Come scegliere il cappello giusto

come scegliere il cappello giusto

Caia in questi giorni è concentrata sui cappelli, e io faccio la mia parte. Da brava scribacchina, oggi vi racconto come scegliere il cappello giusto in base alla forma del vostro viso o alla vostra corporatura.

Io, per esempio, adoro qualunque tipo di cappello, ma bisogna che mi rassegni: il cappello non sta bene a tutti. Non tutti i cappelli, per lo meno, stanno bene a tutti.

Partiamo dagli uomini: un uomo con la barba o il volto dalla forma rotonda dovrebbe indossare cappelli larghi, che con il loro effetto ombra fanno sembrare il viso più affilato. Stessa regola vale anche per le donne, ma la barba, ecco… magari no. 😉

La stessa cupola centrale del cappello deve essere proporzionata alle dimensioni del viso. Per calcolare la dimensione perfetta, c’è anche una specie di equazione: la cupola deve essere larga quanto la distanza che intercorre dalla punta del mento fino alla metà della fronte. Se però non siete molto alte, è meglio che la cupola sia leggermente più alta del volto: questo vi farà sembrare più alte di quanto siate.

In generale, in base alle forme del viso e ai capelli:
– Viso tondo: cappelli a tesa ampia, che creano ombreggiatura sul volto;
– Viso piccolo e minuto: cappelli a tesa piccola, che mostrano tutto il viso;
– Viso quadrato: cappello alto sulla fronte, che mostra tutto il viso;
– Lineamenti marcati: cappelli fantasia o anche foulard annodati sul capo, cappelli dalla forma morbida e ondulata;
– Viso lungo: cappelli rotondi calati sulla fronte, per accorciare le proporzioni del viso;
– Capelli ricci: cappello ampio e non stretto, come ad esempio un basco;
– Capelli scuri: cappello di qualunque colore.

Serve un preciso abbinamento anche con i vestiti: il cappello non può essere indossato a casaccio, ma deve essere abbinato perfettamente, sempre che non vogliate sembrare ridicole. Per esempio sceglieremo un modello Fedora o panama, se indossiamo i jeans o i pantaloni, in un ambiente di città. Un completo gonna + giacca richiede invece un cappello più formale, con un’acconciatura raccolta. Un cappello di lana può invece adattarsi ai capelli lunghi che si intravvedono sotto la cuffia.

Scegliete anche in base alla stagione: paglia in estate; lana e feltro in inverno. Abbinando accuratamente i colori: il cappello deve essere abbinato al colore dell’abito, e non sarebbe una buona scelta mescolare stili e colori differenti. L’unico caso in cui abbinare un cappello colorato può essere quello del total blak o total white, in cui allora potete spezzare il look con un cappello non abbinato.

Parla alla tua mente

*