Voglie di primavera: il cappottino

Io a fine Marzo metto su il trench, in alternativa un blazer, o ancora uno strato di lana nella fattispecie un cardigan o una mantella, togliendo di mezzo cappotti, pellicce e simili. Questo è in genere il primo step verso la stagione calda.

Ma quest’anno sento che qualcosa avrebbe reso unica la stagione della rinascita ed è un cappotto.

Non allibite, non classificate tutto ciò come una stranezza da fashion blogger che mette i calzini con i sandali. No, sto parlando di cose serie, cose che dalle nostre nonne venivano prese in sartoriale considerazione: il cappotto della mezza stagione era fondamentale quanto la dote di pizzi e merletti.

Si tratta di un capo che per foggia è molto simile a un capo invernale, ma declinato in tessuti leggeri e colorini confetto fa immediatamente matrimonio reale.

Probabilmente si tratta di qualcosa che mentre sto a lambiccarmici il cervello non servirà più perché il caldo esploderà, ma se avete in programma un matrimonio entro Maggio, vi consiglio caldamente di valutare per rendere il vostro look da invitata impeccabile e decisamente glamour.

L’ideale sarebbe qualcosa in lamé.

Oppure qualcosa in seta

Oppure qualcosa con maniche a tre quarti, senza colletto e con impalpabili applicazioni

Ovviamente non è necessario andare a scomodare i tre zeri, possiamo trovare delle soluzioni carine e sfiziose anche per le tasche di noi povere mortali che mettono su il dindarolo per la borsa dell’anno (fiu fiu fiuuu).

Qualcosa a righe

qualcosa con maniche a tre quarti e forma a ovetto

qualcosa senza collo, a righe e lamé

o ancora qualcosa di classico, un A line senza colletto, in un colore shocking

Che dite? Votate a favore o contro?

Commenti

  1. A super favore! Ne ho uno color ghiaccio, di gusto “tapestry”, con micro fiorellini ton-sur-ton (chissà se mi sono spiegata…).
    E poi uno senza colletto in micro pied-de-poule, che ho usato in occasione di qualche cerimonia.
    Non vorrei dare una cattiva notizia, ma il cappotto di DriesVanNoten che hai pubblicato assomiglia di brutto ai lampadari di un salone recentemente restaurato nel palazzo dove lavoro… 😉
    W il cappotto primaverile!

  2. Io ho un cappottino corto mezza stagione di Max&Co sul blue, molto semplice e versatile, maniche a 3/4, che sto sfruttando tantissimo quest’anno! Il trench sai che mi ha stufato? Qui sembra una…divisa! Lo hanno tutte, soprattutto nelle varie versioni beige/blue e davvero sembrano tutte uguali!!! No, non ce la posso fare!

    • è vero ormai il trench è un po’ abusato… e pensare che quando ho acquistato il mio, nove anni fa, ho dovuto girare tutta Roma per trovarlo come dicevo io e ad un prezzo abbordabile per il mio budget dell’epoca!

    • io pure lo vedo motlo in giro, ma per me e’ talmente comodo, mi piace su tutto e non stona mai. non si sgualcisce se lo appallottolo nella borsa e con una sciarpa diversa cambia personalita’.
      io resistero’ finche’ le modaiole lo stuferanno cosi restero’ solo io, l’highlander del trench 😀

    • Allora non sono la sola che si è stufata del trench. Ho il classico Burberry che ho sempre adorato e usato tantissimo, mentre quest’anno l’avrò usato si e no due volte Oggi l’ho indossato perché pioveva ma mi sento in divisa, avrò incrociato almeno altre venti donne vestite allo stesso identico modo. Quanto ai cappottini mi piacciono da sempre e per quella meraviglia di DriesVanNoten potrei fare follie!

  3. Contro. Non ci riesco, è troppo formale, l’ho scritto anche a Garance preferisco … la giacca maschile!

  4. Io voto sììììììì!
    Il cappottino primaverile mi ricorda quello che mia mamma chiamava spolverino: un soprabito leggero, ideale per cerimonie e occasioni eleganti in primavera. Lei ne aveva uno di seta a fantasia floreale sui toni del blu e dell’azzurro, abbinato ad un abito sempre di seta azzurro tinta unita…
    Tra quelli che proponi mi piacciono soprattutto quello rosa e quello a righe di Tory Burch, fanno molto bon ton! Peccato che il mio budget al momento sia zero! (e tu sai il perchè…)

    • eheheh
      anche il mio infatti tutto questo tergiversare serve proprio ad arrivare al caldo e scoprire di non averne piu’ bisogno. tanto piu’ che quest’anno non ho neanche cerimonie in programma 😉

  5. Io questo lo potrei usare ad inverno inoltrato, se consideri che quest’anno non ho mai messo un cappotto o un giubbotto o niente di simile, mai, nemmeno un giorno. Troppo caldo. L’anno scorso misi il giubbotto ben due volte. Quindi bon, io basta cappottini: solo cardigan o blazer leggerissimi. Un cappotto leggero potrei usarlo in inverno però!

  6. cappotino for ever!!!!!
    li adoro e ne ho tantissimi, solo che , vivendo in motorino, li metto poco.
    🙁
    nel boschetto della mia fantasia nel vive uno color azzurro polvere e poi uno damascato, anche se ho qualcosa del genere di desigual, ma quello che sogno è una cosa tipo giacomo casanova
    😀

    unico modello che proprio su di me non riesco a vedere sono quelli a ovetto….mi piacciono sule fotografie, ho visto come stanno a te, ma su di me…boh…non mi convince

    • io invece ho questo problema con quelli di seta smollacciati
      sono meravigliosi secondo me, ma addosso sembro una svitata uscita in vestaglia prestata dalla nonna.

  7. Celo!
    Io lo uso tantissimo. Ho una giacca di pelle nera, a tre quarti, che porto da oltre dieci anni.
    Poi ho un cappottino sfoderato, grigio, maniche a tre quarti con fondo svasato, collo alla coreana, doppio petto, grigio chiaro, di diffusione tessile. L’ho portato anche in pieno inverno durante le due gravidanze, che avevo semrpe caldo. E con una sciarpona a scialle lo porto anche non incinta in pieno inverno quando le sera vado in un locale o a teatro.
    Della tua selezione trovo bellissimo quello a uovo di DT e l’etro. Il van noten mi fa un po’ raccapriccio invece. scusate l’eresia.

  8. io più che cappottini questi li chiamo soprabiti 🙂
    però non li uso, qui siamo passati praticamente dal piumino alle maniche corte senza passare dal via….
    il trench lo sfrutto tanto in autunno ma questa primavera mi sa che lo porterò meno di una settimana in totale. Anche le giacchine di pelle, alla fine mi sa che le sfrutterò poco, purtroppo.
    giulia

  9. Assolutamente sì.
    Poi in tessuto tecnico è portabilissimo tutti i giorni, secondo me invece ai matrimoni fa molto famiglia reale, quindi bisogna sentircisi. Invece io alla mia veneranda età mi sto facendo un film sulla giacca di pelle nera o marrone scuro, proprio tipo chiodo. Che non è un investimento da poco quindi devo essere sicura che lo metto anche tra dieci anni, no? Secondo voi a 50 anni in giro con la giacca in pelle ci posso andare? Forse no è? O forse dipende da che 50enne sarò. E quindi che 50enne voglio essere? Quando si dice che le scelte di abito sono scelte di vita….

  10. Cappottino primaverile sì- che poi prende ispirazione dal ei fu buon vecchio spolverino! Io ne avevo visto uno bello bello di Pennyblack della scorsa stagione primaverile- un rosa cipria incantevole- abbinato al suo abituccio-incantevole per la qualunque cerimonia.

    Quest’anno è dura però, siam passati da 2 ai 21 gradi in 24h e addio cappottino!

  11. A favorissimo, decisamente. Anzi, ti dirò di più: sono almeno tre anni che ci provo, ma non ho ancora trovato Il Cappottino primaverile. Il mio deve essere necessariamente bon ton, in colore pastello, senza collo, maniche a tre quarti, in cotone foderato… e che costi pochissimo, ovviamente. 😀

    • c’e sempre un piccolo particolare che lo rende introvabile 😀
      in verita’ si puo’ usare talmente poco che e’ un peccato spenderci.
      a meno che non lo riusciamo poi a sfruttare d’inverno con il chiodo sopra come ci hanno mostrato editor in fw…
      cmq a me basterebbe trovare la giacchina simil chanel per questa primavera.
      in verita’ l’avevo trovata rosa coi profilini navy ma poi mi son fatta prendere dalla tirchiaggine perche’ in quell’occasione stavo comprando due vestiti e non stava bene con nessuno dei due… e l’ho lasciata pensando che l’avrei messa ‘solo’ con i jeans e i capri blu… hai detto niente…
      🙁

  12. Sì, sono pro cappottino! Purtroppo – o per fortuna – ho tempo di pensarci, perché per quest’anno sto (ho scoperto il trench, tra l’altro, e lo sto usando con grande soddisfazione 😉 ). E ho anche una specie di spolverino azzurro polvere, in seta, acquistato in vista di un matrimonio serale ai primi di giugno. Direi che per una prova generale è abbastanza 🙂

  13. Favorevole! Ne ho uno in pseudo raso dai colori della terra e un tocco di blu china, forma a clessidra, simil desigual.
    Ne sogno uno verde bosco leggerissimo.

    @Elinor: “Spolverino” lo dice anche mia madre, quante volte ho guardato i suoi con ammirazione! Tenerezza.

    Un saluto allo staff di Trashic da una nuova lettrice. 🙂
    Z’

Parla alla tua mente

*