Mi posso stressare in pace?

stress, donne e traslochi

Vi capita mai di sentirvi stressate a livelli imbarazzanti? Alcuni giorni (e non parlo di sindrome premestruale) ho come una necessità di mandare a stendere qualcuno, o persino ti tirare un pugno in faccia a qualche passante.

Ma vi è mai capitato di immaginare la scena?: quella acida antipatica della collega / vicina di casa / commessa che vi dà una rispostaccia e voi immaginate l’effetto che farebbe il vostro pugno destro direttamente sul suo naso. Le si sfracellerebbe la mandibola? Resterebbe finalmente senza parole?

E quando passi tutto il pomeriggio attaccata al telefono dell’Ufficio Scuola del tuo quartiere, e ti si impoltiglia il cervello con: the operator is busy at the moment, please hold on, thank you – l’operatore è al momento occupato, vi preghiamo di attendere in linea, grazie. Ma grazie a sto piffero!

E quando sei in coda al supermercato e c’è la solita vecchietta (secondo me è sempre la stessa: fa le comparsate) che ti chiede: posso passare che ho solo questo? No che non puoi passare, perché sei in pensione e dove cavolo di un cavolaccio dovrai mai andare così di corsa? Stai brava che se corri ti si rompe il femore!

No, dai, non sono così nervosa. E’ solo il trasloco. Dicono che il trasloco sia uno degli eventi più stressanti della vita. Ma no, io non ci credo: sono troppo rilassata per credere a una sciocchezza simile.

Sono così rilassata che mi sta venendo un tic alla palpebra: vado in giro a fare l’occhiolino per strada. Mi siedo sulla sedia e la chiappa mi rimbalza in preda a scatti nervosi. Ho il collo contratto come se avessi una scopa infilata nel didietro.

Mi basterebbe solo incontrare per strada un maleducato che getta una cartaccia per terra: avrei la scusa per estrarre dal fodero la mia colite ulcerosa.  L’altra sera un’auto è passata in contromano nella nostra via: mi ci sono parata davanti e mi sentivo che avrei potuto spostarla e farla ruotare su se stessa semplicemente sollevandola con una mano. L’autista deve averlo capito perché ha fatto immediatamente dietro front.

Insomma: che deve fare una persona per godersi in pace il suo nervosismo? Mi posso stressare in pace senza dover fare la fila dal dottore, o senza rispondere alle email, o senza più pensare a niente che non sia assolutamente futile?

Date alle donne il modo di stressarsi. Altrimenti son guai.
Voi in questo momento a chi vorreste tirare il vostro cazzotto virtuale?

Commenti

  1. lasciamo perdere, stamani mi sono svegliata con il piccolo malato, una riunione importantissima al lavoro, la grande da portare all’asilo prima perché vanno in piscina (con tutto l’ambaradan da stipare nello zaino), il marito che non può darmi una mano “perché ha una riunione importantissima al lavoro” (ce l’avevo anch’io!???? Nooo ma la mia dev’essere MENO importante per forza) e l’allerta meteo neve che minaccia bufera e io sono senza catene e figuriamoci le gomme da neve.
    Arrivo al lavoro e il riscaldamento è rotto.

  2. As usual: al mio capo.
    Ida è a rischio varicella perchè la sua amichetta del cuore pare ce l’abbia e io so già ora che se mancherò più di un giorno rischio il licenziamento o come minimo l’ennesimo cazziatone perchè oso aver bisogno di occuparmi di mia figlia (no, nonni fuori gioco o per lontananza o perchè non hanno mai fatto la varicella…la guerra sì ma la varicella no).
    Ecco, io ho il nervoso preventivo. Vale?

  3. Ah, beh, a parlar con me di stress sfondi un open space. Gli unici giorni in cui sono stata bene è stato quando, per eccesso di stress, mi sono riempita la bocca e la lingua di pustole (troppi vaffa ingoiati?) e il dottore mi ha imposto il cortisone. FIlavo che sembravo unta, 3 giorni in cui mi sentivo una mosca, vedevo il resto del mondo andare al rallentatore, le mie giornate mi sembravano formate da almeno 40 ore, non sentivo la stanchezza, nn servivo il nervoso. Mi sentivo Jim Morrison, credo di essere arrivata a sfondare le porte delle percezione. Peccato che è finito e adesso sono lo straccio di prima.

    O.T. ma non tanto: non kickboxing, quando sei stressata ti carica di più. Yoga.
    Io li ho fatti tutte e due.

  4. Il cazzotto nel naso va a chi ha deciso di dire venerdi scorso.” telefonate alla famiglia del piccolo fregnan e ditegli, cosi’, due giorni prima si e no, che l’operazione non si fa piu’…abbiamo dei problemucci in sala operatoria…le faremo sapere…” eh erano solo mesi che ci preparavamo psicologicamente. ma vai a caga va…

  5. il mio ultimo attacco di rodimento stressatorio mi ha portato…una borsa…
    🙂
    beh, sempre meglio delle crisi respiratorie delle volte precedenti…diciamo che faccio progressi
    🙁
    sai quante volte vorrei vivere in un meraviglioso mondo parallelo nel quale ti alzi nelle riunioni e dici “queste sono un cumulo di cazzate!” oppure sogno di alzarmi e andarmene “mi state facendo perdere tempo”

    per me la corsa, lo sport in generale, è un valido aiuto contro lo stress..io poi sono un’introversa, tengo tutto dentro, sorrido al mondo e somatizzo…dermatiti, gastriti, crisi di affanno…tutte mie!!!

    beh, meglio una borsa….

  6. sai che io ne stavo parlando anche oggi e lo ripeto da ormai tempo? ho trovato un rimedio follemente semplice allo stress…faccio senza aspettarmi più nulla indietro che sembra ridicolo e cretino, ma tolta l’aspettativa io sto bene
    vivo bene

    voi cosa ne pensate ? -_- ho detto una cavolata ditemelo

Parla alla tua mente

*