Libro rimedi naturali

Libro sui rimedi naturali
La Natura ci viene in aiuto in molti modi, ma spesso ce ne dimentichiamo presi dalle giornate frenetiche, se abbiamo qualche piccolo disturbo preferiamo ricorrere ai farmaci nella speranza che agiscano presto e ci facciano stare meglio.

In realtà, un po’ la crisi, un po’ la saturazione nella abitudini farmacologiche individuali, sempre più spesso si provano rimedi naturali, dall’omeopatia alla fitoterapia, ma anche l’idroterapia e l’uso dell’alimentazione per prevenire l’insorgere dei sintomi.

Oggi segnalo un libro di immediata consultazione, ‘Rimedi semplici e naturali’ (Giunti Demetra, 2011, pag.125, euro 4,90) di Paolo Pigozzi, medico dal 1977, diplomato in omeopatia classica e in diagnosi e terapia dei disturbi del comportamento alimentare. Già sfogliando il libro s’avverte l’approccio dell’autore volto a proporre alcune ma fondamentali informazioni sui disturbi e – altrettanto semplicemente – i rimedi naturali senza creare ‘false’ aspettative rispetto a guarigioni rapide o risoluzioni miracolose.

Pigozzi conosce approfonditamente l’alimentazione terapeutica, la fitoterapia, l’oligoterapia, le tecniche idrofangoterapiche nel sistema Kneipp, l’isoterapia Sanum, la terapia biochimica con i Sali tissutali di Schuessler e la più nota omeopatia. Il libro trae dunque beneficio dalle competenze dell’autore rimanendo immediato e di facile comprensione.

Una buona regola da tenere sempre a mente quando si scelgono (o provano) rimedi naturali è che molti disturbi pur avendo sintomatologie standard restano comunque personalizzati, ovvero, hanno delle differenze per ognuno di noi. Va dunque tenuto conto della propria condizione complessiva di salute, dello stile di vita, del momento che si sta affrontando nonché della specificità dei sintomi.

Tutto questo spesso non viene considerato per disturbi comuni come il mal di testa, la nausea, il mal di schiena – se non sono associati ad altri sintomi – o magari un herpes labiale in chi ne è soggetto di frequente: proprio perché sono considerati malesseri passeggeri e comuni si preferisce risolverli con l’abituale medicina.

I rimedi naturali, però, non funzionano come la chimica, e questo libro lo chiarisce in continuazione.

Strutturato in ordine cronologico, l’autore propone una carrellata di disturbi spiegandoli sinteticamente e segnalando i rimedi naturali più efficaci.

Abbronzatura, acetone, acne, afta, alito cattivo, allattamento, allergia… noterete che i disturbi sono decisamente vari e di differente importanza, ciò nonostante sono trattati con cura e rispetto, proponendo rimedi volti ad alleviarli.

Importante, secondo me, per capire la filosofia di questo libro dunque anche come utilizzarlo, un’affermazione dello stesso autore nella prefazione:

“Autogestire la propria salute non significa affatto dimenticare il proprio medico di fiducia. Con il motto ‘cura te stesso’ intendiamo stimolare ogni persona malata affinché si faccia parte attiva nel percorso che conduce alla guarigione.”

Segnalo anche l’ultima sezione del libro, intitolata ‘Gli alimenti e le loro proprietà curative’: si tratta di un breve elenco di alcuni tra i più comuni cibi, per ognuno vengono fornite indicazioni sulle proprietà curative, i possibili usi per alleviare o combattere disturbi specifici nonché i principi nutritivi.

Ad esempio chi non ha sofferto – o soffre – di nervosismo? Ci sono periodi in cui sembra che nulla giri per il verso giusto, oppure basta un’improvvisa brutta notizia per complicarci la vita (specialmente in questi anni difficili per molti rispetto alle economie, i mestieri e gli equilibrismi familiari – per fare un esempio fin troppo diffuso ormai). L’idroterapia ci viene in aiuto, non con bacchette magiche ma proponendo un bagno caldo quotidiano. Come?

Bagno sedativo

Occorrente

200 grammi di una miscela (che possiamo far confezionare fresca dal nostro erborista di fiducia) composta da biancospino, lavanda, fiori d’arancio, camomilla, luppolo, melissa, malva e tiglio – in parti uguali;
una vasca da bagno;
almeno 90 minuti senza cellulare, impegni o scadenze.

Svolgimento

Riempite la vasca, dovrebbero esserci circa 8-10 litri d’acqua bollente, versatevi la miscela fitoterapica.
Lasciate la miscela in infusione per circa 30 minuti, poi filtrate e, se necessario, aggiungete altra acqua calda.
Entrate nella vasca, rimanete immersi per circa 15 minuti poi uscite lentamente.
Concludete con una abluzione con acqua fredda poi coricatevi a letto per altri 30 minuti.

Quello che vi ho proposto è una rielaborazione di uno suggerimento del libro ‘Rimedi semplici e naturali’; come già ampiamente spiegato, non ci si trovano ‘magie’ bensì spiegazioni, chiarimenti e soluzioni che sfruttano le caratteristiche naturali di piante e alimenti.

La scheda del libro dal sito dell’editore.

Parla alla tua mente

*