Pit stop disintossicante

Ragazze, come è andata la prima ondata di abbuffate festaiole?

Da queste parti i pasti sono stati davvero troppo abbondanti, i dolci a profusione e le portate eccessivamente caloriche.

Io son partita con pochi abiti in valigia e non riesco a chiudere i jeans, urge dissintossicazione riparatoria, prima della prossima full immersion!

La sociafelice aveva parlato di trucchetti per salvare la linea durante le feste, ma se qualcosa è andato storto? Che fare? Perseverare o darsi una regolata?

Non si tratta di grasso già stabilizzato, ma di gonfiore e di uno stato di appesantimento che potrebbe andar via come è arrivato o localizzarsi sui nostri punti deboli: abbattiamolo prima che sia troppo tardi!

Io condivido le mie piccole tecniche per riparare i danni natalizi prima di affrontare il capodanno (e le altre abbuffate) con un senso di rassegnazione che ci farà poi sbarcare nel nuovo anno con un paio di chili in più e una bella dose di legittimo rodimento.

Tisane, tisane a gogó. Ma anche acqua: bere, bere. Drenare, eliminare liquidi, drenare, bere, bere, drenare. Tanta acqua e tisane ad hoc, tè, orzo. Liquidi come non ci fosse un domani.

Colazioni abbondanti, ma senza lieviti. Banditi dolci lievitati, saziarsi con fette biscottate, gallette con marmellata o miele. Caffellatte o tè o orzo.

Merende a base di frutta o proteine. A metà mattina frutta o un pezzetto di formaggio o uno yogurt.

A pranzo tanta verdura (preferibilmente cruda). E una porzione piccola di proteine (carne, pesce, formaggio, legumi o uova).

A cena zuppa di verdure a volontà. Sempre per drenare, e poi riempire e riscaldare. Eventualmente con un pochino di pane tostato (dipende dalla fame).

Questo sarà il mio regime. Stop alla cioccolata (con o senza nocciole), al panpepato e alla frutta secca. Stop all’avanzo che altrimenti si butta: esiste il congelatore, grazie. E ovviamente stop all’alcool, benché io non ne abbia fatto largo consumo perché allatto.

Quattro giorni.

Magari a capodanno riesco a richiudere la cerniera del vestito che avevo in mente di indossare.

Cosa avevo in mente di indossare?

Ne parliamo domani, con idee varie e riflessioni su cosa indossare per San Silvestro!

Baci e buono sgonfiamento!

 

 

Commenti

  1. Io non potendo mangiare dolci mi sono salvata, però sai quante rinunce :-(.
    Per quanto riguarda il lievito consiglio sulla mia esperienza di usare sempre il cremor tartaro per i dolci e la pasta madre per pane e pizza, così ci si gonfia molto di meno.
    Sono sicura che presto i jeans ti andranno di nuovo bene, considera che sono un indumento che non perdona mai.
    buone feste
    fra

    • il problema di dolci e pasticci e’ che in questo periodo non sono autoprodotti, quindi non si puo’ tanto andar per il sottile.
      di certo a casa propria ci si puo’ organizzare meglio e io in genere lo faccio, anzi tra i buoni propositi del nuovo anno e’ rimettere in uso la pasta madre!

  2. Mi aggrappo letteralmente alla tua frase “Non si tratta di grasso già stabilizzato, ma di gonfiore e di uno stato di appesantimento che potrebbe andar via come è arrivato” perché pur avendo mangiato “quasi” come un monaco zen in queste feste mi ritrovo con 1,5 kg in più!! Nel senso che i miei unici sgarri sono stati in tutto tre pezzetti di torrone, mezza fettina di panettone e qualche fico secco. Ho saltato primi, cotechini e tutto il resto… mi chiedo chi me l’abbia fatto fare!! 🙁

    • io sono convinta che questo peso che ci mostra la bilancia vada via tornando ad abitudini sane, senza vere e proprie diete.
      io purtroppo invece sto arrancando perche’ sto facendo una cosa bruttissima: non mangiare tutto il giorno e strafogarmi di sera.
      purtroppo a pranzo non riesco a mettermi a tavola. 🙁

  3. Ti capisco… io posso tranquillamente saltare il pranzo ma colazione e cena sono irrinunciabili.
    Sono i momenti che mi dedico prima e dopo una giornata passata a correre da una parte all’altra. E se la mattina sono più serena e mangio bene, la sera vado sempre in cerca della coccola golosa per confortarmi di stress e arrabbiature…

Parla alla tua mente

*