Il foulard, accessorio per eccellenza

foulard-maglia-modal

Quanto ho già parlato di accessori, ultimamente? Ho fatto un milione di riflessioni, in merito, per poi ricordarmi una cosa: non è vero che non uso in assoluto accessori. Non indosso anelli, bracciali e orecchini (ma magari mi faccio i buchi alle orecchie, chi lo sa?), indosso qualche volta una collana, ma soprattutto in autunno e in inverno io indosso i foulard.

Ho iniziato ad amarli l’anno scorso, grazie a Bonprix: ho comprato un foulard leggerissimo ad anello, azzurro e rosa antico, che ho indossato in svariate occasioni, lungo come una collana, o arricciato intorno al collo.

Da allora sono alla ricerca di un foulard grande, da usare come mantella: non voglio usare come Caia una coperta o un plaid come cappotto, perché con la mia stazza sembrerei soltanto ‘scappata di casa’, come diceva mia nonna quando mi vestivo in modo ‘stravagante’.

Ma desidero un foulard abbastanza ampio da poter essere usato come coprispalle, visto che se penso allo scorso inverno non ho fatto altro che usare in questo modo le pashmine che possiedo, visto che qui a Bologna non ho avuto mai bisogno del giubbotto. Nonostante la neve, che però ci ha costretti a casa (e quindi niente giubbotto), penso di avere indossato la giacca solo 2 giorni. Per dire che lo scialle sarà più che sufficiente anche quest’anno, e che potrò sfruttarlo molto.

Ho scovato dei foulard sul sito di Mango, e mi sono proprio piaciuti: hanno quel giusto rapporto qualità / prezzo su cui sono tanto fissata.

foulard-viscosa-estremita-sfilacciate

Ero indecisa tra due modelli, ma alla fine ho optato per la maglia: meno leggera, più consistente, meno delicata. E ha anche una discreta larghezza, che non guasta al mio scopo, visto che dovrò indossare la sciarpa sulle spalle, e chiudermici dentro come in un bozzolo. Insomma: siccome deve avere una funzione ‘coprente’, la viscosa non andava bene, anche se era più elegante.

La mia scelta era tra un foulard in viscosa 100% con le estremità sfilacciate, disponibile a 12eur, e un foulard modal che misura 180×100 e costa 17eur (vedi prima foto). Sul colore sono stata fortemente indecisa, ma alla fine ho scelto il grigio scuro. Non ho osato con il colore, ma avendo già io qui in casa pashmine rosa, rosse, viola e di varie fantasie, per una volta mi sono tenuta sul sobrio.

Unico neo? Mi toccherà lavarlo a mano.
Appena imparo come si fa, ovvio.

Commenti

  1. A me piaciono leggeri, anche in inverno. Ne ho due grandi uno nero ed uno azzurro.
    Per questa estate ne cercavo uno grande (le misure che hai detto più o meno) da usare anche come stola, mi serviva per un matrimonio. Alla fine ho comprato un pezzo di stoffa per tende.. Una figata!

  2. claudia caprara

    e perchè lavarlo a mano? lavatrice, al limite a freddo, io ne ho uno morbidissimo color jeans (blu e grigio melange, non so se esiste ancora il color “carta da zucchero”….) che ne esce sempre perfetto! le stole di maglina sono molto più comode della viscosa e poi non si stropicciano mai! e se grigio ti sembra troppo “anonimo”, sopra ci puoi mettere una bella spilletta (e qui ti puoi sbizzarrire anche facendola tu!) che ti serve anche per fermarlo se lo indossi senza annodarlo
    grigio è magnifico!

    • Non so, nelle istruzioni di lavaggio indica lavaggio a mano.

      • claudia caprara

        in un sacco di cose viene indicato lavaggio a mano, per esempio anche tutte le maglie di Oltre e simili………….ma io a mano lavo SOLO la roba di pura lana che si potrebbe restringere o quella che visibilmente tingerà tutto il resto, perchè i lavaggi soft non fanno danni, al limite elimini la centrifuga o fai fare pochi giri (discorso per me impossibile, la mia lavatrice ha 24 anni portati egregiamente!)….e incroci le dita! 😉

  3. Io sto giusto riflettendo se comprare il modello di Muji che segnalava Caia qualche giorno fa: è una sciarpa, ma può diventare coprispalle, poncho etc. Molto carino, ma saliamo di budget (sui 49 € se non erro)

  4. ….. a proposito di foulard, ecco 25 modi diversi per annodarlo….
    http://www.youtube.com/

Parla alla tua mente

*