Le Slippers

miu-miu-slippers-pantofole

Le slippers: le scarpe del momento, una via di mezzo tra le ballerine, le ciabatte da casa e i mocassini. Una cosa è certa: se odiate le ballerine e i mocassini, probabilmente odierete anche queste.

Personalmente, le guardo da tempo con distacco: non so dirvi se mi piacciono o se mi fanno orrore. Forse entrambe le cose.
Ma io sono quella che ama le ballerine e non vi rinuncia, ricordatelo sempre.

Inizialmente le avevo viste ai piedi maschili di Briatore e Lapo Elkan, e mi ero sentita francamente male. Mi sembravano le ciabatte da ospedale che danno alla casa di riposo per vecchietti facoltosi.
Scommetto che ne ha qualche paio pure Hugh Marston “Hef” Hefner (fondatore di Playboy): non che ci sia da vantarsene.
Su un uomo no, davvero, non potrei resistere alla vista di Nestore che si mette le ciabattine di velluto con gli inserti dorati. Mi viene il vomito.
Agli uomini stanno bene solo le scarpe con i lacci oppure le sneakers, e il mocassino solo se sono paragonabili a qualche gaio modello di Dolce e Gabbana. Tutti gli altri uomini, quelli della vita vera, con i peli sulle gambe e la pancia da birrazza, non devono mettere i mocassini, se vogliono trovare moglie e riprodursi.

Miu Miu (nella prima foto), in ogni caso, le vende. Nel 2012 sono diventate il trend di molti stilisti. Per onestà intellettuale c’è da dire che Miu Miu le inserisce nella categoria ‘pantofole’: c’è da chiedersi se quindi si può uscire di casa in pantofole, perché allora io chiaramente sono d’accordo e non vedevo l’ora che arrivasse la moda della pantofola, contro quei tacchi da infarto, che mi incrino le vertebre lombari sono a tirarle giù dallo scaffale.

slippers-zara-strass

Insomma, sì, forse a me piacciono proprio. Non turchesi, magari, ma per esempio nere e con i glitter? Visto che i glitter e gli strass quest’anno (insieme alle borchie) sono uno dei trend che ci vengono proposti, posso comprarmi un paio di scarpine alla Maria Antonietta che riassumano in un colpo solo tutti i must di stagione? Per esempio mi piacciono le slippers di Zara: economiche, nere, arricchite di strass in tinta, abbastanza sobrie, Peccato non ci sia il 42, altrimenti le compravo già ieri sera.

slippers-bonprix-stampa-dalmata

Le ho trovate un po’ trash da Bonprix: quelle per favore usiamole proprio come ciabatte, e che non le veda nessuno. Diciamo che la stampa dalmata, ecco, forse a sto giro me la risparmio. Quasi quasi imparo a camminare sui tacchi, va.

Insomma: andrò in qualche negozio a provarle, perché potrebbero piacermi, soprattutto se simili a quelle di Zara: con un piccolo tacco di un paio di centimetri, nere, e non troppo ciabattose. Che ne pensate?
Voi da che parte state: slipper sì, o slipper no?

Commenti

  1. oh no! queste proprio non le posso vedere, e come dici tu su un uomo sono inguardabili! 🙂 io adoro le ballerine e odio i mocassini, anche perché mia mamma me li ha fatti mettere fino all’età in cui ho avuto potere decisionale sul mio abbigliamento (ovvero troppo troppo tardi ehehe)ma forse forse potrebbero passare come pantofoline da casa..forse 😛

  2. claudia caprara

    io che non riesco a portare le ballerine (con grande rabbia perchè mi piacciono moltissimo :-(), perchè la parte della scollatura (non so bene come si chiama lo “stondo” della tomaia) mi sega i piedi e mi fa venire le vesciche, con le slippers (e chiamiamole pantofole, che quello sono!) mi trovo benissimo perchè hanno la mascherina più alta, e quindi ho osato con un paio scamosciate verde scuro che calzano come un guanto morbido…..sono stracomode!
    e ora farò un pensierino anche alle nere di Zara, perchè invece quelle con la stampa solo sul davanti (o coroncina o simili) mi sembrano proprio quelle di briatore…..

  3. Le ultime… La faccia di un dalmata che sbadiglia.

  4. 😀 sembrano proprio le ciabatte da casa di riposo per vecchietti facoltosi, hai ragione! però quelle dalmata di Bonprix assecondano il mio lato più trash… Quasi quasi le ordino e le eleggo a “scarpe da lavoro da casa” dell’anno.

  5. anche no, dai

  6. io le ho maculate di gomma (melissa)…sono scarpe da pioggia le mie, eppure….eppure…
    le ho messe anche nella mia wish list autunnale (http://www.giuliarossanigo.com/2012/10/fallwinter-wish-list/), certa che se mai le comprassi, mio fratello (che è cultore dei tacchi trampolati, non dovendoli portare), mi chiederebbe se mi sono fatta suora…anceh se dovessi comprarmeli zebrati o glitterati
    🙂
    insomma, sono “i scarpess” friulani (quelli fatti con il copertone delle bici come suola, li avete mai visti? sono bellissimi!) resi trendy…
    però o zebrati o tinta unita….no velluto, no stemma,a ltrimenti sembrano veramente le pantofole del cattivo di 007!
    🙂

    • claudia caprara

      dai, ancora peggio del velluto sarebbero di tartan lanoso, con interno di pelo e un filino filino di zeppetta, marca superga 😉
      le zebrate secondo me hanno un loro perchè!

  7. volevo segnalarvi un post sella mia blogAmica V. che offre un’idea davvero carina per personalizzare le slippers!
    http://lifewithvale.blogspot.it/2012/10/ancora-sulle-slippers.html
    io mi sa che cedo…

  8. brrrr…mi fanno quasi accapponare la pelle. Non mi piacciono proprio per niente. E se il mio compagno si presenta con una roba del genere ai piedi lo rincorro con il mattarello, giuro!

  9. l’è ho viste al mercato sta mattina e ho pensato…certo mettersi le pantofole per stare in casa con il teschio che senso ha?

  10. Secondo me non sono male…in fondo anche le ballerine esteticamente non sono un granchè…però sono comode! 🙂 quasi quasi potrei anche comprarne un paio low cost…

Parla alla tua mente

*