Sanremo 2013: Quarta serata

ariston

Il sonno mi assale, ma dopo la bella serata di ieri voglio resistere, anche in previsione del programma ‘amarcord’ di stasera. Infatti stasera non c’è la gara dei big, ma una serie di duetti in cui i cantanti faranno riascoltare le canzoni più belle della musica sanremese (o le più nazionalopolari, a seconda dei gusti).

Questa è di norma la serata più divertente del Festival, se non avete la puzzetta sotto il naso e se vivete in un posto abbastanza isolato: infatti è la serata del Festival in cui ci si può scatenare e organizzare la seratona a cantare davanti alla TV senza ritegno. Chi legge Trashic non penso abbia ritegno, quindi siete nel posto giusto.

La Sanremo story:
– Almamegretta : Il ragazzo della via Gluck
– Annalisa Scarrone: Per Elisa
– Chiara Galiazzo: Almeno tu nell’universo
– Daniele Silvestri: Piazza grande
– Elio e le storie tese: Un bacio piccolissimo
– Malika Ayane: Cosa hai messo nel caffè
– Marco Mengoni: Ciao amore ciao
– Maria Nazionale: Perdere l’amore
– Marta sui Tubi: Nessuno
– Max Gazzè: Ma che freddo fa
– Modà: Io che non vivo
– Raphael Gualazzi: Luce (tramonti a nord est)
– Simona Molinari con Peter Cincotti: Tua
– Simone Cristicchi: Canzone per te

Io ho già in mente di sfogarmi tantissimo con Almeno tu nell’universo e Perdere l’amore. E voi?

Alla fine della serata riascolteremo anche i 4 giovani arrivati in finale, e sapremo quale di questi si aggiudica la vincita di Sanremo giovani:
– Antonio Maggio: Mi servirebbe sapere
– Blastema: Dietro l’intima ragione
– Ilaria Porceddu: In equilibrio
– Renzo Rubino: Il postino (amami uomo)

Noi continuamo a seguire anche l’hasthtag #mammeasanremo, che sta vivendo grazie a Jolanda e Veronica, presenti nella sala stampa Ariston, e agli sponsor di quest’anno:OVS KIDS e Mustela.

Sanremo 2013: Quarta serata

Io avrei bisogno almeno di 4 ore di sonno. Aiutatemi.

Luciana Litizzetto entra con un gran vestito. Ero già emozionata. Poi scopro che era il vestito del 52 di Nilla Pizzi. Ciao.

Ore 20.57: Malika Ayane canta Cosa hai messo nel caffè, e indossa un altro bellissimo abito nero. Ha fatto un ballettino legnosissimo che sembrava la pubblicità del Leroy Merlin. L’ho detto.

Ore 21.03: Daniele Silvestri: Piazza grande. Son tutte con l’ormone impazzito, io boh… ne prendo atto, eh?

Ore 21.23: Emma accompagna Annalisa sul palco, e insieme cantano Per Elisa. Un po’ truzze, look completamente sbagliato. Però che grinta.

Ore 21.30: Marta sui Tubi canta Nessuno con Antonella Ruggiero. Cantata benissimo, ma del resto lei è una garanzia.

Ore 21.46: Raphael Gualazzi canta una versione dark / jazz / blues del brano di Elisa: Luce (tramonti a nord est). Arrangiamento furioso, geniale, ma non è la stessa canzone. E’ un po’ troppo.

Ore 21.53: i Modà cantano Io che non vivo. Non pervenuto.

Ore 21.58: Simone Cristicchi canta Canzone per te. Questo ragazzo sa proprio vivere delicatamente.

Ore 22.12: Simona Molinari con Peter Cincotti cantano Tua. Io il vestito della Molinari non lo commento, scusatemi.

Ore 22.18: Maria Nazionale canta Perdere l’amore. Ma che vestito stupendo!

Ore 22.26: Marco Mengoni: Ciao amore ciao. Allucinato e spiritato come sempre, una conferma insomma.

Ore 22.43: Elio e le storie tese: Un bacio piccolissimo. Cantano insieme a Rocco Siffredi. Non direi altro.

Ore 22.52: Max Gazzè: Ma che freddo fa. Con giacca smoking a coda, rossa e nera, papillon verde, piume gialle e blu dietro la schiena. Il circo.

Ore 23.17: Chiara Galiazzo: Almeno tu nell’universo. E finalmente un gran vestito! Ma vieni!

Ore 23.25: Almamegretta : Il ragazzo della via Gluck. Ma il cantante non c’è perché rispetta lo Shabbat. Molto rap, la canzone. Cit: Lasciamo crescere l’Erba!

Giovani

Vincitore giovani:  Antonio Maggio: Mi servirebbe sapere
Premio Mia Martini:  Renzo Rubino: Il postino (amami uomo)

Commenti

  1. e va be’ jel’amo fatta pure stasera
    va be’ alla fine son contenta per il conterraneo.
    solo che il pianto m’e’ sembrato un po’ forzato.

  2. note ragazze, ci vediamo domani per l’ultima sera grazieaddio

  3. Notte care, m’è venuta fame. Mi strafogo di mars, a demain!

  4. Notte….a domani….

  5. caia coraggio, parliamone quando vuoi.
    a m’è m’ha detto culo, le mie hanno sempre dormito (la piccola pure troppo, all’inizio si stava lasciando morire di fame).
    però stanotte non dormirò nemmeno io, la duenne ha ancora la febbre a 40.4 nonostante nurofen e tachi alternate ogni 4 ore.

Parla alla tua mente

*