Pulire con la microfibra

Pulire con la microfibra
Pulire la cucina: non una delle attività più esaltanti della vita. La cucina va pulita non solo dai residui di cibo, ma anche dall’acqua, dal calcare, dalle tracce d’acqua e dagli aloni.

Soprattutto fornelli e lavabo, se in acciaio, devono essere lavati con cura, delicatamente ma allo stesso tempo con energia, e senza graffiare le superfici.


Per pulire i piani in acciaio, il lavabo, la cappa e soprattutto il piano cottura, non servono grandi prodotti chimici (anzi, tendenzialmente meglio evitarli). Si può fare tutto con metodi ecologici (ed economici) che non rovinano le superfici e nemmeno l’ambiente.

Per eliminare le macchie di cibo sul piano cottura, spruzzate semplicemente dell’acqua bollente e lasciate ammorbidire la macchia. Infine rimuovetela con una spugna, senza graffiare: utilizzare spugne o prodotti abrasivi crea graffi e aloni.

Se l’acqua non basta, ma serve una abrasione delicata, provate con una miscela di acqua e bicarbonato: un cucchiaino di acqua e un cucchiaio di bicarbonato, per creare una pappetta che può essere spalmata sulla macchia e utilizzata per pulire le macchie difficili.

Per pulire a fondo, potete inoltre creare una soluzione detergente con mezzo bicchiere di acqua calda, un bicchierino di aceto bianco e un cucchiaio di sapone per i piatti. Il sapone per i piatti sgrassa perfettamente il piano cottura, e l’aceto e l’acqua calda lo rendono lucido e senza aloni, senza deteriorarlo. Passate una spugna, risciacquate e poi asciugate.

Il piano di cottura o il lavabo emanano un cattivo odore? Provate a riutilizzare i limoni o le aranceche avete utilizzato nella preparazione dei vostri piatti. Prendete la metà degli agrumi e strofinatela sul piano di cottura prima di sciacquarlo: eliminerà gli odori sgradevoli dando alla cucina un profumo fresco e agrumato.

Una buona soluzione, davvero molto ecologica, è iniziare ad utilizzare i panni in microfibra. Si tratta di un particolare tessuto molto adatto per le pulizie di casa, e utilizzabile molte volte, perché lavabile in lavatrice. Un esempio molto economico: i panni Microfibre della Spontex, la famosa azienda che utilizzò Ernie il Riccio come testimonial spassoso di una spugna abrasiva, i quali sono stati realizzati per tutte le superfici. Di solito costano meno di 3eur e sono stati ideati per pulire acciaio, eliminare il calcare, pulire i vetri, togliere la polvere… di tutto un po’.

La cosa interessante è l’aspetto ecologico del materiale: la microfibra è un tessuto speciale che pulisce a fondo, e a differenza ad esempio della carta da cucina, che è usa e getta e dunque inquina. La microfibra dura per sempre, e può essere persino lavata in lavatrice più volte. Questo porta un indiscutibile vantaggio sia nell’economa di casa (ovvero: spenderemo meno soldi in materiali non rinnovabili), e anche nell’economia del Pianeta.

Quante di noi utilizzano già questi panni per le pulizie di casa? Li conoscevate?

Un’ultima chicca: avete in casa un olio per bambini che non avete mai utilizzato?: mettetene una goccia sul piano della cucina e sul lavello, e usatelo per lucidare la cucina aiutandovi con un panno di microfibra. Ebbene sì: se vogliamo trovare nuovi usi alle cose, sappiate che l’olio per bambini lucida l’acciaio inox rendendolo scintillante e privo di aloni. Bella scoperta, vero?

Commenti

  1. Non sapevo dell’olio per lucidare, riciclerò subito una confezione che non ho mai pensato di utilizzare per i miei bambini. Ma una cosa è certa, i panni della Spontex sono i migliori in assoluto!!

  2. quanti bellissimi e utilissimi consigli!
    i panni in microfibra sono stati una felicissima scoperta, grazie a mamma e papà che, quando capitano in offerta, ne comprano di scorta per loro e me ne regalano!

    Mamma li usa per tutta casa, papà per pulire la macchina :DDD

    Li uso tantissimo… e il rotolone di carta assorbente ringrazia (prima mi durava si e no una settimana… ora mi scordo perfino di averlo!)

    Tanti carissimi saluti e… continuo a leggere! ^^

Parla alla tua mente

*