Pannolini lavabili

I pannolini lavabili di Pagù

Come suggerisce il nome stesso, i pannolini lavabili si differenziano da quelli comunemente definiti ‘usa e getta’ in quanto sono ideati per essere lavati ripetutamente dopo l’uso, dunque possono essere utilizzati più volte anziché gettati quando il bambino se n’è servito.

Ad accompagnarci oggi in questa realtà, l’azienda Pagù che si occupa proprio di pannolini lavabili proponendo diverse soluzioni pensate per aiutare mamme e papà.

Pagù propone dunque pannolini lavabili ecologici: avete mai pensato alle ragioni per cui sceglierli?

Innanzi tutto non contengono sostanze chimiche, il cotone di cui sono fatti è decisamente traspirante per la pelle delicata dei neonati, inoltre è innegabile che la produzione di rifiuti è nettamente minore rispetto a quelli usa e getta.

L’azienda Pagù, inoltre, presta molta attenzione all’impatto ambientale delle produzioni, ad esempio monitorizza il consumo di acqua avvalendosi di lavanderie specializzate ed è disponibile a fornire assistenza a mamme e papà con visite a casa per spiegare le tecniche di cambio garantendo serenità e affidabilità.

La linea di prodotti per pannolini lavabili Pagù

Un esempio?

Il sistema “Tutto in 2”: se seguite le semplici istruzioni accompagnate dal video, troverete ogni informazione necessaria a iniziare a usare pannolini lavabili ma anche sulle taglie, dove sono realizzati, e con quali materiali.

Indipendentemente dalle vostre esperienze, o da quali scelte avete fatto per i vostri figli, i pannolini lavabili possono essere una possibilità da considerare, imparandone le dinamiche e gli effettivi usi, considerando che esistono realtà aziendali che se ne occupano fornendo prodotti semplici negli usi, facili da reperire e studiati appositamente per favorire il cambio dei piccoli.

Pagù propone diverse soluzioni per i pannolini lavabili tra kit e ricambi, ma anche biancheria da bagno e per la culla ed il lettino, infine detersivi biologici in collaborazione con Officina Naturae.

E voi, cosa ne pensate?

Commenti

  1. Io ho preso i pocket pensando a chi altri oltre me l’avrebbe cambiato. Se avessi saputo prima che saremmo state solo io e mia mamma avrei provato i prefold, come questi proposti da pagù, ma ormai è fatta.
    Il sito non è proprio il massimo e non fornisce molte indicazioni per chi ha un minimo di conoscenza della materia, ma i modi per informarsi in rete non mancano.
    Per la cronaca: avendoli presi per la maggior parte usati li ho pagati pure poco e me li sono già ampiamente ripagati con il risparmio rispetto agli usa-e-getta, anche considerando di comprare quelli del lidl (che costano circa la metà rispetto a quelli di marca).

Trackbacks

  1. […] rinunciato ai ciripà di famiglia, in quanto riciclati anni fa. Ho scelto Pagù, perchè sono un prodotto ottimo e anche perchè conosco personalmente le due produttrici e il loro impegno in quello che stanno […]

Parla alla tua mente

*