Notte di Fiaba

evento-notte-di-fiaba

L’estate sta finendo? Ditemi di no, vi prego. Sarò impopolare in questi giorni di 35 gradi costanti ma io amo il caldo, pure quello appiccicoso che l’unico sollievo sarebbe alzarsi la mattina e ficcarsi in vasca da bagno con acqua fresca, bibita ghiacciata sulla mensola del bagnoschiuma e magari un comodo vassoio porta-pc per restare connessi con  quegli unici due neuroni rimasti vivi. Ah, ovviamente con i nonni che si prodigano a portare il figliolo al mare, che lui non ha nessuna intenzione di ficcarsi con noi in vasca da bagno a bere gin lemon ghiacciato.

Qualcuno di voi sarà già tornato al lavoro, qualcun altro starà ancora cercando di incastrare il centro estivo con l’orario della  scrivania dell’ufficio, che manco Ikea c’ha ancora avuto qualche idea geniale a riguardo. Qualcuno se la starà spassando in chissà quale spiaggia tropicale (a voi tutta la mia invidia). E chissà quanti di voi hanno fatto il conto alla rovescia per andare in ferie in queste ultime due settimane di agosto.

Insomma, ce l’avete qualche giorno libero? Ecco, godetevelo più che potete! Non ce l’avete? Possiamo sempre sognare insieme.

Se potessi nottetempo preparerei un mini kit di sopravvivenza da viaggio, ficcherei i due uomini in auto e partirei prima che l’alba ci saluti, destinazione Lago di Garda. No, non sto pensando a Gardaland, state tranquilli, quello non è un sogno, è un incubo! Con tutto il rispetto per il parco dei divertimenti e blablabla, il solo pensiero di andarci con il piccolo guerriero duenne mi crea uno stato d’ansia preventivo.

Torniamo in auto, ecco. Guiderei fino a Riva del Garda e, visto l’orario di partenza, aspetterei direttamente sulla soglia di uno dei tanti bed and breakfast con brioche e cappuccino che il proprietario si svegli e mi consegni le chiavi di una camera con bagno qualsiasi.

Perchè Riva del Garda, direte voi? Per un evento che organizzano ogni anno e che già il nome lascia presagire scenari incantati e sano divertimento: Notte di Fiaba.

Praticamente ogni anno, durante l’inverno, i bambini della zona votano in una apposita cassettina le fiabe che vorrebbero vedere in scena lungo le vie e nelle piazze del paese.

Quest’anno è stata scelta una fiaba, che poi non è proprio una fiaba, che è “Il giro del mondo in 80 giorni“. Ve lo ricordate? Il fantastico romanzo d’avventura scritto dal mitico Jules Verne e pubblicato per la prima volta nel lontano 1873. Racconta l’avventura vissuta dal londinese Phileas Fogg e dal suo fido cameriere francese Passepartout, in seguito ad una scommessa di 20milasterline(epperò!) fatta con i suoi amici del Reform Club(una specie di Rotary Club di oggi, insomma roba da gente facoltosa e ricca come noi, no?). La scommessa nello specifico è quella di riuscire a circumnavigare il mondo in appunto 80 giorni. Non sto qui a raccontarvi le peripezie di tale viaggio, che secondo me poi, se ‘sto libro non l’avete ancora letto dovete assolutamente procurarvelo!

Fatto sta che a Riva del Garda dalle 14 di giovedì 23 Agosto, alle 22 di domenica 26 metteranno in scena proprio questa storia.

Lo fanno allestendo molti spazi diversi, ognuno con un proprio nome e tutti dedicati ai bambini. Sono sicura che anche molti grandi non si lasceranno scappare l’occasione di lasciarsi andare giocando!

Si va dal laboratorio Stappa la Creatività dove riutilizzare i tappi di sugheri,  ad un’area tutta dedicata al Circo, nella quale ci si potrà cimentare sui lunghi trampoli o restare in equilibrio su di un monociclo o anche solo ammirare gli artisti circensi. Oppure il Fiabamondo uno spazio per la narrazione e ancora Diario di Viaggio dove divertirsi con i travestimenti. Non manca la musica per ballare come i ganzi di Ballando e il Truccafix, l’onnipresente truccabimbi. Il mercatino del solito e dell’insolito, dove rovistare in cerca di rarità e ancora, superdegno di nota, il Libroscambio, che già il nome dice tutto! Per chi ha l’animo da sceriffo c’è anche il Torneo di Bang, gioco di carte con ambientazione western!

Ogni pomeriggio verso le 18.30 al Parco della Rocca il momento clou dell’evento”Il giro del mondo in 80 giorni“: la  rappresentazione teatrale, il vero e proprio viaggio nella fiaba.

Ovviamente, come ogni festa che si rispetti, non mancherà lo spettacolo pirotecnico, alle 22 del sabato 25 agosto la possibilità di ammirare i fuochi artificiali sul lago.

Io sono già lì con il pensiero, vestita come una gran-damina dell’800 e un gran cappello a falda larga, di quelli che mi invidierebbe pure la Regggina d’Inghilterra. Mi trovate lì, seduta su di una panchina lungolago con un bastoncino di zucchero filato rosa.

Ci venite con me a sognare di viaggiare intorno al Mondo? Magari ce la prendiamo più comoda e facciamo che questo sogno duri a lungo, che 80 giorni sono troppo pochi per dimenticarsi degli impegni che ci richiamano sempre a gran voce alla realtà.

Enjoy life!

Patrizia Miniscalco
Viaggiando: rubrica semiseria di una giramondo per vocazione

Commenti

  1. ohhhh che meraviglia…porta me! porta me!
    PS: i nani stanno dai nonni, vero?

  2. Quanto vorrei andarci…uffa ma mi sa che pure quest’anno salta…

  3. Andare alla notte di fiaba, la sera dei fuochi, è stata una tradizione di famiglia per molti anni.
    Mi sa che mi conviene riprenderla, magari anche solo nei sogni 🙂

  4. CHE BELLA IDEA! Se non ci fosse questa pessima afa ci avrei davvero pensato!!!
    ps gardaland con un bambino di due anni si affronta tranquillamente ma quando non c’è quasi nessuno! 😛 almeno io a sett scorso l’ho portato….

Parla alla tua mente

*