fauves di cui è considerato il maggiore protagonista.

L’importanza rivoluzionaria della pittura di Matisse sta proprio nella sua radicale semplicità. Matisse omette dalla tela ogni dettaglio, ma le scene conservano gli elementi essenziali della forma e della profondità spaziale. Nella sua pittura ogni elemento, ogni colore viene accordato secondo fattori emozionali e armonici: ogni cosa partecipa alla “gioia di vivere” che è compito dell’arte svelare.

Nel 1941 le sue condizioni di salute si aggravano, dopo un intervento chirurgico inizia ad usare la sedia a rotelle ma la sua creatività non ne viene danneggiata. Iniziò, infatti, in questo periodo a creare collages di carta tagliata inaugurando una nuova fase della sua carriera.

In primo luogo, i suoi assistenti coloravano fogli di carta bianca. In questo modo, in qualsiasi momento una scorta di carte colorate era disponibile per Matisse. L’artista generalmente ritagliava le forme a mano libera, utilizzando un paio di piccole forbici. Il ritaglio non fu per lui una rinuncia alla pittura o alla scultura, Matisse era solito dire che dipingeva con le forbici.

Partendo da questo concetto di dipingere con le forbici si può proporre ai bambini la realizzazione di opere di grande formato utilizzando carte colorate nei modi più svariati.

Potrete, per esempio – attraverso l’uso di cartoncini colorati di varie misure ritagliati e incollati – creare, assieme ai bambini, una città come nell’immagine poco sopra.

Ma potrete anche realizzare il vostro fondale marino come nell’immagine in apertura – sì avete visto bene, le alghe sono state create con le sagome delle manine dei bambini!

 

A cura di Floriana di Madrecreativa.blogspot.it/

Commenti

  1. Grazieeee….fa un bell’effetto vedersi qui 🙂

  2. brava Floriana, sempre interessanti le tue idee 🙂
    🙂

Parla alla tua mente

*