Un giorno al Museo

reggia di caserta

Una delle mie vacanze ideali: un giorno al Museo, magari in settimana, quando c’è meno gente, regalandosi anche una notte fuori casa. Mentre sfogliavo le occasioni low cost di Agriturismo.it, che come sapete sostiene Trashic da qualche settimana, ho pensato di coniugare entrambe le cose: agriturismo e museo, per due giorni fuori casa che non siano ‘buttati via’, ma ci regalino anche uno spunto culturale, una chicca.

Così ho fatto un giro sul sito del Ministero dei Beni Culturali, dove c’è la lista delle Mostre in evidenza, e ho iniziato a sognare. Mi sono concentrata principalmente sulle mostre di pittura, perché a me la storia non piace poi tantissimo… e andare ad una mostra storica significherebbe, poi, dover ascoltare per giorni e giorni gli approfondimenti di Nestore. LOL

musei-appuntamenti-italia

A Caserta, alla Reggia di Caserta, c’è Keith Haring, Il Murale di Milwaukee. Fino al 4 Novembre 2012 sarà possibile ammirare il murale lungo trenta metri e alto due metri e mezzo realizzato da Keith Haring nel 1983 in occasione dell’apertura del Museo Haggerty di Milwaukee. Un biglietto unico darà la possibilità al pubblico di visitare, oltre la mostra, le sale e l’intero parco della Reggia di Caserta, che fu progettata da Luigi Vanvitelli in di Carlo di Borbone.

A Pavia, presso le Scuderie del Castello Visconteo, la mostra Renoir: La vie en peinture, fino al 16 Dicembre 2012. L’esposizione, a cura di Philippe Cros, ripercorre la carriera del pittore attraverso una selezione di dipinti, pastelli e disegni, mettendo in evidenza il ruolo di Renoir nella storia dell’arte moderna.

A Bergamo (alta): Sandro Botticelli: Persona sofistica, fino al 04 Novembre 2012. Si tratta della presentazione di recenti restauri effettuati su una terna di dipinti, tutte opere tarde, che rappresentano il clima politico e artistico che animava la Firenze dei Medici ai tempi di Botticelli, dalla Congiura dei Pazzi alla predicazione del Savonarola.

Ad Aosta, fino al 30 Settembre 2012: De Chirico: Il labirinto dei sogni e delle idee. La mostra presenta in Valle 40 dipinti a olio, 10 tempere e disegni, 15 grafiche, anche colorate a mano dall’autore. Si tratta di una collezione importante con opere rare ad essere esposte, in quanto provenienti da prestigiose collezioni private italiane, da raccolte pubbliche, dal MART di Rovereto e dal Museo Casa Rodolfo Siviero.

Link: http://www.agriturismo.it/.

Commenti

  1. Adoro Haring, è terribilmente sovversivo.
    Però gli impressionisti sono sempre in cima alla lista perciò direi che a Pavia bisogna assolutamente farci un salto.
    E Picasso Milano ne vogliamo parlare? 🙂

    • Picasso a Milano me l’ero perso! Anche io amo tanto Haring. Con Dafne ho fatto dei lavoretti, ma chiaramente non è ancora il momento di presentarle tutto Haring così come lui è veramente.

Parla alla tua mente

*