#froufroufriday home edition

In diretta dalle mie lenzuola, eccomi in tutto il mio splendore.

Vi sarete accorta dell’assenza di Daily Outfit questa settimana. Diciamo che siamo in un momento di sventure croniche e recidive a livello famigliare e tra le varie cose anche io sono crollata con un bel febbrone e tosse da vecchio fumatore.

Il massimo che potevo fare è stato questo, ma non volevo lasciarvi senza #froufroufriday, alla sua seconda settimana, quindi accontentatevi, vi prometto che la settimana prossima recupererò!

Di sicuro potete sbirciare il tag #froufroufriday per scoprire tutti i dettagli e le idee carine delle partecipanti, in perfetto stile trashic!

Partecipate!

un dettaglio frou frou
un particolare insolito
un pizzico di follia
ogni venerdì!

 

Commenti

  1. mia cara, lo sai che io ho aderito con il consueto entusiasmo!
    le frivolezze le rpende sempre molto sul serio!

    rimettiti in forze!
    ci manchi!

  2. Spero che tu stia meglio il prima possibile.
    un abbraccio
    francesca

  3. Io oggi di froufrou ho solo due occhiaie che paiono damascate. Anche io salto un turno, scusate. Caia riprenditi in fretta!!! Ci manchi!!!
    È abbastanza normale il crollo degli anticorpi dopo un periodo di stress prolungato, il tuo corpo ti ha chiesto di fermarti a riposare. Chissà come tornerai carica e piena di nuove idee dopo questo piccolo stop. 😉

    • perche’ secondo te malattia significa riposo?
      significa che devo fare tutto ANCHE con la febbre (e i calzini a righe)
      mammamia

      • ma infatti io mi riferivo allo stop dei daily outfit. Il tuo corpo ti ha chiesto. Tu cosa gli hai risposto? Alla fiine, proprio in corner, la cinturina froufrou mi ha salvato. 😉

  4. rimettiti presto! ora al caldo coccole e tempo ^_^

  5. mi spiace per la febbre, rimettiti presto!
    contribuisco al frou frou friday con la mise di oggi per un evento di lavoro: cappottino di lana bianconero (il mio preferito), cardigan lungo giallo senape, vestito blu (ehm, mi sono midalizzata un po’ anch’io, complice uno scontone) e due strati di lana di rinforzo: un cardigan che poi ho tolto, e una cappa di lana nera sopra il cappotto. stivali blu con calzini termici dentro (il mio #maipiusenza di quest’inverno). Un tocco di colore con basco di maglia fucsia fatto a mano dalla zia, guanti e borsa bordeaux. Stivali blu, smalto argento, una collana afghana in argentone presa nel 2002 dalle parti di piazza Vittorio: la mia capa dell’epoca la definì “da debuttante”, ma devo dirti chi di noi due aveva il gusto più originale? Credo di no 😀

Parla alla tua mente

*