La serie tv Medium

La serie tv Medium

Medium è una serie tv americana composta da sette stagioni, le prime cinque sono andate in onda sulla NBC, le ultime due sulla CBS dal 2005 al 2011.

In Italia iniziò sul canale Fox Life di Sky, in seguito venne proposta anche su Rai3.

La serie, ideata da Glenn Gordon Carol, è basata sulla vita della medium Allison DuBois che è anche il nome della protagonista interprestata dall’attrice Patricia Arquette.

In sostanza Allison ha doti diciamo ‘naturali’ di preveggenza o meglio, fa spesso sogni che si rivelano tasselli per incastrare malviventi, smascherare piani ‘loschi’, e ce n’è davvero per tutti: dagli assassini, ai complotti, passando per i rapimenti e gli efferati piani in mezzo a giochi di potere, dinamiche governative, serial killer ma anche ‘comuni’ omicidi domestici.

Allison sogna, il problema successivo è interpretare il sogno e collegarlo a un caso preciso. Perché Medium è una serie di stampo poliziesco, fondata sulle dinamiche delle investigazioni partendo da un ‘fatto iniziale’ di natura più o meno criminosa arrivando a una ‘risoluzione finale’ non sempre coincidente con l’arresto del colpevole in senso stretto.

Interessante a mio avviso il personaggio di Allison interpretato da Patricia Arquette che sin dalla prima stagione presenta una donna forte e fragile, indubbiamente bella ma lontana dallo stereotipo della perfetta ‘magra’ a tutti costi. Ha tre figlie femmine, una condizione economica instabile, un marito ingegnere molto comprensivo che però ha le sue – sacrosante – difficoltà a entare nel mondo paranormale della moglie.

Per fare alcuni esempi: Allison in alcuni episodi parla con il suocero morto, oppure con un ex fidanzato che – pur non avendo più un corpo di carne – cerca di tentarla infilandosi nella routine con il marito Joe e la famiglia impegnativa. Che ne dite? Niente male come vita ‘tranquilla’!

Di serie tv che mischiano elementi paranolmali ce ne sono state tante, specialmente dagli anni Ottanta in poi, la diretta concorrente di Medium è stata la serie Ghost Wisperer anch’essa iniziata nel 2005 ma terminata dopo cinque stagioni nel 2010 (in Italia uscì nel 2007) dove Melinda Gordon è un’antiquaria diciamo un po’ particolare essendo in grado di vedere i morti e aiutarli a ‘passare oltre‘.

Diverse per sviluppi, plot e messaggi, sono entrambe storie che mettono in contatto i personaggi ‘vivi’ con la morte o, comunque, le realtà dopo la vita.

Allison – a differenza di Melinda più votata all’happy end a tutti i costi e il buono che c’è in tutte le persone – fa pratica di cinismo, è costretta a entrare nella mente di psicopatici, assassini seriali quanto efferati killer o acute menti che pianficano il suicidio della moglie o la scomparsa del figlio e così via.

E’, insomma, un personaggio che fa equilibrismi continui tra il bene e il male, più spesso vicino al bene indubbiamente, ma comunque meno standardizzato e scontato al punto che in alcuni episodi si mischiano i ruoli ed è la stessa Allison a passare – temporaneamente – dalla parte di chi ha commesso qualcosa.

Interessante, per concludere, l’equilibrio tra gli altri personaggi a contornare la protagonista virando tra le angolazioni senza insistere troppo sullo standard della madre iper impeganta, con poteri particolari, moglie devota a tutti i costi: ad esempio il detective Lee, suo collega per un certo periodo, che aggiunge abbondanti dosi di scetticismo concreto e pratica sul campo, oppure il marito Joe, pacato, serio e programmato, salvo poi finire nel vortice dei sogni immaginativi della moglie e dovendo occuparsi spesso delle tre figlie e di novità non sempre gradevoli (in un episodio Allison diventa sorta, un’altra volta entra nei panni della complice di una serie di delitti irrisolti…). Tranquilli non si sta mai, in casa Dubois.

Il sito ufficiale della CBS.

Commenti

  1. Medium è la mia seria preferita, la adoro. E diciamolo pure, è Joe il vero fenomeno paranormale del telefilm, altro che Allison!

  2. 😉

Parla alla tua mente

*