Bellezza fast

gesti-di-bellezza-fast

Quando abitavo nell’altra casa avevo il cesto della biancheria proprio davanti al water, quindi ogni volta che mi sedevo sfruttavo l’occasione per dividere i bianchi dai colorati, per poi fare qualche lavatrice. Ma adesso che vivo in questa nuova casa, vicino al gabinetto ho il mobile del bagno, e allora ho capito tutto della vita: posso sfruttare quei due minuti di pace e intimità per prendermi cura di me con qualche veloce gesto di bellezza.

Si tratta di piccolissime coccole quotidiane, magari anche piuttosto ridicole, ma c’è forse per una madre un posto più rincuorante del gabinetto, in cui rinchiudersi due minuti in santa pace? So che tra voi ci sono delle talebane del gabinetto: madri sconsiderate che lasciano aperta la porta del bagno. Non io. E vi invito a trovare la chiave del vostro bagno e a rinchiudervi lì dentro almeno due minuti al giorno, perché lo meritate!

Ecco come potete impiegare quei due minuti per veloci gesti di bellezza:

– Passare la crema sui gomiti: Una cosa che non faccio mai è prendermi cura dei miei gomiti, che sono proprio a pezzi. Da quando ho adottato questa strategia, invece, non manco mai di mettermi un po’ di crema fluida sui gomiti, passandola velocemente. Mi occorrono pochi secondi, non devo massaggiare troppo e di giorno in giorno sto vedendo i primi risultati. Potete fare la stessa cosa anche con le ginocchia, per esempio;

– Limarsi le unghie: Senza più arrivare alla fine della settimana con le unghie a pezzi e lo smalto rovinato, ecco come rendere utile questi due minuti di attesa. Invece di concentrarsi troppo o leggere sempre la rubrica della Boralevi su Donna Moderna (era un classico, per me), tanto vale sistemarsi le unghie e mettersi un po’ di crema sulle mani;

– Prendersi cura del contorno occhi: Se non siete truccate e quindi potete usare la crema sul viso anche di giorno, ecco un altro bel gesto: mettersi un goccio di crema per il contorno occhi. Così facciamo un lifting giornaliero alle rughe di espressione, e senza perder tempo.

Gesti che dovremmo fare quotidianamente, ma che poi non facciamo mai. Perché, anche se richiedono solo due minuti, siamo troppo pigre per farli con costanza. E se allora iniziassimo a trovare quei due minuti proprio nell’unico momento della giornata in cui ci è impossibile essere in due luoghi contemporaneamente? 😉
E’ facile: basta tenere le creme e la limetta per unghie proprio vicino al wc, e usarle ogni giorno: i risultati si vedono.

Dai, confessiamoci: voi come passate questi due minuti ‘sacri’?

Commenti

  1. Credo di non aver mai messo la crema sui gomiti in vita mia. Ad essere sincera non so nemmeno dove siano collocati con precisione, questi gomiti.
    Io leggo vanity fair e loro lo sanno, che la donna media li legge in bagno. A cosa credete che servano i tempi di lettura indicati in fondo agli articoli (da dimezzare tra l’altro)?

  2. Dunque ho letto il tuo post, mi è capitato di andare in bagno e vedere il mio cesto ancora posizionato davanti al water. Ho cambiato posto. L’altro step sarebbe la crema per il contorno occhi, quando lo capirò sarà troppo tardi!

  3. mammamaestra

    Sinceramente io mi riposo… penso che riuscirei anche ad addormentarmi!!! Però mi è capitato anche di correggere verifiche… opterò per la crema, mi piace come idea.
    Grazie

  4. Due minuti in bagno da sola? Per me sono un miraggio… Mia figlia non può sopportare l’idea che io sia chiusa in un luogo a lei inaccessibile, scatta subito la sindrome da abbandono. L’intimità in bagno tra le 8 del mattino e le 9.30 di sera per me non esiste!
    Gesti a cui non posso rinunciare quando entro in bagno:
    1) Una goccia di collirio rinfrescante all’acido ialuronico per gli occhi, che sono sempre molto secchi
    2) Una passata di burrocacao sulle labbra (anch’esse sempre secchissime)
    3) Applico un filo di crema per le mani (sempre secche, che ve lo dico affà?)
    4) Se ho più di un minuto, mi tampono le palpebre e il contorno occhi con un batuffolo imbevuto di acqua di rose
    Naturalmente mia figlia mi vede e mi vuolwe imitare in tutto. In particolare, adora il burrocacao e l’acqua di rose… Visto il suo spirito di emulazione, meno male che mi trucco in ufficio e appena arrivo a casa mi strucco!

  5. Incredibile l’abilità nello sfruttare ogni briciola di tempo!!

  6. navigo con ipad
    sfoglio glamour o simili (perfetto per il bagno: articoli brevi e per lo più figure)
    ma in genere ci sto poco perchè mi rompo….
    ultimamente ho portaot in bagno un libro noioso sperando di riuscire a leggerne almeno una pagina al giorno….niente…nemmeno lì!

  7. Per me sono immancabili crema per le mani, burrocacao, un colpo di pettine…
    Di solito le mie brevi incursioni in bagno servono anche a raccattare da terra oggetti sparsi: perlopiù giochi del cane (sassi, palline) e giochi del bambino (idem). Guardo sconsolata mascara e lucidalabbra comprati e mai usati, controllo la scadenza dei farmaci. La limetta prima la usavo nelle pause-toilette, poi è finita non so come nel salvadanaio di mio figlio.

  8. per fortuna riesco sempre a ritagliarmi un po’ di tempo per me. Ma quando sono chiusa in bagno, di solito navigo col cellulare o leggo i volantini del super 😛

  9. Difficilmente riesco a stare da sola in bagno…cmq quando ci riesco leggo i volantini delle offerte dei vari super…Ma la mattina sono la prima ad uscire di casa mentre gli altri dormono e ho il tempo per farmi due coccole, crema sui gomiti, qualche pelletto da estirpare, cera veloce, trucco e vestizione….però crema mani, smalto e limatura obbligatoriamente a lavoro, alle 7 ancora non c’è nessuno!!

  10. Io haho 2.0 e mi ci porto il notebook, lasciato rigorosamente in bilico sulla vasca da bagno con lo schermo che guarda un pò il soffitto, hai visto mai che mi parte una videochiamata skype.
    Tutto questo in religioso casino “mammaaaaaa”. “Mammaaaaa”.
    Ed io che esco incazzata come un bue, e litigo col marito che ovviamente non sa distrarre un dueenne rompiscatole.
    E sò bei momenti.
    Vado a comprarmi una crema per i gomiti.

  11. Io come te ho il cestino della biancheria. Però sopra ci tengo la stufetta. Me la accendo, me la metto accanto e mi godo un po’ di caldo. Due minuti sacri…di caldo, e basta.
    E comunque tu donna, mi fai morire. 😀

  12. Fino a un pò di tempo fa ne approfittavo per…fare telefonate!!! 😉
    Invece da ragazzina, siccome ero più lenta (!!!) ed avevo il mobile con i prodotti davanti…facevo “quella delle pubblicità”…e vai…

  13. Io in quell’attimo non faccio nulla, troppo pochi secondi…sono velocissima.

  14. Io spengo il cervello e guardo nel vuoto.

Parla alla tua mente

*