Arredare con i tappeti

Arredare con i tappeti
I tappeti sono elementi di arredo decorativi e contemporaneamente funzionali che possono servire sia per raccogliere che per dividere in più zone con diversi usi un certo locale.

Qualche esempio? In un soggiorno un tappeto può delimitare la zona conversazione raccogliendo divano, poltrone e tavolini da caffè, mentre un altro può definire quella dedicata al pranzo.

Per delimitare aree di passaggio, come ingressi e corridoi, può essere ideale invece una passatoia ovvero un tappeto lungo e stretto.

Se poi abbiamo la fortuna di possedere un tappeto grande e decorativo – ma non troppo pesante – possiamo utilizzarlo appendendolo alla parete.

I tappeti più pregiati sono, naturalmente, quelli orientali, provenienti dalla Persia, dall’Anatolia e dal Caucaso.

Se non si vuole fare un investimento così alto ma si ama la manifattura orientale si può virare la scelta su quelli moderni ma di fattura tradizionale che possono essere sia fatti a mano che industriali.

Fra i tappeti orientali meno costosi dobbiamo ricordare i kilim della Turchia, con disegni geometrici e colori naturali che andranno sbiadendo con il tempo. La lavorazione di questi tappeti è ottenuta su telai mobili: il risultato è un tappeto tessuto senza struttura inferiore.

Qualche proposta su cosa scegliere? Guardate qui


01. Una proposta calda e moderna di Webtappeti.it;

02. Una proposta coloratissima per la camera dei bambini da Esprit Home;

03. Un classico da sogno: un tappeto Esfahan;

04. Stoffa? Legno? No! Vinile nella proposta di Arzu Firuz;

05. E chi dice che in bagno ci vadano solo le tristi pedanine low cost? Questo è un meraviglioso tappeto della collezione spugna di Missoni Home;

06. Per una veranda o una terrazza elegante che ne dite di questo tappeto in bamboo?;

07. Lo chic va bene, ma noi vogliamo anche sorridere con un tocco di trash. Quindi eccovi un bel tappeto-mortadella ideale per la cucina; 😀

Ma vediamo qualche consiglio utile per fare la scelta giusta per la nostra casa:

  • Considerare il colore del pavimento che dev’essere sempre in contrasto con quello del tappeto altrimenti quest’ultimo“sparirà”;
  • Se andrà collocato in un ingresso (ma anche in un ufficio) prediligete il kilim o comunque tappeti dai disegni geometrici;
  • In sala da pranzo evitate tappeti preziosi, ma preferite un elemento di impatto, robusto e di ottima qualità;
  • In camera da letto, dove siamo spesso in ciabatte o a piedi nudi e il calpestio è minore, possiamo preferire tappeti più delicati;
  • Evitiamo di nasconderlo sotto a troppi mobili, se proprio dobbiamo farlo è preferibile scegliere un tappeto con una cornice laterale oppure modulare… insomma con un disegno che non perda di segno se in parte coperto. In alternativa si possono utilizzare tavoli e tavolini in cristallo;
  • Nell’acquisto non seguite la moda del momento, ma fatevi guidare dal vostro gusto e cercate di scegliere qualcosa di tradizionale o che, comunque, non stanchi l’occhio troppo in fretta.

Commenti

  1. La prima cosa che abbiamo acquistato per la nostra casa è stato un tappeto!!!

  2. noooo…!!!!! Quello “mortadella-style” è eccezionale!!!!!! 😀

  3. Davvero, il tappeto a forma di fetta di mortadella non l’avevo mai visto. SPETTACOLO! A parte tutto mi piacciono molto i tappeti moderni rettangolari con figure circolari al loro interno.

Parla alla tua mente

*