Gira la moda… ai giorni nostri

giocare-alla-moda-staedtler

Da quando Staedtler ci sostiene qui su Trashic, ho avuto modo di passare del tempo speciale a colorare con le matite colorate: una cosa che non facevo da tanto tempo.

Mio nonno, quando ero piccola, mi aveva insegnato a colorare: diceva che per colorare bene con le matite colorate bisognava prima colorare in un verso, e poi ripassare tutto sul verso opposto. Non so se avesse ragione, ma io gli ho sempre creduto.


Poi a me piace colorare, mi piace fare la sfumature, mi piace riempire i bordi. Sarà una cosa da matti, questa cosa dei bordi? Pò esse…

giocare-alla-moda

Ma mi piacciono le matite colorate perché richiedono impegno e cura, e fantasia, e una buona mano, per passare da tratti leggeri a tratti forti, per colorare tutto senza appiattire il disegno.

Queste matite di Staedtler, poi, son veramente notevoli: morbide, con colori pieni, e con un sistema brevettato ABS che protegge la mina dalle rotture interne (cosa che a casa nostra – vi assicuro – era necessaria, vista la ‘grazia’ di Dafne).

giocare-alla-moda

ABS sta per Anti-Break-System: la mina colorata è avvolta da una guaina protettiva bianca, che la rende più robusta del 50% e conseguentemente ne aumenta la resistenza alla rottura. Ma, se le provate, ve ne accorgete immediatamente: al primo tratto, ho spaventato tutti in ufficio con il mio urletto da Manga: spettacolo! :D

E cosa potevo colorare, secondo voi, con mia figlia?
Ditemi che ve lo ricordate, Gira la Moda. Ma quanto, quanto, quanto era bello quel gioco lì? Con tutte le bamboline e i pattern e i mattoncini per colorare i vestiti… ahhhhh che robe, se solo non fosse fuori produzione, io lo comprerei persino adesso!

Ma io ci ho la vena creativa, ricordiamocelo. E pure la carta di credito.
Quindi mi son comprata le illustrazioni delle bamboline di carta, e le ho trasformate in un Gira la Moda fai-da-te.
Invidiatemi. No, non invidiatemi. Io e il mio karma abbiamo provveduto anche per voi, e dunque potete stamparle, pronte da colorare!

PDF da stampare:
Bamboline ‘Gira la Moda’ fai da te, versione uno;
Bamboline ‘Gira la Moda’ fai da te, versione due;

giocare-alla-moda

Le ho stampate anche io, le ho colorate con tutte le sfumature bellissime che riuscivo ad ottenere, e poi le ho ritagliate lasciando spazio alle ‘alette’ da ripiegare, che servono per tenere fermi i vestiti. Le adoro. Penso che questo diventerà il mio must serale insieme all’uncinetto: quando mi vorrò rilassare, prenderò le mie matite ‘super spettacolo‘ e ci darò dentro.

Mentre io e Dafne coloravamo le bamboline, ho pensato a quante cose importanti faremo ancora insieme. Ho pensato che un giorno lei sarà grande, e forse oggi sarà uno di quei giorni che ricorderà anche da adulta. Mi chiedo spesso: lei ricorderà questo giorno? O lo ricorderò solo io?

giocare-alla-moda

Non voglio per lei solo il meglio domani. Voglio il meglio soprattutto per ieri.
In fondo, io penso, il domani spetta a lei, sarà una sua fantasia, una sua scelta.

Ma le basi, le basi della felicità, sono come piccole righe colorate nello schema dell’infanzia.
Io voglio tracciare quante più linee possibili, per lei.  Costruire i suoi ricordi felici, essere presente nel suo ieri.

giocare-alla-moda

E il futuro sarà suo, quando noi saremo vintage come la scatola di Gira la Moda, ma lei comunque penserà a noi con la stessa dolcezza con cui si pensa alle cose dei bambini, le cose sciocche, le cose che prima ti facevano ridere e adesso semplicemente vorresti abbracciare.

Link: http://www.staedtler.it/

Commenti

  1. alessandra dice:

    non so perchè ma mi hai fatto immagonare…
    forse ho la sensazione di non riuscire a dare tanti ricordi al mio cucciolo anche se ha una memoria di ferro e a volte tira fuori cose successe in passato (ha 4 anni) che magari io non ricordo nemmeno
    ma non sono sicura di essere io l’arteficie dei suoi ricordi… non sono creativa e con un maschietto si va soprattutto di costruzioni e macchinine o supereroi e anche se so che sta crescendo sereno e che sto facendo un buon lavoro nel creare delle buone basi di educazione e rispetto, non sono sicura di creargli ricordi che possa in futuro aver la voglia di abbracciare, come hai scritto tu

    • Ma nemmeno io sono creativa, eh. Ci gioco, mi piace credermi creativa, ma faccio gran pasticci.
      Secondo me non importa se giochi con i brillantini o con i dinosauri, ma importa se ci sei per lui, e se ci sei sia con la testa che con il cuore. i ricordi sono quello, le basi per crescere. Vedrai che lui lo ricorderà. <3

  2. io non sono ancora mamma ma questo pensiero…mi ha fatto commuovere…sei una mamma fantastica Barbara

  3. Ummm… ho le lacrime…
    belle parole e soprattutto quanti ricordi legati a “Gira la moda”!!!
    Un fiume in piena mi ha travolta: il gioco preferito da fare con le mie cugine (anche perchè era loro)!

  4. Che ricordi “Gira la moda”!!!…io avevo la versione tarocca, con le manopoline che giravano e la retroilluminazione per tracopiare il modellino…l’ho consumato tanto ci ho giocato! anche adesso ogni tanto rubo un album di mio figlio e mi metto a colorare , le matite colorate, quelle confezioni con tutte le sfumature di colore possibile …mi fanno impazzire! e proverò quelle con l’ABS :-) mi incuriosiscono proprio… E’ bello passare il tempo con i bimbi tra foglie matite, forbicine e colla…io ho iniziato con il mio bimbo da quando era molto piccolo, ora ha 4 anni e lui spesso mi chiede di prendere il nostro scatolone pieno di ritagli e materiali e …ci inventiamo qualcosa. Sono momenti di puro relax e ci divertiamo tanto! A proposito…complimenti per il blog, lo scopro oggi e ci tornerò spesso! A presto, Nadia

  5. GIRA LA MODAAAAAAAAAAAAAAAA bellissimo!
    Per le bamboline, mio fratello aveva regalato a Anna un libro stupendo con le bamboline e i vestiti, tipo trecentomila, con borse scarpe cappelli (quelle robe piccolissime che si sparpagliano ovunque e fanno così felici le mamme) che in effetti era bellissimo. Poi pian piano Giulio ha distrutto e mangiato tutto.
    Ma adesso le possiamo rifare, grassie!!!

  6. Cioè io oggi l’ho portata al primo giorno di scuola (spumante, champagne, mohjito a fiumi…ok) e un po’ mi sono commossa pensando che ora è “una dei grandi”, un canguro perchè il prossimo anno saranno loro a “fare il salto” e un po’ la lacrimuccia è arrivata o meglio il tuffo al cuore. Dopo questo vado in mezzo a rudi carpentieri e riesco a darmi un tono e poi arrivi tu con ‘sto post?!?! Ma non vale!
    “E il futuro sarà suo, quando noi saremo vintage come la scatola di Gira la Moda, ma lei comunque penserà a noi con la stessa dolcezza con cui si pensa alle cose dei bambini, le cose sciocche, le cose che prima ti facevano ridere e adesso semplicemente vorresti abbracciare.”
    Buahhhhhhhhhhhhhh!

  7. Io ce l’avevo, il giralamoda!
    Chissà che fine ha fatto…
    Ora sto pensando come poter reinventare ‘sto giochino per i maschietti, che se gli faccio colorare i vestitini per le modelle il marito mi butta fuori di casa. Magari vestiti per Ben10 o per i gormiti o per winniePooh…

  8. Francesca dice:

    nooo il gira la moda, che mi hai ricordato! bellissimooo! Chissà dov’è finito, forse sarà stato buttato via o regalato ….

Lascia il tuo commento

*