L’orto in giardino

L'orto in giardino
Abbiamo visto che anche un piccolo orto sul balcone o in casa può dare grandi soddisfazioni, ma ma cosa dobbiamo ricordare per avere un bell’orto “in pieno campo” – già che ci siamo, facciamo i megalomani fino in fondo? 😀

Noi siamo una famiglia fortunata: abbiamo ereditato una porzione di casa in una piazza antica, ed essendo la nostra l’ultima della piazza abbiamo anche un bel giardino. Non enorme ma più che sufficiente per i miei amati fiori, un pezzo di cortile cementato (ma riuscirò a mettere la pietra prima o poi!) e un bell’orto. All’orto si lavora un po’ tutti ma soprattutto mio suocero che lo ama immensamente e senza il quale per noi sarebbe tutto più complicato.

Ma torniamo a noi: cosa ci serve per poter ricavare dal nostro spazio in giardino un orto di cui andare orgogliosi?

Per prima cosa ci serve un progetto.

1. Giardinaggiosemplice.com 2. Scuola3d.eu
3. Ortofacile.net 4. Ortobiologico.net

Non sottovalutate questa parte. Per prima cosa vi servirà a focalizzare quanto spazio avete a disposizione.
Non serve un ettaro di terra per fare un orto famigliare, bastano 4 x 4 metri divisi in quadranti come il primo esempio.

Però bisogna capire cosa vogliamo piantare e metterlo nero su bianco. Che usiate un programma di grafica generico come Paint.net, un software dedicato come Garden Planner, carta e matita o che facciate un progetto artistico come l’ultimo esempio che vi propongo sopra: poco importa, basta che lo facciate!

Ovviamente la nostra soluzione è stata: carta, penna e pennarelli. Ida considera l’orto come una sua creatura e infatti ha una “presa” dedicata a lei.

Ma cosa possiamo piantare nel nostro orto? Per prima cosa dobbiamo capire che terreno abbiamo a disposizione: è sabbioso? Argilloso? Compatto? Friabile? A seconda delle varie tipologie di terreno pianteremo diverse tipologie di ortaggio o erba aromatica. Potete trovare alcune preziose informazioni sui libri di orticultura o anche su questo sito.

Una volta scelto cosa piantare, scrivetelo o disegnatelo sul vostro schema: dividete il perimetro di terra in “prese” ovvero sotto unità di terreno divise da piccoli sentieri battuti o in pietra. Poi disegnate quello che pianterete, vi aiuterà anche per le semine successive perché terrete d’occhio il livello di sfruttamento del terreno così da poter adeguatamente programmare la rotazione delle coltivazioni per massimizzare le potenzialità del terreno e quindi la resa.

Un’altra tecnica molto utile è quella della consociazione degli ortaggi ovvero il coltivare le varie verdure “sorelle” insieme per generare un mutuo aiuto fra specie, ad esempio perché eliminano l’una i parassiti dell’altra.

Commenti

  1. bello questo post, a me piace l’idea dell’orto-giardino, sì perchè certe piante aromatiche e fiori fanno bene agli ortaggi. Ne ho visto uno in un agriturismo: era una meraviglia di colori.

  2. Ciao Annalisa, grazie.
    Grazie a Sara, Mammachetesta, gli orti in giardino non avranno più segreti! 😉

Trackbacks

  1. […] Vi piacciono i porri? Meno pungenti della cipolla ma più dolci dell’aglio, in cucina sono un jolly in diverse preparazioni. Ecco un’idea estiva gustosa: i porri in vinaigrette. Della famiglia delle Alliaceae, i porri si adattano bene al nostro clima, sono dunque coltivati di frequente negli orti anche in giardino. […]

  2. […] idea che può venirci in aiuto è l’avere un piccolo orto in giardino, oppure sul terrazzo o sui balconi: bastano ad esempio delle semplici piantine di erbe aromatiche o […]

  3. […] fateci caso: ci sono sempre! Io le faccio in casa, se poi le patate arrivano direttamente dal vostro orto avranno un sapore speciale, provate! E i bambini ne andranno […]

  4. […] e concimare sono due operazioni che non si possono improvvisare quando proprio il nostro orto in giardino mostra segni evidenti di averne bisogno. E’ necessario ragionarci prima. L’irrigazione […]

Parla alla tua mente

*