10 regole per essere chic il giorno di Ferragosto

ferragosto chic

Anche il giorno di Ferragosto, ecco i nostri ironici consigli chic per essere le regine della festa. Che siate in campagna, o al mare, o semplicemente in giardino, non fatevi tentare dalla sciatteria: ricordate che qualcuno potrebbe fotografarvi e poi mettervi su FB taggando gli amici.

Noi vi suggeriamo 10 consigli di impeccabilità, per essere perfette anche a Ferragosto.

10 regole per essere chic il giorno di Ferragosto

01. Non abbuffiamoci: la tentazione di comprare un chilo di carne a testa potrebbe essere forte, ma possiamo goderci la giornata anche senza sentirci male. Mangiare e bere con moderazione ci farà sentire più scattanti e più energiche, magari dandoci l’energia per una nuotata o una passeggiata. Le ragazze chic, comunque, non si abbuffano mai: al massimo, loro, assaggiano.

02. Non sporchiamo: la bellezza non può essere solo l’aspetto fisico, ma anche quella relativa all’ambiente. Prendiamo dei sacchetti dell’immondizia colorati e profumati, davvero chic, e raccogliamo tutte le cartacce e i residui di cibo che abbiamo prodotto. Una persona chic, non sporca l’ambiente.

03. Usiamo tovaglie e tovaglioli di stoffa: non c’è niente di più chic delle tovaglie di stoffa. Sicuramente ne abbiamo una certa quantità in cima all’armadio, ancora provenienti dal corredo della nonna. Quelle tipiche tovaglie che non metti mai in casa perché sono troppo ricamate o arzigogolate. Usiamole per i picnic!

04. Usiamo stoviglie vere: non solo sono più ecologiche rispetto ai piatti di plastica, ma sono anche più chic! L’idea in più: usare i servizi scompagnati, i piatti vintage della nonna, le tazzine trovate al mercatino delle pulci. Fate un giro in città e fermatevi alle bancarelle: con pochi euro porterete a casa piatti scompagnati dallo stile retro, con fiori, decori inglesi, forme vintage. Sarete le più chic del mondo.

05. Usiamo le candele: anche la parte decorativa della festa vuole il suo giusto riconoscimento. Per rendere un ambiente più romantico e più accogliente, invece degli zampironi, che puzzano e sono davvero poco chic, disponete varie candele alla citronella intorno alla vostra zona di ristoro. Attenzione ovviamente alla sicurezza: diventare ‘piromani per caso’ non è affatto chic.

06. Usiamo i cuscini: no, le sedie di plastica non sono eleganti. Per quanto possiate colorarle e decorarle, saranno sempre sedie di plastica. Io propongo di utilizzare i cuscini. Ciascuno di noi ha nell’armadio di casa una serie di vecchi cuscini del divano inutilizzati, o che ingombrano sempre. Andate in un mercatino dell’usato e cercate delle fodere floreali, magari anche un po’ slavate, e utilizzatele per ricoprire i vecchi cuscini, trasformandoli così in comode sedute da picnic.

07. Sempre truccate: anche se ci sono 50 gradi all’ombra, un leggerissimo trucco è comunque d’obbligo. Niente fondotinta o terra: solo una crema idratante leggerissima contenente anche il filtro UV (indispensabile), e un velo di blush (o fard, come dir si voglia). Un ombretto illuminante, magari color burro, se siete abbronzate, oppure color biscotto, se siete ancora palliducce. Il mascara waterproof, e tanto lucidalabbra protettivo e idratante lucido, colorato. Da usare più volte al giorno.

08. Pieni nudi, e curati: naturalmente sarete decisamente chic se camminerete tutto il tempo a piedi nudi. Per questo motivo, dunque, non potete fare a meno di avere piedi perfetti, con talloni lisci e levigati, e unghie perfettamente curate e laccate di rosso. Per Ferragosto ci va lo smalto rosso, da vera pin up.

09. Abbigliamento adeguato: il vestito giusto nel posto giusto. All’insegna del vintage, potreste anche decidere di vestirvi come una pin up per davvero: pantaloncini corti con vita alta, camicia a quadri legata in vita, un grande cappello di paglia o un foulard di seta annodato sulla testa. Se sapete di dover stare sedute per terra, evitate le gonne: non è molto chic contorcersi in pose plastiche per non mostrare le mutande ai propri ospiti.

10. Gli ospiti giusti: l’unico modo per organizzare davvero un Ferragosto chic, è passarlo in compagnia delle persone giuste. Lasciate a casa la suocera, e andateci con gli amici più cari: anche i carcerati hanno un’ora d’aria ogni tanto!

Commenti

  1. Ragazze ho scoperto da poco il vostro sito, e vi faccio i miei complimenti!!! E’ bellissimo!
    Tornando al ferragosto avete proprio ragione la suocera in casa!! viva la libertà :))))

  2. ma sono idee fantastiche

  3. Approvo!
    Sopratutto la parte sul no alla plastica! Odio piatti e bicchieri di plastica, rovinano i sapori al cibo, inquinano, costano!
    Meglio davvero i servizi scompagnati, sbeccati che poi lavi in lavastoviglie e -voilà!- chic&green

    Buon (passato) ferragosto

  4. io a ferragosto ero in montagna…..e credo di essere stata anche in tuta 😛

    • ahhhhhh la tuta! ma le vendono ancora?
      ah, già, anche io oggi sono in tuta: siccome la scuola riapre tra 4 settimane, lavorerò da casa per tutto il tempo O_o

  5. Bellissima l’idea del locale: quando apre???

Parla alla tua mente

*