Una sposa gotica

A casa mia si è cominciato a parlare di matrimonio.

Ebbene sì. Dopo 7-quasi-8 anni di convivenza e due figlie, ci sposiamo. Per quale ragione? Beh, per allegria naturalmente. E poi che gioia, andare “all’altare” (anche se non ci sarà nessun altare) accompagnata dalle mie due damigelle speciali, le mie figlie: per questo mi sposerò probabilmente a giugno 2014, quando anche la piccola potrà seguirmi con le sue gambe.
Come ogni ragazza che si rispetti, alla parola matrimonio che cosa ho pensato io?
Tutte in coro: al vestito!

Non mi sposo in chiesa, non sono più giovanissima, non amo le meringhe, anzi, quelle gelato le amo anche troppo, altra ragione per cui non vorrei un vestito tradizionale. Insomma #alladisperataricercadelmiostile per #ilgiornopiubello.

Ora, chi mi conosce lo sa, io penso per fotogrammi di film. Che film mi è venuto in mente alla parola matrimonio? La sposa cadavere.
Si parlava giusto di allegria, no?

Comunque è adatto, una sposa gotica, quindi in qualche modo rock, come me, che nella ricerca del mio stile vago sempre da qualche parte tra il vintage, il rock e l’estroso con tocchi classici (che io sia un po’ confusa riguardo al mio stile?). Poi, se sarà possibile, mi sposerò in una chiesa sconsacrata, del 1300, che ora è un teatro, dove tra l’altro ho lavorato per qualche anno.

L’avete visto voi questo splendido film? Ne ha già parlato Lucia, qui su trashic, quindi non mi dilungherò sulla trama.
Io amo molto questo film, come d’altra parte amo tutti quelli di Tim Burton (date un’occhiata alla sua galleria nel link qui a fianco, non lo trovate straordinario anche come artista?). C’è chi li trova macabri, io invece li trovo teneri e divertenti, oltre che molto poetici.

Quando ero incinta della prima figlia è uscito Alice in Wonderland. Avevo già deciso di chiamarla Alice, proprio per l’amore che ho per questo personaggio, fin da bambina, ma il film ha rafforzato la mia convinzione.
Mentre ero incinta della seconda ho visto Dark Shadows. Quando è nata, Dalia aveva delle ditine lunghe lunghe con le unghiette lunghe lunghe. Si è guadagnata immediatamente il soprannome di Barnabas (magari lei avrebbe preferito Angelique).
L’anno scorso il mio compagno è arrivato a casa annunciandomi: Tim Burton sta facendo un altro film. Gli ho tirato un piatto.

Ma basta divagare.
Ecco il look che ho pensato, ispirandomi alla dolce Emily.

 


Uno spezzato: gonna lunga dietro e più corta davanti e corpetto decisamente grintoso. Questo è in coccodrillo (in tema col cadavere quindi). Niente velo, un coprispalle impalpabile, ma che copre quel giusto da non dover per forza esibire braccia magari non tonicissime (ma ci sto lavorando eh!).
Una coroncina di fiori in testa, sui capelli sciolti, e un piccolo bouquet in mano.
Scarpe, come dire, all’altezza della situazione, e fantasticamente glitterate. Per fortuna Lui è alto e io non tanto, quindi posso osare senza rischiare l’effetto Tomcruise.
Un bel diamantone perché sto sognando, e i sogni sono gratis.
Ma anche un teschietto, che mica voglio essere troppo romantica, ho la mia reputazione da dura da mantenere.
Gli orecchini sono un omaggio al poeticissimo finale del film. E poi io amo le farfalle.

 

Come mi vedete?

P.s. Ma a voi la foto di apertura non ha fatto venire in mente un’altra futura sposa anche lei con una bella paccata di damigelle e paggetti?
Soluzione: guardate qui (disclaimer: attenzione, contenuto ad alto tasso di ilarità).

 

foto credits: screenshots da La sposa cadavere (Corpse Bride), regia di Tim Burton e Mike Johnson (2005).

Per questo set: Alexander Wang leather shirt, €845 / Philosophy di Alberta Ferretti , €155 / Maxi skirt, €31 / White heels, €25 / Georg Jensen wedding bridal jewelry, €2.075 / Butterfly jewelry, €840 / Alexander McQueen , €255 / Rose brooch / Bridal flower hair accessory, €52

Commenti

  1. Anzitutto congratulazioni Siro per il grande passo! Anche se probabilmente per una coppia con due figlie si tratta più di un suggello al’unione che dell’inizio di una nuova vita in due come è stato per me, per ogni donna (e anche per ogni uomo, via) il giorno del matrimonio è un momento unico ed emozionante.
    Venendo quindi alle cose serie, ossia il vestito, io sospendo il giudizio. Forse perchè il mio stile è molto diverso, non saprei proprio esprimermi. Di una cosa però sono sicura: teschio o non teschio, gotico o non gotico, sarai una sposa bellissima e raggiante!

    • Errata corrige: “all’unione”….

      • Ma no! Non sospendere il giudizio, è un gioco!!! Di’ di’.
        Sarà un momento sicuramente emozionante, anche se per uno dei due non sarà il primo ;-). Io credo che la più emozionata sarà Alice, che avrà quattro anni l’anno prossimo, e quindi spero avrà memoria della cosa.
        Bellissima e raggiante… Se tu mi vedessi stamattina… Ma suvvia, ho più di un anno per lavorarci!

  2. Auguri per il grande passo! unico appunto: visto che hai scelto il mese di giugno io ci vedrei bene un bel saldalo più che delle scarpe chiuse. Ci sono certi sandali gioeiello davvero belli!

    • Hai ragione, anche se il bon ton suggerirebbe di usare comunque scarpe chiuse. Ma non credo che comunque tutto l’insieme sia poi così bon ton. 😉
      Questa scarpa è a tono con l’insieme però, concorderai… È anche un po’ sposa di frankenstein.

  3. congratulazioni!!!!
    il giorno del matrimonio è il giorno della sposa (avverti il futuro marito, il suo ruolo sarà assolutamente marginale, se ne faccia fin d’ora una ragione… 🙂 ) quindi ben venga qualunque cosa tu voglia fare, mettere…
    mi piace tutto, la coroncina io non ho avuto il coraggio (così come il velo, il mio era corto, americano, e me ne sono pentita….oggi lo farei lungo ed esagerato), il vestito morbido, anche i tocchi gotici.
    non mi piacciono :
    i teschi (ma IO li odio in ogni loro forma)
    quel tipo di scarpe (ma glitter forever!!!)
    unico consiglio per i tacchi alti: ricordati che ci devi stare TU tutto il giorno, quindi che le scarpe siano super extra comode e se opti per avere il cambio, che sia la versione bassa della scarpa alta (glitter basso).
    niente di peggio di vederci crollare dai tacchi e finire scalze o con le scarpe da ginnastica
    😉

    AUGURIIIIIIII

  4. p.s. per i vestiti te li devi provare (ed è divertente, perchè lì puoi davvero dar fondo al tuo trash e alla tua curiosità…io quelli a meringa li ho provati, “per vedere l’effetto che fa”)..
    io ero partita che lo volevo ASSOLUTAMENTE a sottoveste, morbido…e i primi li ho provati solo così (prima di capire che potevo anche giocare quando ero lì) e sembravo o in camicia da notte, o un’invitata qualunque, oppure il fantasma della contessa assassinata…
    quando l’ho capito ho trovato il mio (devo ancora metterti la foto su instagram, hai ragione!)

    • Non ti preoccupare cara, ne proverò TANTI li proverò TUTTI, e tu li vedrai.
      Tu e Caia sarete le mie personal trashopper per il mio vestito da sposa, vero?
      La coroncina mi piace un sacco. Il velo non me lo vedo, anche perché se non mi sposo in teatro mi sposo in comune (o al massimo in bliblioteca, non scherzo, da ques’anno si può, è un exconvento camaldolese con sale affrescate molto belle), e il velo non mi piace in quel contesto.
      E poi sto pensando quasi quasi di vedere per un vestito da cocktail, magari firmato, che sarà un ottimo vintage per le mie figlie (ottima giustificazione più che altro).
      Per le scarpe magari faccio un cambio (così posso comprarmene due) magari un bel tacco per la cerimonia e una chanel bassa per il dopo?

      • si si!
        assolutamente!!! se vuoi il supertacco ricorda che ci devi stare sopra tu e se vorrai cambiare scarpe sarà un peccato non averle in tono con il vestito…
        e poi le scarpe da sposa sono una cosa che puoi comunque riutilizzare….

        bella l’idea del vestito da cocktail…..io se dovessi (ri)sposarmi ora (che ho oltre 40 anni e in abito lungo sarei poco “in parte”) guarderei a qualcosa tipo il vestito con il quale si sposa carrie in sex & the city il film (non quella roba inguardabile di vivienne westwwod, che era bello, ma per fare le foto su vogue, non per sposarcisi davvero)

        vabbè, ma hai tantissimo tempo e vedrai che provarli sarà divertente! io a volte penso che ci vorrei tornare ora! anche per provare cose assolutamente ridicole o assurde (potrei raccontarti del vestito con applicati dei frutti nella scollatura, tipo carmen miranda che – giuro – la ragazza di un negozio pure famoso giurava che sembrava fatto per me!)

  5. Hai anticipato di un anno o ti è scappato un 2013? 🙂
    Lo stile mi piace un sacco, forse per il top io sceglierei qualcosa di più coprente ma solo perchè la mia forma fisica ultimamente lascia un po’ a desiderare…..

    • Hai ragione Cristina! adesso vado a correggere. Assolutamente 2014! Non sono pronta, sto cadendo a pezzi. Invece sicuramente nel 2014 sarò di marmo 😉 (crediamoci)
      Io non credo comunque che metterei un top di coccodrillo (brrr) al mio matrimonio. Diciamo che è stata una prova per cercare di ricreare un mood. Sono in cerca di ispirazioni… ho tanto tempo davanti ancora, volevo giocare un po’.

      • Per la forma fisica possiamo spronarci a vicenda, visto che io ho in programma di sposarmi a dicembre 2014….

        • Io sono nel gruppo delle runningformommies e devo dire che in quanto a sprone e motivazione sono eccezionali. Ma per cause di forza maggiore vedi salute ballerina mia e di 18 dei miei parenti) non sono ancora riuscita a uscire e cominciare. Ma quando comincerò ho accumulato tanta di quella carica che non mi ferma più nessuno.
          Obiettivo: gluteo marmoreo per giugno 2014.
          E se mi sposassi in short???
          Sento un sacco di risate.
          E un buhhhh (che sia Caia?).

          • No, gli short no, ti prego! Molto meglio il gothic-rock 🙂 A me piacerebbe (credo perchè non ne ho mai provato uno) un vestito un po’ anni 50 ma, per potermelo permettere, dovrò riportare i miei polpacci indietro di alemno 5 anni e poi non so quanto sia indicato come modello per chi è ormai al tramonto degli enta come me……

            • Anche io sono al tramonto degli -enta cara. Adoooro lo stile ’50s, il rischio potrebbe essere che sembri un vestito della nostra gioventù…

  6. Allora mi butto nel gioco!
    Con il bustino ci vedrei una gonna più vaporosa, un po’ retro ma con un tocco moderno, magari di tulle di seta e metallo. Su una rivista ho visto una gonna bellissima fatta proprio con questo materiale, era di dior se non sbaglio…
    Scarpe: più dei tronchetti ci vedrei delle francesine glitterate, magari con qualche apertura sul dorso del piede per alleggerire un po’. Non so descriverle meglio, ma da qualche parte ho visto delle scarpe da sposa proprio così, mi pare fossero di tosca blu.
    La coroncina di fiori fa un po’ hippie, ma perchè no?
    Secondo le regole, la sposa non dovrebbe indossare altri gioielli oltre alla fede, tuttavia è una regola che ho visto spesso infranta, con risultati a volte gradevoli e a volte molto pacchiani… L’equilibrio è difficile. Io nel dubbio a suo tempo dai gioielli mi sono astenuta.
    Poi concordo assolutamente con Giulia: devi provare anche abiti che in teoria non metteresti mai, potresti avere delle belle sorprese.
    Comunque l’idea dell’abito da cocktail mi piace tantissimo! Però non è molto gotico…
    Per le scarpe: io ho scelto una aurea medietas: tacco 7 e via! Sono stata su quei tacchi 10 ore e manco mi facevano male i piedi. Però io avevo una gonna lunga fino ai piedi e delle scarpe si vedeva solo la punta quando camminavo o ballavo.

    • Dimenticavo: io ho evitato deco e chanel per la paura che mi sfuggissero dal piede. Con le scarpe con cinturino puoi sbizzarirti: mary jane, scarpe chiuse davanti e dietro ma aperte sui lati (non so come si chiamano), T bar, scarpe con due cinturini incrociati…

      • In effetti io porto quasi solo tbar o mary jane, perché a me scappano tutte le deco.
        Bella la proposta della gonna dior…
        l’abito da cocktail lo posso goticizzare io… ma poi lìunca cosa chiara qui è che io non ho le idee chiare! da qui è nato questo gioco.
        la prima sposa “ispirational” a cui ho pensato è questa, pensa un po’ come sono messa!
        Ma poi, tutti questi vostri vestiti da sposa, io li voglio vedere veh! tirate un po’ fuori ‘ste foto dunque!

        • Idee non chiare ma un sacco di tempo a disposizione e molta voglia di giocarci su! mi sembra perfetto…. ma se questa data “giugno 2014” me la appuntassi anche io e facessimo un gruppo di donne che si rimetteranno in forma per il tuo “giorno più bello”?! che dici…?! a me farebbe bene…..molto bene…

          • si può fare! consiglio anche a te comunque di iscriverti al gruppo fb runningformommies. C’è gente veramente in gamba, motivante e motivata. Se vai a leggere su mammaimperfetta qualche giorno fa c’era un bel post proprio su una delle ragazze del gruppo.

        • Siro, te la manderei pure la foto, ma il problema è che io, assolutamente retrograda di natura, per il matrimonio ho ingaggiato uno degli ultimi fotografi tradizionalisti che ha fatto tutte le foto in analogico…

  7. Ma congratulazioni !!! Non lo sapevo !!! Che bello !!!!
    Io il film non l’ho visto..ma ora mi hai incuriosito e devo vederlo assolutamente!!
    Ma sai che anche io da bambina adoravo Alice nel paese delle meraviglie!!??!! Lo guardavo di continuo .. ancora oggi mi ricordo tante tante battute e dialoghi a memoria!!
    Per il look credo che sia un misto tra gioco e realtà giusto??? Comunque io non sono daccordo sul cambio di scarpe durante la giornata !!! Sarà che io, come disse una mia amica, sono “nata coi tacchi” 🙂 quindi dico no assolutamente alle scarpe basse per quella occasione!!

    • Il film lo devi assolutamente vedere. Per i tacchi… Direi un 12 per la cerimonia, poi piedi nudi per il resto della giornata. E via.

  8. wow!!! che notizia!!! Qualunque sia il vestito, tu devi sentirti bellissima quel giorno, provane tanti, la preparazione del matrimonio è un periodo fantastico e sembra interminabile, ma quando quel giorno ti svegli e capisci che il grande giorno è arrivato non si capisce più niente, dura così poco…

    PS: per schort intendevi quelli di Annalisa al festival di Sanremo 😛 ?

    • E certo! Un bel paio di short di pizzo, che fan pendant col matelassé della coscia. Poi in fondo abbiamo la stessa età (nel mio caso per gamba).

  9. Ma nessuno dice niente della gambina fuori dal vestito? L’avete visto il link? 😀

    • Lei sì che è una sposa cadavere! Geniale! E fa risalire l’autostima

      • quanto fa ridere? io già quando l’ho vista a suo tempo ero piegata dalle risate. quando poi ho visto questa foto con cui ho aperto l’articolo mi sono scompisciata, mi è venuto in mente subito. ma hai visto le parodie? darth fener?

        • La cosa che mi ha fatto più ridere è proprio l’accostamento alla sposa cadavere.
          Divertente la gamba che fa lo sgambetto alla modella!
          La Jolie era bellissima, ma adesso è veramente troppo magra! Qualcuno dovrebbe dirglielo.

  10. “Con questa mano io dissiperò i tuoi affanni. Il tuo calice non sarà mai vuoto perché io sarò il tuo vino. Con questa candela illuminerò il tuo cammino nelle tenebre. Con quest’anello io ti chiedo di essere mia” (cit.)
    Auguri!
    Ora, quello che vogliamo vedere è..l’anello! 🙂

  11. La Sposa Gotica mi risulta nuova, comunque non male l’idea, potrebbe essere un moda futura.

  12. Congratulazioni!!!! come te mi sposerò in stile gotico, a febbraio 2015 però! ho scelto un abito Nero, rigorosamente nero!!! gonna lunga di raso dritta sul davanti e con le balze sul retro, corpetto vittoriano, veletta nera, stola nera…….unica nota di colore il rosso cardinale dei miei capelli e delle rose del bouquet!!! le partecipazioni le faremo con due teschi che si guardano e pure le bomboniere saranno degli “allegri” teschietti. Anche io ed il mio compagno veniamo da due matrimoni precedenti e “tradizionali”, conviviamo da 4 anni, per questo abbiamo deciso di fare un matrimonio”particolare” sbizzarrendoci con le nostre passioni!! ancora infiniti auguri e congratulazioni!!!

Trackbacks

  1. […] spopola, qui non ne ho mai visti tanti, ed è un tema che mi piace assai, come potreste intuire da uno dei miei primi post qui su […]

Parla alla tua mente

*