Sanremo 2013: Prima serata

ariston

Ci siamo, pronte ai blocchi di partenza: scorte di alcolici e caffeina, schifezze varie (oggi ho saccheggiato la panetteria, penso abbiano chiuso in anticipo), tanta voglia di scaldare le dita per parlare anche di questa edizione del Festival di Sanremo.

In questa prima serata del Festival ascolteremo i primi 7 artisti big in gara. Questo l’ordine d’uscita: Marco Mengoni, Raphael Gualazzi, Daniele Silvestri, Simona Molinari con Peter Cincotti, Marta sui Tubi, Maria Nazionale, Chiara Galiazzo.

La novità di quest’anno: ogni artista in gara si presenta con ben due canzoni inedite. Nella prima esibizione verrà scelta una sola delle due canzoni, la quale resterà in gara fino alla finalissima di sabato. Le canzoni della finale saranno scelte al 50% con il televoto e tramite il voto della Giuria della Stampa del Festival.

I brani verranno annunciati da ospiti ‘proclamatori’: il tanto atteso Maurizio Crozza, Toto Cutugno con 40 soldati e tre generali dell’Armata Rossa e Felix Baumgartner, ormai celebre per essere il primo uomo ad aver superato la barriera del suono in caduta libera. La serata sarà dedicata a Lucio Dalla, scomparso l’anno scorso proprio dopo il festival, attraverso le parole del suo compagno Marco Alemanno: la stampa è in attesa di capire se ci sarà outing o no. Nel corso della prima serata verranno anche introdotti gli 8 cantanti della sezione GIOVANI.
mamme-a-sanremo
Nel primo pomeriggio Jolanda e Veronica sono partite alla volta di Sanremo e hanno già portato a casa un tot di interviste: il Mago Otelma, le sorelle Parodi. Alle 17 entravano all’Ariston in cerca dei loro pass per accedere alla sala stampa. Ce l’avranno fatta? Pare di sì!

mamme-a-sanremo

Intanto vi ricordo le cose tecniche: se volete partecipare potete farlo in molti modi. Per esempio entrando a far parte della giuria delle mamme o diventando media partner dell’iniziativa. Partner di questa edizione sono anche OVS KIDS e Mustela, che hanno permesso a Jolanda e Veronica di recarsi all’Ariston per far divertire noi con le loro follie. Leggeremo di loro, e scriveremo tutte sotto l’hashtag #mammeasanremo (vale anche se siete Erode e odiate i bambini: vi capiremmo).

Prima serata Festival di Sanremo 2013

Eccoci! Facciamo l’appello: sono le 20.35. Chi c’è su RaiUno con noi? Seguiteci su questo post: lo aggiorneremo in diretta mentre guardiamo il Festival in TV!

Ore 20.41: Mentre mia figlia lotta con il bidet e il lavaggio denti contro nonna e zia che stasera fanno le babysitter (Dafne 1 – Parentado 0), io sono piazzata in camera con la TV sulla scrivania, e i viveri nascosti nell’armadio. Giusto il tempo di stappare una bottiglia per gustarmi l’anteprima di Sanremo. Già si intravede Pippo Baudo che parla del compianto Mike Bongiorno e delle iniziative benefiche fiorite a suo nome. Bottiglia, arrivooo!

Ore 20.47: Parte la sigla dell’Eurovisione! Io a questo punto ogni anno sono sempre emozionata. Poi dopo mezzora mi passa, eh, ma adesso: che emozione, si comincia!

Ore 20.48: Fazio fa un monologo: è emozionato. Sanremo è una trasmissione popolare, e questo termine non è da disprezzare (come sono d’accordo! viva il mainstream!). Anche Giuseppe Verdi era popolare! Ed ecco che si comincia con questo simbolo italiano. Lo immaginavamo: questo sarà un Festival molto ‘culturale’. Speriamo che ci sia anche qualcosa di trash, però!
(Comunque siamo capitate nel mezzo del Festival più culturale degli ultimi 20 anni. Checculo!)

mamme-a-sanremo-TV

Ore 20.55: Luciana Litizzetto arriva su una zucca, come una vera Principessa. Ha persino lunghi guanti neri come la Hepburn. Ci piace? Intanto lei arriva sulle note di Cenerentola.
(Ma un orlo a sto vestito, no? Stupendo veramente… ma se lo tira fin sopra alle ascelle per camminare!)
Luciana legge una letterina a San Remo: la politica – a quanto pare – non mancherà, seppur sottilmente. E già si sdraia… non ce la potemo fà! 😉

Ore 21.04: Luciana si slaccia la gonna del vestito e resta con un LBD carinissimo, tutto tempestato di brillanti. Ora è più lei, perché come dice: Si è già rotta i maroni!

Ore 21.11: Luciana Litizzetto presenta il primo cantante in gara: Marco Mengoni. Ha un completo blu bellissimo, magrerrimo (che je possino). Canta L’ESSENZIALE.

Succede anche a noi / di far la guerra e ambire poi alla / pace / e nel silenzio mio / annullo ogni tuo singolo dolore.
Per apprezzare quello che /non ho saputo scegliere.

Che ne pensate voi? Non era un po’ moscia sta canzone? Pure corta, mi pareva… Ma ora canta la seconda canzone: come detto, ogni cantante si presenta con due canzoni, ma solo una arriverà in finale, ovvero la preferita dal televoto e dalla sala stampa. Canta BELLISSIMO.

Ehi, mi senti in sogno, sono qui
Abbiamo fatto il mondo e adesso il mondo se ne va

Ore 21.23: Arriva Marco Alemanno a parlare di Lucio Dalla. Annuncia che la canzone in gara di Marco Mengoni è L’essenziale, ovvero la prima canzone cantata.
Comunque diciamolo: nessun outing davvero manifesto. Che fossero morosi non l’hanno mica detto.

Ore 21.26: Entra il prossimo cantante: Raphael Gualazzi. Canta SENZA RITEGNO. Ma LOL.
La prima canzone è, boh. Sarà stitico?

Qui non si tratta di una libera denigrazione
ma di rendersi partecipi di ogni ragione
per vivere, ridere, decidere e sognare
e mi ricordo quella volta che volevo volare

La seconda canzone, proviamoci Sam. Adesso canta: SAI, CI BASTA UN SOGNO. Dai, secondo me questa è sanremese doc. Comunque si conferma il più grande urlatore: avrà preso il biochetasi?

Se solo avessi potuto cambiare il mondo
all’improvviso avrei asciugato le nubi in lacrime
per la tua gioia
avrei sfondato le porte ipocrite di
un paradiso avrei toccato quell’anima
che vive dentro te

Ore 21.38: Ilaria D’Amico entra per annunciare la canzone vincitrice di Raphael. Vince con:   SAI, CI BASTA UN SOGNO

Ore 21.42: Luciana scende la scala dell’Ariston. Arriva anche Felix Baumgartner, primo e unico uomo che ha superato il muro del suono. Adesso sta a Sanremo. Poi uno dice che la gente si droga.
Comunque la Litizzetto con queste scarpe da Manga tacco 12mila è leggiadra come me se indosso un paio di collant velatissimi taglia seconda.

Ore 21.50: Entra Daniele Silvestri e canta A BOCCA CHIUSA

io oggi canto in mezzo all’altra gente
perché ce credo o forse per decenza
che partecipazione certo è libertà
ma è pure resistenza

Dietro Silvestri un interprete della lingua dei segni. Bello, ci piace. Peccato che io subito non lo abbia capito: pensavo fosse un direttore d’orchestra pazzo. Aehm.
Adesso canta IL BISOGNO DI TE.

Io divido con te
ogni singola idea
quando chiami io corro da te
che nemmeno Mennea

Passa la prima.

Ore 22.06:  Cantano Simona Molinari e Peter Cincotti: DR JECKILL E MR HYDE. Scusatemi, questi mi fanno paurissima. Lei muove il collo che sembra di assistere a un documentario di SKY sul Beri-Beri.
La seconda canzone: LA FELICITA’, che passa il turno. Potrebbe tentarmi il titolo, ma sta coppia nun me sconfinfera. Ho paura.

Ore 22.23: Crozza arriva sul palco vestito da Berlusconi, e canta Formidable. Speriamo che recuperi la serata, perché ci stiamo addormentando. Crozza contestatissimo: ecco cosa succede a fare satira sempre e solo su Berlusconi. Chenoiachebarba, ragazzi! Che momento straziante. Un imbarazzo totale. Mi sto vergognando per lui. Momento bassissimo. Domani lo massacreranno #epicfail. Finisce alle 23.02 con un’ovazione: probabilmetne anche in sala non ce al facevano più. Noi in generale ci siamo sfrantumate i maroni.

Annotazione: Questo Festival di Fazio è davvero TROPPO serio. Dateci un po’ di trash: stiamo soffrendo la cultura.

Ore 23.09: Cantano i Marta sui tubi. Grande aspettativa, vediamo che succede. Cantano la prima canzone: DISPARI. Cioè, carini, eh. Solo che cantano cose che non si capiscono, tipo: ciupiciupiciu bidibodibu. Ciao.
La seconda canzone si chiama VORREI. Vorrei un traduttore, ecco. Però mi piacciono assai!

Chiedo perdono ai punti cardinali dello stare al mondo per non averli riconosciuti
Chiedo perdono a ognuna delle lacrime che non ho bevuto
E io vorrei, e io vorrei
Vorrei prenderti le mani e berci dentro
E tuffarmi nella tua purezza
Solo se lo vuoi tu
Chiedo perdono alla pastorizia perché con la mia condotta ho umiliato la reputazione
Della pecora nera
Chiedo perdono alle stalle che meritano sempre di ospitarmi ma che evito di
Frequentare troppo spesso

 Ore 23.25: Arriva la ‘famosa’ coppia gay che parla del suo matrimonio. Ragazzi, noi siamo con voi. Che altro c’è da dire? E’ una vergogna essere ancora qui a parlarne.

Ore 23.32: Canta Maria Nazionale. E mi assale quella strana malinconia per Gigi d’Alessio. Prometto che non lo prenderò più in giro, basta che me lo riportate a Sanremo.

Ore 23.46: Tra poco arriva il turno di Chiara Galiazzo, ex vincitrice di X-Factor. Anche in questo caso grandi aspettative. Vediamo come se la cava!

Ma intanto godiamoci Toto Cutugno, il mitico. Evvaiiiii!
Lasciatemi cantaaaareeeee 

Ore 00.12: Arriva Chiara, vestita malissimo Speriamo nella musica, va là. Cavolo, che voce…

Trackbacks

  1. […] il riassunto della prima serata del Festival di Sanremo 2013… secondo noi. Cosa salvate e cosa invece buttate dalla […]

  2. […] commenti al post: Sanremo prima serata su […]

Parla alla tua mente

*