Una mamma a pois

No, non è facile.

Avere due bambini piccoli e pensare di andare in vacanza non è cosa semplice.

Meglio: non si tratta di vacanza. Si tratta di un tour de force farcito di molta più fatica fisica e molte più occasioni di resistenza della vita quotidiana.

Le mie notti se si erano leggermente assestate a soltanto tre o quattro risvegli per allattare sono diventate un incubo. Notti bianche e non nella poetica accezione Dostoevskijana.

E poi affronta una giornata di vacanza in questa maniera: mare e braccioli metti e toglie e crema metti e rimetti e sabbia mi è andata nel costume ho i piedi sporchi mi porti in braccio ho fame ho sete non mi piace il succo voglio il latte voglio il succo non mi piace il latte voglio la focaccia non mi piacciono i pomodori nooooo perché hai buttato i pomodoriiii e poi facciamo tutti insieme il riposino non voglio dormire voglio dormire con mamma voglio dormire con papà ho caldo non mi voglio lavare i denti facciamo che rimango senza scarpe così non c’è bisogno che mi lavo i piedi facciamo che la doccia me la faccio domani voglio fare il bagnetto dentro la piscina mamma ho fatto la pipì nella piscina posso bere quest’acqua

Devo continuare?

Però poi c’è Trashic e la mia sociafelice che mi lancia sfide e allora mi sforzo di tirar su un bel sorriso, mi trucco un po’ e propongo alla truppa un aperitivo a Otranto, una poetica cittadina sul mare del mio Salento, solo per avere l’occasione di vestirmi di pois. E ovviamente trangugiare un Bitter bianco mentre allatto uno e rincorro l’altro.

 

 

E domani è un altro giorno.

 

Per questo outfit:

Abito a portafoglio a pois, Tequila Solo

Zeppe argentate, (ethic)

Orecchini, Sodini

Commenti

  1. Mi hai fatto tornare in mente una mia terribile estate al mare con brodini che bollivano con temperature esterne di 40°, notti bianchissime, arrivo sulla spiaggia deserta all’alba e ripartenza quando la gente normale stava arrivando. Dopo tre giorni ho pregato mio marito di trovare un biglietto per ritornare immediatamente a casa… (non l’abbiamo fatto ma che fatica!) Ora i miei sono abbastanza autonomi… ma che nostalgia quel delizioso frugoletto aggrappato al tuo seno!
    L’abito e carinissimo e adoro anche orecchini e pettinatura!
    Baci!

    • ah ecco cosa avevo dimenticato… i brodini!!!
      😀

      ps la pettinatura e’ una non pettinatura strategica: ti alzi dal letto dove (non) hai dormito e zaaaac fatto! pronta per uscire! 😉

  2. Oddio quanto ti capisco.
    Partirò sabato con la grande (4 anni) e il piccolo (18 mesi) e già sono stanca.
    Mi consolo pensando che ci lasciamo alle spalle il caldo mortale della città e immaginandomeli sabbiosi e sorridenti a mollo nell’acqua.
    E penso che fra un…tr…quattro anni magari riuscirò a prendere il sole mezz’ora tranquilla leggendo una rivista di gossip mentre loro giocano senza mettere a rischio la loro e altrui vita.
    Succederà, ci voglio credere.
    E poi, sei troppo carina con quel vestito!

    • i tuoi hanno la stessa differenza dei miei con la differita di un anno!
      il fatto e’ che il caldo c’e’ anche qua, il piccolo ne soffre particolarmente e il grande e’ il piena sindrome da abbandono… altro che facce sorridenti…
      si, anche io cerco di pensare a tre o quattro anni avanti… se sopravvivo, andra’ meglio, ne sono certa anche io O.o

  3. Andare in vacanza con due bambini piccoli in effetti non è una vacanza!!! Ogni anno a gennaio dico a mio marito “Quest anno niente ferie che faccio meno fatica se sto a casa!” ma agli occhi imploranti della bimba che chiede di andare in vacanza non si può resistere….però niente mare, caldo e cremine ma montagna con tanta ombra e fresco!
    Il vestito a pois è molto bello e ti sta benissimo!
    Ciao

    • l’anno scorso avevamo prhrammato la montagna e abbiamo dovuto disdire perche’ ero incinta e a rischio, quindi ci siamo evitati il viaggio lungo che richiedeva raggiungere il posto di montagna.
      quest’anno non volevo fare un viaggio molto lungo in auto col piccolo perche’ non gradisce molto le quattroruote e con l’aereo era praticamente impossibile.
      spero nell’anno prossimo.
      io non sono una montanara, non ho proprio dimestichezza.
      e tra l’altro senza neve non la concepisco motlo la montagna, ma molte amiche me ne hanno decantato gli effetti benefici per i bambini e quindi mi sono ripromessa di provarci. vedremo…
      ma comunque appena avranno l’eta’ si ricomincia a viaggiare come si deve.
      a me le vacanze stanziali mi inquietano… mi sembra di perdere tempo, ma so che sono problemi miei… >.<

  4. Ho vissuto la tua stessa esperienza… ma migliora, presto migliora! E io non ero mica così carina, ho fatto quel primo anno del secondogenito con vestiti informi e mollettone nei capelli…

  5. Sei meravigliosa.
    Ti guardo e sei stupenda.
    Io con Ida piccola ero davvero uno straccio e non mi sono messa un abito per secoli a parte per il battesimo.
    Migliorerà vedrai e se vuoi evitare il metti-togli crema usa i solari Just che pur essendo naturali non si tolgono con l’acqua né con la sabbia e garantiscono una protezione molto più alta delle solite 50+.

  6. viverla no, ma a leggerla la descrizione della giornata al mare fa ridere….
    😀
    e rende (terribilmente) l’idea…

    🙂

    (sei bellissima!)

  7. Caia, se stupenda!! 🙂

  8. Caia: ma quanto sei figaaaaa??????
    Kiss kiss kiss.
    Sei una bandiera per tutte noi mamme appesantite (tu molto poco, per la verità) che non si sentono per niente fighe :*

  9. Io adoro i pois. Tu sei bellissima. E pensa solo che, giorno dopo giorno, non può che migliorare 🙂

  10. francesca m

    Tu sei l’esempio vivente che se una donna è elegante e raffinata, lo è anche con due bimbi piccoli. Sei veramente bella e anche se ti lamenti invece lasciami dire che sei proprio in forma!
    E anche sexy!

    Io ho seguito le tue lezioni di stile e le seguo, ma mi manca ancora molta strada prima di essere soddisfatta del mio look (e adesso per colpa tua non posso neanche dare la colpa a mio figlio di due anni 😉 ).

    ciao
    francesca

    • ahahha
      francesca, grazie di cuore 🙂
      io pero’ credo che questo sia l’esempio di come noi donne cadiamo in percezioni interiori negative che spesso non corrispondono alla realta’.

      e poi devo ammettere che certe volte e’ proprio una piccola spinta vitale che ci vuole: decidere di essere piu’ carine, mettersi un po’ di mascara, un paio di scarpe che ti facciano stare su e un bel vestito nuovo. e mezzo lavoro e’ fatto 😉

      riguardo le lezioni di stile, stai serena, il lavoro sul proprio look dura una vita, e’ fatto di tentativi e di aggiustamenti.
      mica io son sempre soddisfatta di come vado conciata… e anche le foto me le faccio solo quando sono piu’ convinta.
      non vorrete mica che metta su la rubrica “ma come ti vesti?”… a dire il vero avrei molto materiale 😀

      • francesca m

        Nooo la rubrica “ma come ti vesti?” non la fare, altrimenti scopro di essere vestita sempre come non dovrei ;-).
        Infatti ovviamente oggi indosso – senza neanche essere magra – i pinocchietti, che la tua socia ha bocciato per chiunque, sempre. Essendo “tappa” mi stanno più lunghi, ma non sono modello capri. E no non sono a casa, ma in ufficio, uffa :-(.

        • 😀 mannaggia
          senti, ma tu come ti ci vedi?
          con occhio critico e mentre sgombra come pensi di stare con quei pantaloni?

          • francesca m

            Quel che è peggio è che mi piacciono; a dimostrazione di ciò ti devo confessare che ne possiedo ben due paia stesso modello dello scorso anno ma uno chiaro e l’altro nero, perchè visto che mi trovavo bene con il primo acquistato durante i saldi ho deciso di bissare (lo so lo so lo so non si fa non si fa non si fa).
            Ma migliorerò … l’anno scorso ancora non c’erano le lezioni di stile ;-).

  11. Beh Caia ma tu sei geneticamente preddisposta ad essere una bellissima donna a pois! pelle liscia, un bellissimo viso, tanti capelli belli e sani… un portamento elegante! io quando mi guardo nelle vetrine mi vedo meglio con i vestiti che porta la nonna di luca per stare in casa, sai quelli tutti a fiorellini senza maniche! ecco!:P

    • e va be’ allora mettiamoci pure i bigodini per andare a fare la spesa!!!
      ma ti pare che ti possa vedere bene con le palandrane da casa?
      no, sara, te lo impedisco.
      socia, che strumenti di tortura abbiamo a disposizione?

      • quei vestiti sono illegali e immorali!
        🙂

      • ahahahah no giuro pero’ non li metterei odio essere al centro dell’attenzione! 😛
        MMM io ho paura della tua socia ok mi redimo!
        in casa ho sempre un vestitino (ne ho due perchè mia mamma ha un laboratorio di confezioni) che ai tempi doveva essere un vestitino da sera ma che io non ho mai avuto il coraggio di mettere come tale della nico nico, quindi giuro evito di sembrare una casalinga disperata! pero’ posso dire a me alla fine di tutto sto post piace da matti una cosa… il tuo nanetto vestito da marinaretto…! mi stan quasi tornando gli istinti materni

  12. eh diciamolo….carina, in forma, pois, bel vestito…ok ok…ma soprattutto SUPER SEXY!
    Quando ho visto la foto è la prima cosa che ho pensato!!
    Complimentoni!Ogni tanto ci vuole proprio!!
    Un abbraccio
    Marta

  13. Caia, ma lo sai che di viso somigli un sacco a Demi Moore, però più figa? Il taglio ti sta davvero benissimo, non lo cambiare, almeno per l’estate! 😀

Trackbacks

  1. […] Un vestito che faccia parte del mio #guardarobasentimentale e che in qualche modo riporti con sé bei ricordi e attimi di felicità. […]

Parla alla tua mente

*