Per sempre moglie e marito

agriturismo-romantico

Source: Agriturismo.it

Chi lo sa se poi l’Amore dura per sempre. Quando mi sono sposata io ci ho creduto, e dopo quasi 8 anni non sceglierei nessun altro marito, al posto di Nestore. Quando ci penso, so che non potrei mai essere così a mio agio con nessun altro uomo, nella vita e nel lavoro, e nell’educazione.

Non so dire come o cosa o perché: semplicemente io ‘sapevo’ che avrei amato lui, e che lui era l’uomo per me. E questo non significa che tutto sia perfetto, tra noi, o che ci sia una magia indiscutibile: certe volte lo prenderei a padellate in faccia, ma la maggior parte delle volte penso che senza di lui perderei il respiro, e non avrei nessun motivo per alzarmi al mattino… nemmeno mia figlia. Sarà brutto da dire?

Ma lavoriamo così tanto, e siamo così impegnati con Dafne, giorno e notte senza tregua, che mi manca. Mi manca lui, mi mancano quelle chiacchierate sulla poesia. Adesso al solo pensiero di parlare di poesia dopo una giornata di lavoro e di Dafne, mi viene un attacco di narcolessia. Eppure un tempo leggevamo libri, bevevamo il vino rosso senza svenire sul divano, avevamo il tempo di non fare niente.

Ecco, questo ‘fare niente’, principalmente, mi manca. Mi manca svegliarmi la mattina senza dover far niente: niente lavatrici, niente lavastoviglie, niente colazione, niente litigi con la bambina che non vuole vestirsi / lavarsi / andare a scuola / qualunque cosa. Mi manca quel silenzio di noi. SILENZIO. Che parola dimenticata… eh?

idee-agriturismo-romantico

Source: 01 | 02 | 03 | 04

Prometto che un giorno avremo il tempo di regalarci un weekend da soli da qualche parte. Un posto semplice come noi, e alla buona, e vicino a casa… ma nello stesso tempo ovattato e silenzioso e immerso in un luogo di poesia.

Prometto che berrò mezza bottiglia di Sangre de Toro senza svenire, prometto che leggerò un nuovo libro di poesie, prometto che resterò sveglia fino alle 4 del mattino a chiacchierare di tutto tranne che di lavoro.

Non-vedo-l’ora.

Mi pento? No, non mi pento di niente. Non mi lamento della vita che ho, e comunque ho seriamente intenzione di essere ancora più felice di così, e di cambiare tutto ciò che fino ad oggi è andato storto.
Non mi pento di niente. Nemmeno di non avere il tempo per parlare, perché anche la vita è una poesia, anche se non è contemplazione o silenzio, anche se è un viaggio con un rumore di fondo.

E ci sarà sempre un luogo di noi, la nostra prima serata da amici, il porfido sotto i piedi e la Mole Antonelliana, e tutte le parole che ci siamo detti, e che non abbiamo mai sprecato. Mai.

Linkhttp://www.agriturismo.it/

Commenti

  1. Eh hai ragione, ci passiamo tutte prima o poi, ma i figli crescono in fretta, e poi ci sarà il momento che avrai di nuovo del tempo + tempo x voi…… poi magari ti mancheranno i momenti che avevi tuoi figlia sempre in mezzo ai piedi….. e non avevi il tempo x farti la ceretta!!!! O_O

    Abbi fede…..
    baci
    Moni

  2. Bellissime parole… Ti capisco e le condivido al 100%.
    (speriamo che sto benedetto weekend arrivi prima della pensione!!)

  3. Tu pensa a quanto siamo pazzi noi che a breve vedremo arrivare un altro fagottino azzurro a distanza di 7 anni dalla Ribelle.Il silenzio di cui parli lo abbiamo nuovamente rimandato e spostato nel tempo… ma questa voglia e’ cosi’ NORMALE. Io vi auguro un bellissimo weekend tutto x voi da fare presto presto 😉

  4. …mi hai fatto piangere sai? di commozione…
    e, cavolo, io ho 18 anni, ti pare che debba piangere leggendo un post sul matrimonio? 😛
    spero di avere anche io, un giorno, una famiglia così bella e un rapporto così speciale con mio marito…

  5. sospirooooooo!
    ma la padella in celamica o teflon???

    però sottoscrivo tutto! io pero’ non so come era, nel senso che siam venuti ad abitare qui che eravamo già in tre…pero’ mi manca un week sola con lui

  6. io vado sul pratico , a 8 anni dafne la iscrivi agli scout, 4/5 week-end da soli all’anno più 4 giorni di campo invernale e 7 di campo estivo. lei si diverte come una pazza e voi pure. qui da me alle partenze i genitori buttano in aria i cappelli e via, tutti al cinema, fuori a cena, via per il week-end. http://www.gngei.it e trovi il gruppo più vicino a te 🙂

  7. Ecco, cosa aggiungere?Io l’ho scritto già, con mio marito(essendo diventati genitori prima ancora che coppia) abbiamo un tacito accordo..ci incontreremo un giorno per leggere, bere un bel bicchiere di vino rosso, soli e in silenzio. Anch’io sono strafelice, ma quando lo vedo cosi preso dai bambini so che è giusto, ma un pò di nostalgia dei pochi momenti insieme mi assale:-( Non vorrei che avvenisse troppo dopo, ma quasi ora, in un’agriturismo, giusto un weekend. E per fortuna che mio marito non legge i commenti altrimenti potrebbe dirmi: parli proprio tu che non lasceresti i bambini maiiiii, ora??!!

  8. Ciao, Condivido al 101%.

    Ciao Nadia

  9. Condivido questo bisogno e visto che sono una pessima mamma il week end (in realtà due giorni e una notte durante la settimana) me lo sono regalato allo scoccare del primo anno finito l’allattamento grazie ai nonni e alla zia. E adesso che ha due anni penso di fare il bis (sempre durante la settimana: due giorni di ferie e i nonni che lo guardano di giorno lo ospitano anche per una notte). Sì sono fortunata 😉
    ciao a tutte
    francesca

Parla alla tua mente

*