Disintossicarsi con lo zolfo

Ve le ricordate le vostre facce brufolose, negli anni ’80 e ’90 e la nonna che vi diceva di bere il latte con lo zolfo sciolto dentro? A pensarlo faceva venire il voltastomaco.

In realtà, due anni fa ho trovato l’articolo di un medico che consigliava lo zolfo per curare o migliorare alcune malattie e fastidi. Così sono andata in farmacia a comprarlo e ho provato a usarlo per un po’ di tempo.

La mia prima sorpresa è stata che è assolutamente inodore e insapore! Avrei potuto risparmiarmi anni di pianti durante l’adolescenza, per quel viso deturpato, e magari anche evitare di rovinare la mia pelle con le creme al cortisone, se solo avessi bevuto quel cavolo di latte allo zolfo!

In farmacia lo trovate col nome di Fior di Zolfo e ve lo vendono sfuso, in polvere, a un prezzo molto basso.

Ne va presa la quantità di mezza unghia del mignolo (davvero poca) e consumata una volta al giorno o a giorni alterni per periodi da concordare col proprio medico. Io lo mescolo al cibo, dopo la cottura.

In alternativa potete comprare le fiale di zolfo. Il liquido va tenuto sotto alla lingua la mattina a digiuno.

Le proprietà dello zolfo 

Lo zolfo disinfiamma i tessuti, disintossica dai metalli pesanti e dai radicali liberi, cura i problemi della pelle, cura i problemi dell’apparato respiratorio, aiuta la crescita di peli e capelli, partecipa alla sintesi del collagene, disinfetta il sangue, combatte i batteri, allevia i sintomi di molte allergie. E’ un elemento estremamente importante e si trova all’interno di diversi amminoacidi.

E’ sempre e comunque preferibile assumere zolfo attraverso gli alimenti. Quelli che ne contengono di più sono: germe di grano ( 320 mg per 100 g), pane bianco ( 100 mg per 100 gr), arachide ( 420 mg per 100 gr), nocciola secca ( 200 mg per 100 gr), mandorla ( 160 mg per 100 gr). Ottime fonti sono le uova, i cavoli, le cipolle, i legumi, la carne di tacchino, il fegato.

Lo zolfo viene assimilato meglio se accompagnato alla vitamina C.

Una cura di zolfo per un periodo limitato vi farà sentire più tonici, avrete una pelle bellissima e fresca, capelli lucidi e resisterete meglio agli attacchi di virus da raffreddore.

Come ogni integratore aggiunto alla dieta è sempre bene chiedere consiglio al proprio medico sul miglior utilizzo e sulle dosi da prendere.

Maggiori informazioni su Procaduceo.org

Commenti

  1. ciao, lo zolfo si trova anche nelle acque termali sulfuree (quella che puzza di uovo sodo!). mia figlia si ammalava spesso durante l inverno, poi le abbiamo fatto fare un ciclo di inalazioni e aerosol in un centro termale e il risultatao è stato sorprendente: non si è ammalata piu! da allora ogni anno, tutta la famiglia, andiamo a fare gli aerosol per affrontare meglio l inverno. noi andiamo al centro termale di cretone, vicino roma. informatevi prima di iniziare, se l acqua del centro termale che vi interessa, è sulfurea, perché le acque termali non sono tutte uguali. saluti… anzi salute!

Parla alla tua mente

*