Risotto agli spinaci

La ricetta del risotto agli spinaci

Tipico della cucina italiana, in particolare molto diffuso nel Nord, il risotto è un primo piatto che lascia ampio spazio alla fantasia di chi lo prepara. E’ infatti in grado di mantenere l’amido durante la cottura in modo da ottenere un composto cremoso che si sposa molto bene con numerosi ingredienti e condimenti.

Vi ricordo anche che, tra le varietà di riso acquistabili, per preparare il risotto sono consigliabili il carnaroli, l’arborio e il vialone nano.

Oggi proponiamo una ricetta ormai ‘classica’, che unisce al risotto una verdura – abbinamento molto comune e di gran gusto – ovvero gli spinaci.

Come già in molte altre ricette, quando le verdure contribuiscono a definire il piatto è più facile farle mangiare ai bambini sebbene – ammettiamolo – alla lunga anche loro si fanno ‘furbi’… mio figlio s’insospettisce con i colori, il verde ad esempio è il tipico colore ‘da verdura’ che automaticamente gli fa dire “non mi piace”. Con i primi però il trucco c’è sempre perché a lui piace il formaggio, dunque un’abbondante spolverata di parmigiano grattugiato unita alla fame, per ora, mantiene attivo l‘incantesimo

 

Ingredienti

1 litro di brodo vegetale, fatto con carota, sedano e cipolla, oppure un dado
3-4 cucchiai di soffritto tritato finissimo
2 pugni piccoli di riso a testa
1 bicchiere di vino bianco da cucina
olio e sale (e burro, per chi lo ama)
spinaci surgelati
parmigiano grattato

Preparazione

Lavate e pulite le verdure, mettendole in una pentola con molta acqua, e fatele cuocere per almeno 15-20 minuti, in modo che il brodo vegetale sia pronto.

Nel frattempo, pulire 1 carota, un sedano e una cipolla, tagliarli a tocchetti e tritarli finissimi con il robot da cucina.

In una padella antiaderente con i bordi medi, mettere il soffritto e l’olio, e far insaporire.

Scongelare 3-4 cubetti di spinaci surgelati, strizzarli e tagliarli grossolanamente.

Unire gli spinaci al soffritto, sfumare con il vino bianco e aggiungere il riso. Aggiungere il vino bianco, sfumare e far asciugare.

A questo punto aggiungere 2-3 mestoli di brodo vegetale, girare accuratamente, e poi aggiungere brodo fino a coprire il riso.

Cuocere secondo i tempi di cottura, rigirando spesso con il cucchiaio di legno.

Quando il riso è cotto, spegnere il fuoco e procedere alla salatura e mantecatura. Aggiungere sale a piacere (se si usa il dado, va aggiunto prima, quando si mette il brodo nella pentola), poi aggiungere burro e parmigiano e mescolare accuratamente.

Se non si gradisce il burro, si può usare un filo di olio a crudo direttamente sul piatto.

Parla alla tua mente

*