In ufficio mi sento creativa, strana, talentuosa

design-e-moda-abbigliamento

Questa potrebbe anche essere la scoperta del secolo, per quanto mi riguarda. Chiedetemi che look vorrei avere se fossi magra, e io vi indicherò questo. Certo, potrei pure buttarmi su uno stile più formale e più rigoroso, come quello di Zara e di Promod, che hanno due linee che mi sono sempre piaciute e mi piaceranno sempre.

Ma io questo stile di IlFlor lo sposerei tutto, e se potessi partecipare agli eventi, a Milano, con quel fisico lì, io questo negozio lo saccheggerei. A voi sembra poi tanto strano?

Tra i saldi ho trovato dei pezzi magnifici, e mi odio per avere il fisico che ho, perché me li sarei comprati oggi. Non saprei nemmeno come definirli, di preciso. Forse un mix tra arte, design e moda. Ma del resto sono il frutto di due menti giovani e geniali, due creativi che hanno intrapreso questa carriera sfidando anche se stessi. E non a caso sono proprio due designer, che hanno portato la loro esperienza artistica e visiva nel campo della moda.

Prendete per esempio l’abito della prima foto: semplicemente geniale. In denim con la schiena completamente scoperta dietro, e la gonna a portafoglio. Ha una simmetria divina. E diciamolo: con i capelli rossi è il Paradiso. Domani mi faccio i capelli rossi.

vestito-collo-rotondo

Io poi quest’anno sono in fissa per i calzettoni messi in evidenza. Ma che vi devo dire, li trovo così sexy e così disordinati che li adoro, letteralmente ne vado pazza, soprattutto se portati con le scarpe aperte. Mi ricordano tanto certi look di Tokio o New York, con queste zeppe peep toe e i calzettoni da uomo fino al ginocchio. Stupendi, poi, se declinati con un vestitino da educanda color rosa cipria, con un colletto tondo e un’aria angelica. In lana, con la gonna a ruota, i bottoncini da bambina. Adorabile.

abbigliamento-ufficio-decadente-vintage-design

Li amo tutti: l’abito a camicia in velluto blu a costine, la camicia in seta gialla con gli inserti di velluto blu, il cappotto in lana color vino.

La chiamerei neo decadenza, o rinascimento decadente. O semplicemente moda.
Non è questo di cui parliamo?

Commenti

  1. avrei comprato al volo la gonna pinus arancione, ma non sono interessati a una cliente taglia 48… pazienza, comprerò altrove.

  2. se penso che mia mamma aveva quelle scarpe in soffitta 😛
    pero’ le ultime tre sembrano delle piccole fiammiferaie sfigate!:P

  3. come vorrei poter lavorare in un posto dove posso osare i calzettoni così…
    🙂
    il fatto è che non li oso nemmeno nel tempo libero, e di sicuro, in un ufficio di ingegneri, con clienti istituzionali, beh, il calzettone non va
    🙁

  4. Mi piace questa nuova tendenza che stai creando Barbara, commenti, spunti e idee per vestire in ufficio, ogni post me gusta sempre di più!
    Bravaaaaaa!!!
    Ciao, Sarah
    PS tra l’altro, non so se hai visto il mio commento al post dove mi chiedevi delle camicie Nara.
    Oltre a quanto scritto lì posso aggiungere che ne ho acquistate 2. Costicchiano, ma faranno un fugurone per il mio abbigliamento business 🙂 :). Mi sono fatta un bellissimo regalo di Natale in anticipo. Grazie di averne parlato 😀

    • Mi fa davvero piacere, Sarah! In queste settimane sono proprio ossessionata dall’abbigliamento da ufficio.
      Mi fa anche piacere che Nara sia stato un buon acquisto: ti invidio, se solo io avessi una taglia normale, ti seguirei a ruota!

Parla alla tua mente

*